instagram

Новости Новости Беларусь Любовь и семья Общество Люди и события Красота и здоровье Дети Диета Кулинария Полезные советы Шоу-бизнес Огород Гороскопы Авто Интерьер Домашние животные Технологии Идеи для творчества на каждый день

Qualificazioni Olimpiche Canada-Italia 6-9

News Pallanuoto precedenti
images/joomlart/article/large/6a485e86d15cfd7c8f9cbecf891cd783.jpg

Setterosa in finale. Battute le nordamericane con una tripletta della Miceli e una doppietta della Grego. Domani c'è l'Ungheria, già sconfitta nei preliminari, che ha superato la Russia per 7-6. Diretta Rai Sport Satellite alle 17.15. Alle 19 i sorteggi

IMPERIA
Ancora l'Ungheria sul cammino dell'Italia. E non poteva essere che così dopo quattro anni di rincorse, veleni e speranze. Le regine d'Europa si contenderanno domani (alle 17.15, diretta Rai Sport Satellite) il primo posto del Torneo di Qualificazione Olimpica di pallanuoto femminile di Imperia e, soprattutto, la seconda fascia del sorteggio dei gironi olimpici che si svolgerà alle 19.
Molto diverse le semifinali che hanno richiamato alla piscina "Felice Cascione" poco meno di mille persone. L'Italia è stata spinta in finale da una tripletta della Miceli e dalla doppietta della Grego che ha steso il Canada nel quarto e decisivo tempo; l'Ungheria, dopo un primo tempo stratosferico (5-1), si è aggrappata al gol risolutivo della Kisteleki per battere la Russia a 3'45" dalla sirena.
Pierluigi Formiconi, guru del Setterosa, accoglie l'esito della seconda semifinale con piacere. "E' la storia che si ripete - sottolinea con orgoglio - Disputare la finale con l'Ungheria dimostra ancora una volta quanto noi e loro siamo importanti per l'intero ambiente. Negli ultimi quattro anni abbiamo dimostrato quanto l'esclusione dai Giochi di Sydney sia stata ingiusta. I nostri destini si sono quasi sempre incrociati nei momenti importanti: sarà così anche qui. Mi auguro che la finale di domani possa essere un gustoso anticipo di quanto vivremo alle Olimpiadi di Atene".
Le azzurre hanno conquistato la finale con una gara molto attenta in difesa. Esclusa la lunga pausa del terzo tempo, che ha consentito alle canadesi di portarsi sul -1, il Setterosa ha adottato con ottimi risultati la zona che le ha aperto spazi in controfuga, propiziando spesso gol o superiorità numeriche. Ben 4 (su 7) le realizzazioni sette contro sei. Il Canada, potente ma confusionario in attacco, invece non ha quasi mai impensierito le azzurre, incapace di sfaldarne l'equilibrio in difesa.
Che la partita per le nordamericane fosse in salita lo si è capito ben presto. Pochi secondi e la Di Mario sblocca il risultato. La Dow pareggia dai 4 metri, ma è una parentesi, subito chiusa da un parziale di 5-0 che porta il punteggio sul 6-2 all'inizio del secondo tempo. Il Canada tenta di tornare sotto, ed è l'Italia che le dà una mano commettendo una serie di leggerezze in difesa. Sul 7-4 è poi la Araujo, da due metri, a stampare sul palo il possibile +4. Il Canada ci crede e chiude il terzo parziale sul  -1 (2-0) con le reti in sequenza di Campbell e Dionne. L'Italia sembra spenta, ma è solo una sensazione: nel quarto tempo una doppietta della Grego (doppia superiorità e rigore) archivia il match.
Domani c'è ancora l'Ungheria che ha sconfitto le Russia coi gol della Dravucz e Pelle (2), Stieber, Valkay e Kisteleki. A segno per le russe la Smurova e Konukh (2), Shepelina e Salimova. 
         
Il tabellino dell'incontro:
Canada: Lamarre, Riddell, Illing, Gardiner 1, Dewar, Arpin, Campbell 2, Radu, Dow 2 (1 rig.), Salat, Dionne 1, Robinson, Begin. All. Oaten.  
             
Italia: Conti, Miceli 3, Allucci 1, Bosurgi, Gigli, Zanchi, Di Mario 1, Ragusa, Malato, Araujo 1, Musumeci, Grego 2 (1 rig.), Toth 1. All. Formiconi.
                                       
Arbitri: Mr. Balfanbayev (Kaz) e Mr. Rodriguez (Spa).
Delegati Fina: Mrs. Brochero (Arg) e Mr. Amini (Iri).
Note: parziali 2-5, 2-2, 2-0, 0-2. Superiorità numeriche: Canada 4/8, Italia 5/8. Nessuna uscita per limite di falli né espulsa. Spettatori 700 circa. In tribuna il Presidente della Fina Mustapha Larfaoui, il Presidente della Len e Segretario Onorario della Fina Bartolo Consolo e il Vice Presidente della Fin Lorenzo Ravina.


RISULTATI, CLASSIFICA, PROGRAMMA E ARBITRI
Girone A: Russia 8, Canada 6,

Germania 4, Olanda 2, Repubblica Ceca 0

Girone B: Italia 8, Ungheria 6,


Spagna 4, Brasile 2, Nuova Zelanda 0

23 febbraio
Canada-Russia 5-6
Nuova Zelanda-Italia 1-15
Spagna-Brasile 8-2
Repubblica Ceca-Olanda 5-10

24 febbraio
Spagna-Ungheria 5-10
Brasile-Italia 1-12
Canada-Germania 11-4
Russia-Olanda 13-11

25 febbraio
Brasile-Nuova Zelanda 6-5
Italia-Ungheria 6-4
Olanda-Germania 6-7
Russia-Repubblica Ceca 16-3

26 febbraio
Ungheria-Nuova Zelanda 15-1
Italia-Spagna 7-5
Germania-Repub. Ceca 14-8
Olanda-Canada 10-11

27 febbraio
Nuova Zelanda-Spagna 4-9
Ungheria-Brasile 18-3
Repubblica Ceca-Canada 3-10
Germania-Russia 6-11

28 febbraio
finale nono posto
Repubblica Ceca-N.Zelanda 8-10 dts

semifinali quinto posto
Olanda-Spagna 7-9
Germania-Brasile 10-5

semifinali primo posto
Canada-Italia 6-9
diff. Rai Sport Satellite alle 22.30
Russia-Ungheria 6-7

29 febbraio
finale settimo posto
Olanda-Brasile ore 11.30
Rezek (R.Cec.) e Burman (Nzl)

finale quinto posto
Spagna-Germania ore 12.45
Turcotte (Can) e Caputi (Ita)

finale terzo posto
Canada-Russia ore 16.00
Lehn (Ger) e Matache (Rom)
finale primo posto
Italia-Ungheria ore 17.15
Stavridis (Gre) e Balfanbayev (Kaz)

Francesco Passariello
Nostro inviato