Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Addio al giornalista Pesciarelli, il cordoglio della Fin

Federazione

È morto la notte scorsa in un incidente a Roma, Andrea Pesciarelli, notista politico e caporedattore del 'Tg5'. Il giornalista è finito da solo contro un albero mentre a bordo del suo scooter percorreva Lungotevere delle Armi. Andrea Pesciarelli, molto conosciuto alla tifoseria laziale per la sua fede calcistica, avrebbe compiuto 47 anni il prossimo 20 ottobre. Dopo molti anni alla Rai, Pesciarelli era approdato al 'Tg5' per volontà del direttore Clemente Mimun. Da sempre vicino al mondo dello sport e della pallanuoto in particolare è stato autore del libro 'Inguaribili Bugiardi-viaggio semiserio tra le contraddizioni dei nostri politici (e non solo)' il giornalista lascia la moglie e due figli. La sua salma è stata portata al policlinico Gemelli. Il Presidente della Federazione Italiana Nuoto Paolo Barelli, i vice presidenti Salvatore Montella, Paolo Colica e Lorenzo Ravina, unitamente a tutto il consiglio federale, esprimono il proprio cordoglio e la vicinanza alla famiglia Pesciarelli.