Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

World League. Italia-Russia 13-6

Pallanuoto

Fuori piove, è freddo e tira vento, ma dentro è una bolgia. La piscina Carlo Zanelli di Savona straripa di entusiasmo e trascina il Settebello al successo contro la Russia per 13-6 nella prima partita con in palio i tre punti dopo l'argento olimpico di Londra.
World League è sinonimo di festa e promozione, ma anche di test e verifiche per il futuro. Così il Commissario tecnico Alessandro Campagna lancia subito in vasca i due volte campioni europei juniores Nicholas Presciutti, Tommaso Vergano, Luca Damonte, all'esordio, e Francesco Di Fulvio. Al centro dell'attacco, a dare il cambio ad Aicardi, c'è Sadovyy.
La Russia - che ospiterà i Mondiali del 2015 a Kazan e sta investendo molto per tornare ai fasti del passato - si dimostra un avversario più che attendibile e tiene testa agli azzurri fino a metà terzo tempo. Passa anche a condurre a inizio secondo parziale per 3-2, realizzando gol evitabili che annullano i vantaggi Aicardi (1-0) e Giorgetti (2-1) in superiorità numerica. L'Italia dà continuità al gioco in superiorità numerica: pareggia con Gallo e passa sul 4-3 e sul 5-4 con Aicardi, ma non riesce a staccare la Russia che rintuzza con due gol di Yankov per il 5-5 di inizio terzo tempo, quando avviene il break risolutivo. Giorgetti realizza due gol in superiorità numerica (6-5, 8-5), Presciutti segna in controfuga il primo gol a uomini pari (7-5), Figari (9-5) e Di Fulvio (10-5) bucano dal perimetro. Il 5-0 sferza il morale della Russia che riduce lo svantaggio con Latypov, autore della controfuga che apre il quarto tempo (10-6); ma l'equilibrio della partita non cambia. Capitan Tempesti non lascia centimetri e la determinazione degli azzurri non conosce pause. Di Fulvio e Nicholas Presciutti realizzano i rigori per il 12-6 e Gallo trasforma per l'ottava volta in 11 occasioni l'uomo in più per il 13-6. Per la Russia neanche la soddisfazione di un gol in superiorità numerica in 8 opportunità. Ottima difesa quando assistita dalla concentrazione. Bene l'integrazione graduale dei giovani e le percentuali in superiorità numerica. Manca la continuità, ma è questione di tempo. Siamo solo all'inizio.
Nell'altra partita del girone, a Oradea, l'Ungheria ha battuto la Romania 12-9 (parziali 2-0, 3-1, 2-3, 5-5).
      
ITALIA-RUSSIA 13-6 TABELLINO
Italia: Tempesti, Vergano, Gitto, Di Fulvio 2 (1 rig.), Giorgetti 3, Felugo, Figari 1, Gallo 2, Christian Presciutti 1, Nicholas Presciutti 1 (rig.), Aicardi 3, Sadovyy, Damonte. All. Campagna.
Russia: Ivanov, Yankov 2, Odintsov, Ryzhov-Alenichev 1, Zinnatulin, Ashaev, Timakov, Latypov 2, Vishnyakov, Lisunov 1, Shepelev, Rastorguev. All. Karabutov.
Arbitri: Vlasic (Cro) e Sungu (Tur).
Delegato FINA: Farid (Egi).
Note: parziali 2-2, 3-2, 5-1, 3-1. Uscito per limite di falli Odintsov (R) a 2'37 del terzo tempo. Superiorità numeriche: Italia 8/11 + due rigori trasformati, Russia 0/9. Spettatori 2000 circa. In tribuna Del Lungo, Baraldi, Figlioli, Fiorentini, Luongo. Russia con dodici giocatori a referto.
           
LE DICHIARAZIONI DEL CT CAMPAGNA: "All'inizio siamo stati un po' tesi. Del resto con cinque nuovi innesti e Gitto infortunato non era facile organizzarsi. Siamo stati un po' fermi sulle braccia, poi abbiamo aggiustato la difesa e abbiamo attaccato con continuità, intensità e disciplina. Sono soddisfatto per l'inserimento dei giovani e soprattutto per la tranquillità che gli hanno trasmesso i più esperti. Noto con piacere che lo spirito è sempre lo stesso. Siamo ripartiti bene".  
     
GITTO INFORTUNATO. Un colpo fortuito mette ko Niccolò Gitto, che riporta dopo appena un minuto la perforazione del timpano sinistro. L'azzurro ha lasciato la partita. La prognosi è di un paio di settimane.
    
CONVOCATO RIZZO PER FIGLIOLI A RIPOSO PRECAUZIONALE. Valerio Rizzo (Blu Shelf Carisa Savona) raggiungerà la Nazionale in ritiro nel post partita di Italia-Russia a sostituzione di Pietro Figlioli, a cui lo staff medico del Settebello ha riscontrato un'epitrocleite al gomito destro. La Nazionale giovedì partirà per Budapest; sabato affronterà a Szekesfehervar l'Ungheria. La partita inizierà alle 12 e sarà trasmessa in diretta su Rai Sport 1.
           
TRE ESORDIENTI. In vasca i due volte campioni europei juniores Nicholas Presciutti, Tommaso Vergano, Luca Damonte, all'esordio, e Francesco Di Fulvio.
          
FRATELLI IN VASCA. Tra gli Azzurri hanno giocato insieme i fratelli Presciutti, entrambi romani di Guidonia: il bomber vice campione olimpico e campione mondiale Christian (attaccante dell'AN Brescia, 30 anni il 27 novembre) e il fratello Nicholas (attaccante della SS Lazio, 19 anni il 14 dicembre), due volte campione d'Europa juniores.
    
GRANDE FESTA CON LE SCUOLE E NEL POST PARTITA CON L'ANGOLO SETTEBELLO
Savona ha vinto. Prima dell'allenamento di rifinitura di Italia-Russia, gli Azzurri hanno accolto alla piscina "Carlo Zanelli" le scuole di città e provincia: circa 400 studenti tra i 9 e i 18 anni provenienti dall'Istituto tecnico Ferraris-Pancaldo di Savona, dal Liceo Sociale Giuliano Della Rovere di Savona, dal Liceo Scientifico Arturo Issel di Finale Ligure, dalla Scuola primaveria Giovanni Papa XXIII di Pietra Ligure e dal Liceo Classico Gabriello Chiabrera. Fotografie nell'atrio della piscina, autografi e lancio dei palloni in tribuna hanno preceduto l'allenamento a porte aperte che si è concluso con il coinvolgimento dei piccoli pallanotisti della RN Savona nati 2000-2001-2002 seguiti dai tecnici sociali Didieu Cavallera e Alex Patchaliev. Nel post partita - dopo il successo dell'iniziativa nata a Cosenza per l'Otto Nazioni "Oh, my gold!" e seguita al Galà della pallanuoto di Roma - gli Azzurri hanno incontrato i piccoli tifosi nell'angolo Settebello. Foto, autografi e centinaia di cartoline ricordo distribuite. Foto e approfondimenti sulla pagina facebook del Settebello.
        
ESIBIZIONE DI NUOTO SINCRONIZZATO
Nuoto sincronizato tra il secondo e il terzo tempo della partita Italia-Russia. Le sincronette savonesi Giulia Lapi e Linda Cerruti - punti di forza della Squadra Nazionale - si sono esibite nel corso dei cinque minuti dell'intervallo lungo sulle note de "Il Cigno nero" e di "Someone like you" con un finale ritmato dagli applausi del pubblico.
 
TELETHON
Il Settebello tende la mano alla solidarietà. La RN Savona, in accordo con la Federazione Italiana Nuoto, ha legato la partita ufficiale Italia-Russia a Telethon. L'ingresso è stato gratuito. La Fondazione onlus - che promuove la ricerca verso la cura delle malattie genetiche ed in particolare delle distrofie muscolari - è stata presente sulle tribune dell'impianto con una serie di gazebi per la raccolta di fondi.
 
GIOVEDI' SI PARTE PER L'UNGHERIA. Non c'è "Santo" che tenga. Giovedì la Squadra Nazionale partirà per Budapest; sabato affronterà a Szekesfehervar l'Ungheria. La partita inizierà alle 12 e sarà trasmessa in diretta su Rai Sport 1. Convocati (15): Olexandr Sadovyy (Carpisa Yamamay Acquachiara), Marco Del Lungo e Christian Presciutti (AN Brescia), Valentino Gallo e Fabio Baraldi (CN Posillipo), Matteo Aicardi, Niccolò Figari, Maurizio Felugo, Deni Fiorentini, Stefano Luongo e Stefano Tempesti (Pro Recco), Alex Giorgetti (Debreceni Cívis Póló), Tommaso Vergano (RN Bogliasco), Francesco Di Fulvio (RN Florentia), Valerio Rizzo (Carisa Savona). Staff: commissario tecnico Alessandro Campagna, team manager Francesco Attolico, preparatore atletico Alessandro Amato, medico Gianfranco Colombo, video analista Francesco Scannicchio.
     
IN TRIBUNA LA NAZIONALE NATI 1984 IN COLLEGIALE A BOGLIASCO PRE COPPA COMEN E MONDIALI. Prosegue la preparazione della Nazionale nati 1994. Gli azzurrini allenati da Amedeo Pomilio - tecnico responsabile, nonché secondo di Campagna - stanno terminando il raduno collegiale a Bogliasco (dal 28 al 31 ottobre) e dall’1 al 6 novembre si alleneranno con i pari età dell’Ungheria a Budapest. I 16 atleti convocati sono Jacopo Alesiani (Blu Shelf Carisa Savona), Tommaso Busilacchi (Como Nuoto), Leonardo Cavo (Ellevi Nervi), Federico Foti, Lorenzo Bruni, Fabio Viola e Luca Cupido (RN Camogli), Giulio Edoardo Rossi (AS Roma 2007), Umberto Esposito, Matteo Morelli e Alessandro Velotto (CC Napoli), Vincenzo Dolce (RN Salerno), Gianluigi Foglio e Nicola Cuccovillo (CN Posillipo), Edoardo Di Somma (RN Bogliasco) e Andrea Fondelli (Ferla Pro Recco). Lo staff è composto dal tecnico responsabile Amedeo Pomilio, dall'assistente Alessandro Duspiva, dai preparatori atletici Arnaldo Castelli (fino al 31 ottobre) e Alessandro Amato (dal 3 novembre) e dal fisioterapistra Luca Mamprin. Dopo la trasferta in Ungheria la squadra si ritroverà a Roma l’11 novembre e il 14 partirà per Belgrado dove dal 15 al 18 parteciperà alla Coppa Comen (15 giocatori). Il 22 novembre la squadra partirà per Singapore dove si allenerà con gli Stati Uniti fino al 28. Il 29 novembre si trasferirà a Perth e dall’1 al 9 dicembre parteciperà ai Mondiali giovanili (13 giocatori).
        
consulta formula e calendario
    
consulta il sito della FINA