Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

World League. Romania-Italia 9-13

Pallanuoto

L'Italia batte la Romania 13-9 a Bucarest nell'ultimo impegno ufficiale della World League di pallanuoto maschile, girone C europeo. La classifica finale del raggruppamento indica Ungheria a 18 punti, Italia a 10, Romania a 5 e Russia a 3.
I magiari, vincendo lo scontro diretto a Bari 8-7, erano già certi della qualificazione alla super finale in programma dall' 11 al 16 giugno a Chelyabinsk; Russia qualificata di diritto quale Paese ospitante.
Per gli Azzurri un'ottima prestazione, maturata tra l'altro senza l'apporto di capitan Tempesti, del vice capitano Felugo e dell'attaccante mancino Gallo. Buone le prestazioni dei giovani supportati dagli altri vice campioni olimpici.
A seguire tabellino, cronaca e dichiarazioni del cittì Alessandro Campagna.
       
Romania-Italia 9-13 TABELLINO
Romania: Stoenescu, Popescu, Negrean 1, Diaconu 1, Popoviciu, Bușilă 2, Matei 2 (1 rig.), Chioveanu 2, Goanță, Georgescu, Ghiban, Teohari 1, Drăgușin. All. Hagiu.
Italia: Del Lungo, Luongo, Gitto, Figlioli 1, Giorgetti 1, Fondelli 2, Figari 1, Nora 2, Presciutti 2, Fiorentini, Aicardi 3, Baraldi, Valentino 1. all. Campagna.
Arbitri: Adzic (Mne) e Miskovic (Srb).
Note: parziali 3-4, 1-3, 2-3, 3-3. Nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Romania 4/5 + due rigori di cui uno fallito, Italia 3/9. Del Lungo (I) ha parato un rigore a Diaconu a 7'32 del terzo tempo, sul 10-6.
       
CRONACA. L'Italia si porta in vantaggio con due reti in successione di Nora dopo 1'07 e 2'22. La Romania riesce a rientrare sfruttando due superiorità numeriche con Matei e Negrean e aggancia il pari a 3'34. Poi Chioveanu, ancora con l'uomo in più, risponde a Presciutti; ma Aicardi consente al Settebello di chiudere il parziale sul 4-3 segnando a 7" dalla prima sirena. L'Italia non si sblocca in superiorità (0/2), la Romania ne trae quasi il massimo risultato (3/4).
Nel secondo tempo l'Italia allunga e si sblocca con l'uomo in più, andando a segno con Aicardi a 1'45 e Giorgetti a 5'38 per il 6-3; vantaggio che conserva fino al 7-4 maturato con le reti di Chioveanu e Figlioli.
Nel terzo parziale l'Italia gestisce il vantaggio. Subisce il -2 da Busila in superiorità numerica, ma rimedia con Aicardi dal centro e allunga ulteriormente con Figari in controfuga per il 9-5; massimo vantaggio che conserva con la rete di Valentino in superiorità numerica che risponde a Diaconu (10-6). Il terzo quarto si chiude con la parata di Del Lungo sul tentativo di realizzazione di Diaconu su rigore.
La partita è in mano all'Italia, che nell'ultimo tempo raggiunge anche il +5 sul 13-8 prima di chiudere 13-9: ai due gol di Fondelli intervallati da Presciutti rispondono Busila, il rigore di Matei e il tiro dai cinque metri di Teohari.
      
IL COMMENTO DEL CT CAMPAGNA. "Mi è piaciuto come la squadra ha interpretato la partita. Lo scontro diretto con l'Ungheria ci ha giovato. I ragazzi avevano ancora in memoria i ritmi alti che hanno imposto con continuità e naturalezza. Sono stati molto disciplinati ed hanno seguito le indicazioni che gli avevamo fornito. Mi è piaciuto anche l'approccio alla partita, la qualità espressa e sono contento del graduale miglioramento dei nuovi arrivati come Nora, Fondelli, Valentino e Del Lungo. Si sta creando un gruppo solido. Abbiamo utilizzato la World League per crescere. C'è ancora tanto lavoro da svolgere, ma sono fiducioso".
  
IL CAMMINO DEL SETTEBELLO
      
1^ giornata
Italia-Russia 13-6
Romania-Ungheria 9-12
 
2^ giornata
Ungheria-Italia 6-5
Russia-Romania 13-14 ai tiri di rigore
 
3^ giornata
Italia-Romania 11-5
Russia-Ungheria 7-10
 
4^ giornata 02/2/2013
Russia-Italia 12-10 ai tiri di rigore
Ungheria-Romania 9-8
  
5^ giornata 27/3/2013
Romania-Russia 12-8
Italia-Ungheria 7-8
  
6^ giornata
Ungheria-Russia 8-6 il 29/3
Romania-Italia 9-13
         
La classifica: Ungheria 18, Italia 10, Romania 5, Russia 3.
Ungheria qualificata alla super finale in programma dall' 11 al 16 giugno a Chelyabinsk; Russia qualificata di diritto quale Paese ospitante.
          
MONTEPREMI (345.000 dollari)
1. posto 100.000
2. posto 70.000
3. posto 50.000
4. posto 35.000
5. posto 30.000
6. posto 25.000
7. posto 20.000
8. posto 15.000
squadre eliminate 15.000 dollari
    
SISTEMA DI PUNTEGGIO: 3 vittoria, 2 vittoria ai rigori, 1 sconfitta ai rigori, 0 forfeit
    
FORMULA DI GIOCO: Le partite non possono terminare in parità. Nel caso di pareggio alla fine dei tempi regolamentati (quattro parziali da 8' effettivi), saranno tirati i rigori (cinque ciascuna squadra, eventualmente ad oltranza).
   
ALBO D'ORO E PIAZZAMENTI DELL'ITALIA
  
2002 Patrasso
1. Russia, 2. Spagna, 3. Ungheria
Italia eliminata nel girone di qualificazione
2003 New York
1. Ungheria, 2. Italia, 3. USA
2004 Long Beach
1. Ungheria, 2. Serbia&Montenegro, 3. Grecia
Italia quarta, battuta in finale per il 3° posto dalla Grecia per 12-9
2005 Belgrado
1. Serbia&Montenegro, 2. Ungheria, 3. Germania
Italia eliminata nei gironi di semifinale
2006 Atene
1. Serbia&Montenegro, 2. Spagna, 3. Grecia
Italia eliminata nei gironi di qualificazione
2007 Berlino
1. Serbia, 2. Ungheria, 3. Australia
Italia eliminata nei gironi di qualificazione
2008 Genova
1. Serbia, 2. USA, 3. Australia
Italia settima, battuta la Grecia nella finale 7°-8° posto per 11-7
2009 Podgorica
1. Montenegro, 2. Croazia, 3. Serbia
Italia quinta, battuta l'Australia nella finale 5°-6° posto per 11-10
2010 Nis
1. Serbia, 2. Montenegro, 3. Croazia
Italia eliminata nei gironi di qualificazione
2011 Firenze
1. Serbia, 2. Italia, 3. Croazia
2012 Almaty
1. Croazia, 2. Spagna, 3. Italia.
 
consulta il sito della FINA