Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

World League 2004 Grecia-Italia 12-9

News Pallanuoto precedenti
images/joomlart/article/large/58bbd120acad9aa67bfe1984a9acb085.jpg

Azzurri quarti e per la prima volta battuti dall'ex Ct Campagna. Decisivo il break di 3-0 subito nel finale. De Crescenzo parla di "stanchezza naturale alla fine di un ciclo di allenamento" e da' i 13 per i Giochi: esclusi Mistrangelo e Di Costanzo

LONG BEACH
La Grecia della gestione Campagna non aveva mai battuto l'Italia. Mai prima di questa notte, quando si e' imposta per 12-9 (parziali 4-2, 2-4, 2-2, 4-1), conquistando il bronzo della World League, a Long Beach. 
Uno stop imprevisto, che il Ct della Nazionale Paolo De Crescenzo commenta con un pizzico di fatalismo. "Prima o poi doveva accadere - spiega - Meglio che sia successo qui: arrivare alle Olimpiadi da imbattuti contro la squadra di casa poteva essere controproducente". Un pizzico di scaramanzia e un sacco di realismo. "La squadra sta affrontando una leggera crisi dovuta ai pesanti carichi di lavoro - continua il Ct azzurro - E' normale che avvenga ed e' un bene che la stia attraversando ora, prima che cominci lo scarico in vista dei Giochi di Atene. Il momento di appannamento e' evidente; basti pensare che la difesa e' il nostro punto di forza e che in due partite abbiamo subito 13 gol su 18 in inferiorita' numerica".
Decisivo per l'esito dell'incontro il quarto tempo che le due squadre hanno cominciato sull'8-8. Precedentemente l'Italia aveva ottenuto il primo e unico vantaggio sull'8-7 con Postiglione (5/7 in superiorita' numerica), dopo aver ripreso per ben due volte gli ellenici: dal 4-2 al 4-4 con Fiorentini, autore dei primi tre gol degli azzurri, e Roberto Calcaterra, e dal 6-4 al 6-6 con una splendida beduina di Alessandro Calcaterra e un guizzo di Binchi con l'uomo in piu'. Nel quarto tempo, pero', la stanchezza ha condizionato la lucidita' in fase conclusiva. Cosi', dopo un botta e risposta Kalakonas-Silipo, la Grecia ha allungato sul 12-9 con le reti di Santa dal perimetro, Mazis in superiorita' numerica e Chatzitheodorou che ha dribblato Roberto Calcaterra, mentre gli azzurri non hanno trasformato tre azioni con l'uomo in piu' consecutive. 
Al termine della gara, il Ct Paolo De Crescenzo ha annunciato i tredici giocatori convocati per le Olimpiadi di Atene. Ai primi esclusi di Siracusa Fabio Violetti, Andrea Mangiante e Arnaldo Deserti, si aggiungono il mancino del posillipo Luigi Di Costanzo e l'attaccante del Savona Federico Mistrangelo. Entrambi furono gli ultimi che lasciarono il ritiro azzurro anche alla vigilia del Mondiale di Barcellona che poi l'Italia concluse con l'argento. "Sono scelte dolorose - sottolinea De Crescenzo - Per Di Costanzo e Mistrangelo non si tratta di una bocciatura. Sono giovani, forti, e rappresentano il futuro della Nazionale. Credo, pero', che sia giusto dare fiducia al gruppo che l'anno scorso ha perso contro l'Ungheria la finale iridata solo ai tempi supplementari".
Conclusa la World League, con l'Ungheria che ha difeso l'oro conquistato lo scorso anno battendo in finale la Serbia & Montenegro per 12-8, la Nazionale torna in Italia domani. Le prossime tappe di avvicinamento ai Giochi sono l'allenamento collegiale con la Croazia a Pescara (23-29), che culminera' con l'amichevole del 25 luglio, e l'Otto Nazioni di Belgrado in programma dal 3 al 7 agosto. 
 
per saperne di piu' clicca qui


TABELLINO GRECIA-ITALIA 12-9
I 13 DI DEL CT DE CRESCENZO PER ATENE
TABELLINO GRECIA-ITALIA 12-9

Grecia: Deligiannis, Schizas, Mazis 2,
Loudis 1, Chatzitheodorou 1, Theodoropoulos 1,
Christos Afroudakis 1, Kalakonas 1,
Georgios Afroudakis 1, Santa 2, Vlontakis 1,
Voulgarakis, Thomakos 1. All. Campagna.

Italia: Gerini, Postiglione 1, Binchi 1,
Buonocore, Tempesti, Roberto Calcaterra 1,
Fiorentini 3, Mistrangelo, Felugo,
Alessandro Calcaterra 1, Rath 1, Silipo 1,
Bencivenga. All. De Crescenzo.

Arbitri: Legare (Can) e Margeta (Slo)
Note: parziali 4-2, 2-4, 2-2, 4-1.
Superiorità numeriche: Grecia 6/8,
Italia 6/11. Espulsi a 6'02" del terzo
tempo Christos Afroudakis (G) per proteste,
a 1'13" del quarto tempo Schizas (G)
per gioco violento. Uscito per limite
di falli Mazis (G) a 5'01" del quarto
tempo. Spettatori 5.000 circa.
In tribuna il Presidente della FIN
Paolo Barelli.

RISULTATI INCONTRI (16-18/7)
16 luglio, quarti di finale
Serbia & Montenegro-Spagna 7-5
Grecia-Stati Uniti 13-12 shot out

17 luglio, semifinali
finale 5. posto
Spagna-Stati Uniti 11-10 shot out
Grecia-Ungheria 5-10
Serbia & Montenegro-Italia 10-7

18 luglio, finali
bronzo Grecia-Italia 12-9
oro Ungheria-Serbia & Montenegro 12-8

ALBO D'ORO
2002: 1. Russia, 2. Spagna, 3. Ungheria
2003: 1. Ungheria, 2. Italia, 3. Usa

CLASSIFICA E PREMI EDIZIONE 2004
1^ Ungheria 100,000 US$
2^ Serbia & Montenegro 70,000 US$
3^ Grecia 50,000 US$
4^ Italia 35,000 US$
5^ Spagna 30,000 US$
6^ Stati Uniti 25,000 US$
7^ Australia 25,000 US$
8^ Brasile 25,000 US$

I 13 CONVOCATI PER LE OLIMPIADI
Portieri: Marco Gerini e Stefano Tempesti
Difensori: Leonardo Binchi, Fabrizio
Buonocore, Francesco Postiglione,
Carlo Silipo
Centrovasca: Maurizio Felugo
Attaccanti: Alberto Angelini, Goran Fiorentini,
Bogdan Rath
Centroboa: Fabio Bencivenga, Alessandro
e Roberto Calcaterra
Esclusi: Fabio Violetti (portiere),
Andrea Mangiante (difensore), Federico
Mistrangelo e Luigi Di Costanzo (attaccanti),
Arnaldo Deserti (centroboa)

Francesco Passariello
Nostro inviato