Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

World League Italia-Ungheria 11-14

News Pallanuoto precedenti
images/joomlart/article/0db3d841012f4a570513cfff8327aa6d.jpg

Prima sconfitta nelle semifinali. Partita nervosa: Di Costanzo e Vittorioso espulsi e 31 falli gravi commessi. Felugo e Angelini autori di una tripletta

LONG ISLAND
Prima sconfitta per l'Italia nelle semifinali di Long Island, in World League. Gli azzurri sono stati battuti dall'Ungheria campione di tutto per 14-11 al termine di una partita nervosissima chiusa senza Vittorioso e Di Costanzo, espulsi per gioco violento, e con 31 falli gravi complessivamente commessi.
Il grande protagonista dell'incontro e' stato Gergely Kiss, mancino ex Canottieri Napoli e Posillipino a referto con 5 reti. Per la Nazionale di Formiconi, oggi squalificato e sostituito in panchina dal secondo Ciocchetti, a segno Felugo e Angelini, autori d una tripletta, Fiorentini e Bencivenga, doppiette, e Postiglione.
Nell'altro incontro della notte, gli Stati Uniti hanno sconfitto la Croazia per 12-11 (3-2, 4-4, 2-3, 3-2), avvicinando ulteriormente l'Italia alle final six in programma a Belgrado dall'11 al 14 agosto prossimi.
L'Italia tornerà in vasca nella notte tra domenica e lunedì con la Russia.
 
clicca qui per consultare programma, tabellini e classifiche


Italia-Ungheria 11-14 TABELLINO
Italia: Violetti, Postiglione 1,
Binchi, Buonocore, Onofrietti,
Felugo 3, Fiorentini 2, Angelini 3,
Di Constanzo, Vittorioso, Rath,
Mangiante, Bencivenga 2. All. Ciocchetti

Ungheria: Szecsi, D. Varga 1, Madaras 1,
A. Steinmetz, Kasas 1, Vari,
G. Kiss 5, Fodor, Gergely,
Molnar 3, Biros 3. All. Kemeny

Arbitri: Chaney (Usa) e Vuletic (Cro).
Note: parziali 1-4, 3-3, 3-2, 4-5.
Espulsi per gioco violento
nel secondo tempo Di Costanzo (I),
nel quarto Vittorioso (I).
Superiorità numeriche: Italia 9/18,
Ungheria 7/13. Spettatori 700 circa.