Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Criteri per l’omologazione dei campi per la pallanuoto

a cura Arch. Francesco Angelini – Componente Commissione Settore Impianti F.I.N.

Il punto FR.7.2 della normativa FINA, relativo al campo di gioco, chiarisce che la distanza tra le rispettive linee di porta deve essere di 30.0 metri per le partite giocate da uomini e di 25.0 metri per le partite giocate dalle donne. La larghezza del campo di gioco deve essere di 20.0 metri. La profondità dell’acqua non deve essere in nessun punto inferiore a 1.8 metri e preferibilmente di 2.0 metri.

Il punto FR.7.3 chiarisce che la temperatura dell’acqua non deve essere inferiore a 26°C con una tolleranza di 1°C.

I punti da FR 8.1 a FR 8.4 chiariscono i requisiti per i giochi Olimpici e i Campionati del Mondo, per i quali non sono ammesse deroghe alle misure riportate in F.7.2

Per quanto concerne l’attività Nazionale il punto FR.7.5 stabilisce che possono essere ammesse eccezioni alle norme del punto FR.7.2 a discrezione della Federazione che gestisce lo svolgimento della gara

Per quanto riguarda l’attività Nazionale nel settore maschile la profondità di mt. 1,50 consente l’omologazione per gli Under 13, quella di mt. 1,75 per gli Under 15, mentre per tutte le altre serie la profondità minima è sempre di mt. 1,80. Nel settore femminile si va da mt. 1,65 per le Under 15, ai mt. 1,70 dalla Under 17 fino alla B, e di mt. 1,80 per le serie A1 e A2.

All’interno delle normative FIN per i campi di pallanuoto, nel settore maschile la lunghezza di mt. 25,00 è ammessa per la serie C, la Promozione, l’Under 15 e l’Under 13. Per quest’ultima è ammesso anche il campo di mt. 12,50 di larghezza, mentre per le serie dalla A2 all’Under 15 la larghezza minima è fissata in mt. 16,00. Nel settore femminile invece, la larghezza minima per le serie da A2 ad Under 15 è di mt. 16,00. Le vasche di lunghezza mt. 33.33 o superiore permettono di adattare il campo ai 30 o ai 25 metri tra le linee di porta richiesti dalle vigenti normative, nel modo più idoneo allo svolgimento delle manifestazioni delle serie superiori. Per quanto concerne le altre serie per le quali è previsto il campo da m.25,00 in deroga possono essere utilizzate le normali vasche da mt. 25,00.

L’intensità luminosa riferita all’area del campo di gioco è fissata in 600 lux per l’attività nazionale e in 1500 lux per i Giochi Olimpici e i Campionati del Mondo.

Per quanto concerne le attrezzature per le partite di pallanuoto ad esse sono dedicati i punti da FR 9.1 a FR 9.7 della normativa FINA. Dette attrezzature (porte, segnali...) sono standardizzate e le principali ditte produttrici si attengono rigorosamente al dettato normativo. L’omologatore tenga invece conto dello spazio di bordo vasca perché il punto FR 9.2 recita che... dovrà essere lasciato uno spazio sufficiente per permettere agli arbitri di avere libertà di movimento da una estremità all’altra del campo di gioco. Uno spazio dovrà essere inoltre lasciato sulla linea di porta per i giudici di porta.