Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Acquamica Nuoto Anch'Io a Verona

Federazione
images/joomlart/article/91837bdb9c0ed0de3644975ceff078f1.jpg

Tutti in acqua per una festa davvero speciale tra giochi e divertimento. “Acquamica Nuoto Anch’Io Arena”, 1° progetto nazionale scolastico dedicato all’avvio all’acquaticità, sviluppato da Arena Italia, azienda leader nel settore dello sport water wear , in collaborazione con la Federazione Italiana Nuoto (FIN), ha fatto tappa a Verona con una giornata in piscina al “Centro Federale Aberto Castagnetti” e l’incontro con i campioni Massimiliano Rosolino e Lisa Fissneider. Il progetto, rivolto agli alunni del 1° ciclo di scuola primaria (6-8 anni), è partito a settembre 2013 coinvolgendo 500 classi, 12.500 bambini e famiglie, 250 scuole e 500 insegnanti sul territorio nazionale.
"Progetti come questi fanno capire quanto sia importante approcciarsi con l’acqua fin da molto giovani e far pratica col nuoto, uno sport straordinariamente salutare con tanti effetti benefici - racconta l'olimpionico Massimiliano Rosolino - Avvicinarsi all’acqua e imparare le basi della respirazione sono i primi passi necessari e fondamentali: con un percorso didattico e un premio di giochi in acqua tutto diventa più semplice e spontaneo. Io stesso, a sei anni, non è che sapessi fare di più di questi bambini".
"La prima cosa che mi sono domandata, vedendo i giovanissimi vincitori del Progetto, è stata “ma ero anche io così?”. E la risposta è sì, ho bellissimi ricordi della mia infanzia in acqua - aggiunge l'azzurra Lisa Fissneider - La cosa importante, alla loro età, è focalizzarsi sia sul divertimento sia sulla correttezza dei movimenti da eseguire, entrando in contatto con l’acqua in modo spontaneo e senza paure. Essere più sicuri di sé in acqua fa si che anche i genitori siano più tranquilli nel portare i propri figli in piscina".
Durante la prima fase, le scuole sono state invitate a partecipare ad un “Progetto Scolastico”: tutte le classi iscritte hanno ricevuto un kit contenente materiale educativo come il diario Acquamica Nuoto Anch’Io Arena diviso in sezioni tematiche guidate dai simpatici personaggi dell’Arena Water Tribe (Maggie, la tartaruga; Kora, la piovra; Punk, il pesce vela; Thunder, lo squalo) che hanno accompagnato la lettura e le attività dei bambini alla scoperta delle discipline dell’acqua, dei luoghi dove nuotare, della sicurezza e della corretta alimentazione. Gli alunni hanno sviluppato degli elaborati sui temi legati all’acqua nell’ambiente natatorio utilizzando differenti tecniche - dal disegno al fumetto, dalla scrittura al video – sull’indicazione di tre tracce a scelta:
- “Nell’acqua posso fare…” una filastrocca che racconta quanto è bello divertirsi in acqua assieme alla propria famiglia e agli amici
- “Le storie dell’Arena Water Tribe” per il racconto di una storia i cui protagonisti sono i personaggi dell’Arena Water Tribe
- “Guardami…sono bravissimo” per la descrizione di una giornata da campioni di nuoto attraverso disegni, storie e illustrazioni
Nella fase finale del progetto una giuria ha selezionato gli elaborati più meritevoli delle classi iscritte che, divise per aree interregionali, sono premiate con una partecipazione alla “Festa dell’Acqua”.
Così oggi, nella piscina del “Centro Federale Aberto Castagnetti”, i bambini della 1° A dell' Istituto de La Salle di Parma hanno trascorso divertenti momenti in acqua affiancati dai campioni Massimiliano Rosolino e Lisa Fissneider e dagli istruttori FIN che li hanno aiutati a scoprire quanto possa essere facile e divertente giocare in piscina come al mare. E dopo le tappe di Roma, Avezzano e Verona, le “Feste dell’acqua” si svolgeranno in altre due città: Riccione e Milano.
Le “Feste dell’acqua” chiudono un percorso di educazione motoria che Arena e FIN hanno voluto avviare per sostenere l’importanza del nuoto come attività base di tutte le discipline natatorie e facilitando l’avvicinamento dei più piccoli.