Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Sadovyy è italiano La Nazionale sorride

News Pallanuoto precedenti
images/joomlart/article/b97b913d69ab230727059059e3d8a3fd.jpg

Il Presidente della Repubblica ha firmato il decreto di cittadinanza. Buone notizie per il tecnico degli Azzurrini che ora potrà contare anche sul centroboa del Chiavari. La soddisfazione del Presidente Barelli

ROMA
Olexandr Sadovyy è cittadino italiano. Il 22 settembre il Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, ha firmato il decreto di cittadinanza.
Il centroboa di origine ucraina, nato a Kiev il 23 marzo 1986 e attualmente tessarato per il Chiavari, ha finalmente coronato il suo sogno, quello di appartenere alla Nazionale italiana di pallanuoto.
Il giocatore, che risiede in Italia da circa quindici anni, aveva manifestato da tempo questo desiderio. In questa stagione aveva già partecipato come "aggregato" ad alcuni collegiali della Nazionale juniores, ultimo quello dall'8 al 14 settembre ad Imperia. E' considerato dai tecnici un ottimo centroboa, forte fisicamente e dotato tecnicamente. E'  cresciuto nelle giovanili del Recco e ha già una buona esperienza in A1.
Da oggi è a disposizione del tecnico federale Piero Ivaldi ed entra a tutti gli effetti nella rosa dei possibili convocati per i prossimi Campionati Mondiali juniores, in programma in Argentina dal 7 al 15 ottobre. 
Il Presidente della Federazione Italiana Nuoto, Paolo Barelli, è orgoglioso che il ragazzo abbia ottenuto la cittadinanza italiana e si complimenta con chi si è adoperato in questo senso. "Sono contento che Sadovyy abbia raggiunto il suo obiettivo - ha detto Barelli - e gli porgo i migliori complimenti e auguri per una carriera sportiva ricca di successi e soddisfazioni. Ringrazio il Presidente del Comitato Regionale della Liguria, Silvio Todiere e in modo particolare il Ministro delle Attività Produttive, Claudio Scaiola, Presidente onorario della RN Imperia, che ha preso a cuore questo caso per il bene dell'atleta e della pallanuoto ligure e italiana. Scaiola, da grande innamorato della pallanuoto, aveva conosciuto direttamente il problema e la ferma volontà del ragazzo durante l'ultimo collegiale della Nazionale jnuiores ad Imperia".
"Ivaldi - conclude Barelli - e la nostra Nazionale hanno un giocatore in più a disposizione. Buon auspicio per la pallanuoto italiana".