Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Olimpiadi di Atene Nazionali a caccia del podio

News Pallanuoto precedenti
images/joomlart/article/large/f1fee6f223a43d01711201e511de6539.jpg

Settebello e Setterosa partono dall'argento dei mondiali di Barcellona. De Crescenzo: "L'importante sarà superare la prima fase, quella delle responsabilità", Formiconi: "Vogliamo l'oro per coronare un ciclo storico"

ROMA
Entrambi hanno superato da un po' i cinquantanni, sono alla prima Olimpiade della carriera, hanno conquistato l'argento ai Mondiali di Barcellona e puntano al podio. Il Ct del Settebello Paolo De Crescenzo e il Ct del Setterosa Pieruigi Formiconi sono le due facce della pallanuoto italiana. Riflessivo, introverso e silenzioso il primo, vulcanico, aggressivo e anticonformista il secondo; eppure in vasca è lo stesso verbo: ordine, difesa, tattica, determinazione, applicazione maniacale "perché solo così si può vincere", ripetono ovunque.
Paolo De Crescenzo è alla guida della Nazionale da due anni nei quali ha raccolto gli argenti ai Mondiali e alla World League del 2003. Rispetto a Barcellona ha apportato solo una modifica ai tredici, sosituendo Andrea Mangiante con Leonardo Binchi. Una scelta all'insegna della continuità. "Era giusto confermare i ragazzi che hanno sfiorato il titolo iridato - spiega De Crescenzo - L'estate scorsa siamo stati battuti dall'Ungheria solo ai supplementari. Mi spiace per chi non ci sarà. Se avessi potuto, avrei convocato tutti i 18 atleti coi quali ho effettuato la preparazione".
Il Settebello è un gruppo eterogeneo che va dall'olimpionico del 1992 capitan Carlo Silipo agli esordienti Fabrizio Buoncore, Maurizio Felugo e Goran Fiorentini. "Per me l'Olimpiade rappresenta il coronamento di un lunghissimo periodo di attività sportiva cominciato nel 1961 alla Canottieri Napoli" racconta De Crescenzo che da allora ha vinto quattro scudetti, una coppa dei campioni e una coppa Italia da giocatore, e nove scudetti, due coppe dei campioni, una coppa delle coppe e una coppa Italia da tecnico del Posillipo. Nel mezzo 30 presenze nella Nazionale di Gianni Lonzi. "Arrivare ai Giochi olimpici dopo un cammino così lungo non attutisce l'emozione, anzi l'amplifica.E' così anche per i ragazzi. Per molti di loro sarà l'ultima volta, per altri la prima. Tutti hanno voglia di arrivare più avanti possibile: c'è emozione, voglia di incidere, di lasciare un segno profondo".
Il Settebello esordirà il giorno di Ferragosto contro la Spagna, poi Australia, Germania, Egitto e Grecia. Un girone più abbordabile rispetto all'altro (Russia, Serbia Montenegro, Croazia, Usa, Ungheria, Kazakistan), ma comunque ricco di insidie "per la presenza della Grecia e per la difficoltà dei successivi incroci", ammonisce De Crescenzo che predica attenzione. "L'obiettivo principale è raggiungere la seconda fase, magari col primo posto: al contrario delle apparenze superare il girone di qualificazione è l'ostacolo più grande, significa mettersi alle spalle la fase della responsabilità". 
Difficile azzardare pronostici, anche se De Crescenzo non si sottrae. "Siamo i vice campioni del mondo - conclude - Inutile nascondersi. L'obiettivo è raggiungere le semifinali e giocarsi il podio. Ungheria e Serbia & Montenegro restano le favorite, ma noi siamo ad un passo. Lo abbiamo già dimostrato a Barcellona, quando con la migliore partita della mia gestione abbiamo battuto i serbi in semifinale: quello è l'esempio da seguire".
Punta dritto alla finale, invece, Ct Pierluigi Formiconi, una lunga carriera alle spalle da giocatore, il titolo italiano conquistato da allenatore con la Roma nel 1999 e quattro europei e due mondiali vinti col Setterosa delle meraviglie negli ultimi nove anni. Un palmares ineguagliabile, nel quale manca però la medaglia olimpica, "ma solo perché non ci fecero partecipare alle Olimpiadi di Sydney", sottolinea con l'orgoglio ferito. Una ferita irrimarginabile per la Nazionale d'oro, campione del mondo e d'Europa che nel 2000 fu eliminata dalla Russia nel corso del torneo preolimpico di Palermo. "Non dimenticherò mai quel giorno: preferirono adottare criteri geopolitici a tecnici. Così perdemmo una partita e un sogno". Che ora la Nazionale è pronta ad inseguire con tutte le sue forze. "Puntiamo alla finale, all'oro olimpico. Sarebbe la conclusione di un ciclo meraviglioso. Temo solo l'emozione, non l'Ungheria, non gli Stati Uniti, né la Grecia padrona di casa: siamo tutti alla pari".
Anche per Formiconi è la prima Olimpiade, la sfiorò nel 1972 "ma il Ct Maioni non mi convocò per colpa di una squalifica pesante in campionato. Si affidò alla vecchia guardia e non fu ripagato...".  
L'Italia esordirà il 16 con l'Australia oro uscente, poi Grecia e Kazakistan. "L'imperativo è evitare i quarti ed arrivare subito in zona medaglia". Dove ogni incrocio sarà difficile. "Inevitabile - conclude Formiconi - ma più per gli altri. Noi siamo sempre abituati a giocare per vincere, non falliamo. Chiedetelo a Cristiana Conti, Martina Miceli, Lilli Allucci e Giusi Malato. Loro sono qui per vincere e basta. Il futuro è di Elena Gigli, Tania Di Mario, Manuela Zanchi. Per loro ci potrebbe essere anche una seconda opportunità, ma per altre, negata Sydney, questa sarà la prima e ultima: così come forse sarà per me".
 
clicca qui per consultare le schede degli azzurri


CALENDARIO INCONTRI, PODI OLIMPICI
FORMAZIONI ITALIANE MEDAGLIATE OLIMPICHE
PARTENZA PER ATENE 12 AGOSTO
RITORNO DA ATENE 30 AGOSTO

IL SETTEBELLO
Portieri: Marco Gerini e Stefano Tempesti
Difensori: Leonardo Binchi, Fabrizio Buonocore,
Francesco Postiglione, Carlo Silipo
Centrovasca: Maurizio Felugo
Attaccanti: Alberto Angelini, Goran Fiorentini,
Bogdan Rath
Centroboa: Fabio Bencivenga,
Alessandro e Roberto Calcaterra

Capo Delegazione Paolo Barelli
Team Manager Lorenzo Ravina
Ct. Paolo De Crescenzo
Assistente Tecnico Francesco Attolico
Assistente Tecnico Gianni Fedele
Preparatore atletico Dino Sangiorgio
Medico Giovanni Melchiorri
Fisioterapista Massimiliano Sarti
Arbitro Roberto Petronilli

CALENDARIO INCONTRI SETTEBELLO
15-29 AGOSTO

Girone A: Russia, Serbia Montenegro,
Croazia, Usa, Ungheria, Kazakistan
Girone B: Germania, Egitto, Italia,
Spagna, Australia, Grecia

15 Agosto:
1 ore 09.30 Egitto-Australia
2 ore 10.45 Russia-Kazakistan
3 ore 16.30 Serbia Montenegro-Ungheria
4 ore 17.45 Italia-Spagna
5 ore 21.00 Germania-Grecia
6 ore 22.15 Croazia-Stati Uniti

17 Agosto:
7 ore 09.30 Australia-Italia
8 ore 10.45 Germania-Egitto
9 ore 16.30 Kazakistan-Stati Uniti
10 ore 17.45 Russia-Serbia Montenegro
11 ore 21.00 Grecia-Spagna
12 ore 22.15 Ungheria-Croazia

19 Agosto:
13 ore 09.30 Serbia Montenegro-Kazakistan
14 ore 10.45 Stati Uniti-Ungheria
15 ore 16.30 Spagna-Australia
16 ore 17.45 Italia-Germania
17 ore 21.00 Egitto-Grecia
18 ore 22.15 Croazia-Russia

21 Agosto:
19 ore 09.30 Kazakistan-Ungheria
20 ore 10.45 Egitto-Italia
21 ore 16.30 Germania-Spagna
22 ore 17.45 Grecia-Australia
23 ore 21.00 Serbia Montenegro-Croazia
24 ore 22.15 Russia-Stati Uniti

23 Agosto:
25 ore 09.30 Germania-Australia
26 ore 10.45 Croazia-Kazakistan
27 ore 17.00 Spagna-Egitto
28 ore 18.15 Russia-Ungheria
29 ore 21.00 Stati Uniti-Serbia Montenegro
30 ore 22.15 Italia-Grecia

- QUARTI DI FINALE
25 Agosto:
31 ore 09.30 7^ in classifica-12^ in classifica
32 ore 10.45 7^ in classifica-12^ in classifica
33 ore 17.00 Quarti di Finale 01
34 ore 18.15 Quarti di Finale 02

- SEMIFINALI
27 Agosto:
35 ore 09.30 11^ in classifica-12^ in classifica
36 ore 10.45 7^ in classifica-10^ in classifica
37 ore 17.00 7^ in classifica-10^ in classifica
38 ore 18.15 Semifinale 01
39 ore 21.00 Semifinale 02

- FINALI
29 Agosto:
ore 09.30 perdente game 36-perdente game 37
ore 10.45 vincitore game 36-vincitore game 37
ore 12.00 perdente game 33-perdente game 34
ore 16.00 perdente game 38-perdente game 39
ore 17.30 vincitore game 38- vincitore game 39
ore 22.15

I PODI OLIMPICI
1900 Osborne (USA), Bruxelles (BEL), Paris (FRA)
1904 New York (USA), Chicago (USA), Missouri (USA)
1908 Gran Bretagna, Belgio, Svezia
1912 Gran Bretagna, Svezia, Belgio
1920 Gran Bretagna, Belgio, Svezia
1924 Francia, Belgio, Usa
1928 Germania, Ungheria, Francia
1932 Ungheria, Germania, Usa
1936 Ungheria, Germania, Belgio
1948 ITALIA, Ungheria, Olanda
1952 Ungheria, Jugoslavia, ITALIA
1956 Ungheria, Jugoslavia, Urss
1960 ITALIA, Urss, Ungheria
1964 Ungheria, Jugoslavia, Urss
1968 Jugoslavia, Urss, Ungheria
1972 Urss, Ungheria, Usa
1976 Ungheria, ITALIA, Olanda
1980 Urss, Jugoslavia, Ungheria
1984 Jugoslavia, Usa, Germania Ovest
1988 Jugoslavia, Usa, Urss
1992 ITALIA, Spagna, CSI
1996 Spagna, Croazia, ITALIA
2000 Ungheria, Russia, Jugoslavia

FORMAZIONI ITALIANE MEDAGLIATE
ORO (3)
- Londra 1948: P. Buonocore, Bulgarelli,
Rubini, Ognio, Pandolfini, Ghira,
Arena, Majoni, Pandolfini, Toribolo,
Fabiano

- Roma 1960: Rossi, D'Altrui, Pizzo,
Lonzi, Bardi, Lavoratori, Parmegiani,
Ambron, Gionta, Guerrini,
L. Mannelli, Spinelli

- Barcellona 1992: Attolico, D'Altrui,
Bovo, G. Porzio, Campagna, Caldarella,
Fiorillo, F. Porzio, Pomilio, Gandolfi,
Ferretti, Silipo, Averaimo

ARGENTO (1)
- Montreal 1976: Alberani, Simeoni,
Baracchini, S. Marsili, Del Duca,
G. De Magistris, S. Ghibellini,
Panerai, Castagnola, E. D'Angelo,
R. De Magistris

BRONZO (2)
- Helsinki 1952: Gambino, Polito, Rubini,
Ognio, M. Mannelli, De Sanzuane, Arena,
Peretti, Trajola, Gionta, Ceccarini

- Atlanta 1996: Attolico, Gerini,
Postiglione, Bovo, Bencivenga,
A. Calcaterra, R. Calcaterra,
Giustolisi, Angelini, Pomilio,
Sottani, Silipo, A. Ghibellini

PARTENZA PER ATENE 12 AGOSTO
RITORNO DA ATENE 1 SETTEMBRE

IL SETTEROSA
Portieri: Cristiana Conti ed Elena Gigli
Difensori: Cinzia Ragusa, Martina Miceli,
Noemi Toth, Maddalena Musumeci
Centrovasca: Carmela Allucci
Attaccanti: Tania Di Mario, Silvia Bosurgi,
Melania Grego, Emanuela Zanchi
Centroboa: Giusi Malatao e Alexandra Araujo

Capo Delegazione Paolo Barelli
Team Manager Lorenzo Ravina
Ct. Pierluigi Formiconi
Assistente Ct. Mauro Maugeri
Dirigente accompagnatore Giuseppe Aglialoro
Medico Nicola Armentano
Preparatore Atletico Mario Andolfi
Fisioterapista Valentina Sacchi

CALENDARIO INCONTRI SETTEROSA
16-26 AGOSTO
Girone A: Grecia, Australia, Italia,
Kazakistan
Girone B: Russia, Usa, Ungheria, Canada

16 Agosto:
1 09.30 Stati Uniti-Ungheria
2 10.45 Australia-Italia
3 16.30 Russia-Canada
4 17.45 Grecia-Kazakistan

18 Agosto:
5 09.30 Australia-Kazakistan
6 10.45 Stati Uniti-Canada
7 16.30 Russia-Ungheria
8 17.45 Grecia-Italia

20 Agosto:
9 09.00 Italia-Kazakistan
10 10.15 Stati Uniti-Russia
11 16.45 Ungheria-Canada
12 18.00 Australia-Grecia

- QUARTI DI FINALE
22 Agosto:
13 10.45 7^ in classifica-8^ in classifica
14 17.00 Quarti di Finale 01
15 18.15 Quarti di Finale 02

- SEMIFINALE
24 Agosto:
16 10.45 5^ in classifica-6^ in classifica
17 17.00 Semifinale 01
18 18.15 Semifinale 02

- FINALI
26 Agosto:
19 17.00 Perdente game 17-perdente game 18
20 18.15 vincitore game 17-vincitore game 18

ALBO D'ORO 2000: Australia, USA, Russia