Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Coppa F.I.N.A. L'Italia guarda al futuro

News Pallanuoto precedenti
images/joomlart/article/b69e0cac728e541366d1842d6bd0cb6f.jpg

Il Ct azzurro Malara stila il bilancio e sottolinea lo spirito di gruppo e la crescita della squadra. Molto soddisfatto il vicepresidente federale Ravina. La Coppa alla Serbia & Montenegro

BUDAPEST
Si torna in Italia con il quinto posto nella 13^ Coppa Fina e la certezza di avere un gruppo giovane e molto valido. Una squadra unita, dove tutti sono al servizio di tutti. Dove il Comissario Tecnico Paolo Malara (nella foto di Francesco Grillone) ha impartito delle regole semplici ma efficaci. Dove lo spirito di sacrificio e la voglia di vincere sono le qualitá migliori. C'é ancora da lavorare. Lo ammette l'allenatore. Ma l'inizio é certamente incoraggiante.
Paolo Malara, soddisfatto? "Il bilancio per me é molto positivo. Il quinto posto in Coppa del Mondo é un risultato che va apprezzato e che puó anche portarci ai Mondiali del 2007. Un risultato che mi permette di valutare le cose, far riposare i giocatori, a cominciare da quelli che hanno disputato le finali scudetto che si fermeranno fino al 2 luglio e preparare gli Europei. I giocatori hanno bisogno di due settimane di riposo e per questo ho deciso di alternarli".
Programmi? "Ho giá in mente il programma di avvicinamento ai Campionati Europei che non trascurerá affatto la World League. Fino al 12 agosto lavoreró con un gruppo allargato di giocatori, che scenderanno a 17 per il torneo in Romania a Ferragosto e a 15 per gli Europei".
Tutti i giocatori dicono che questa Nazionale é un gruppo affiatato e un ambiente sereno, dove ci sia aiuta vicendevolmente. Qual é il segreto di Malara? "Nessun segreto. All'inizio sono state fatte delle scelte e piano piano abbiamo costruito insieme. Anche i senatori e chi é tornato in Nazionale si sono adattati facilmente al nuovo spirito e hanno contribuito al buon equilibrio raggiunto".
Qual é la partita che preferisce tra quelle giocate in Coppa Fina? "Per assurdo quella con la Spagna, perché é stata molto utile e ci ha dato la possibilitá di vedere le cose che dobbiamo migliorare, cose che altrimenti potevano essere nascoste da un risultato positivo. E' stata una sconfitta salutare per tutti, staff e giocatori".
E se dovesse sceglierne un'altra? "L'ultima. La reazione di ieri con la Romania mi  é piaciuta moltissimo. Nonostante l'inizio poco brillante la squadra non si é disunita e ha lavorato fino alla fine per il risultato. Recuperando dallo 0-3 ha dimostrato carattere e forza di gruppo. Due ottime qualitá che non dovremo perdere e che rappresentano i nostri punti di forza".
Sorride il vicepresidente della Federazione Italiana Nuoto Lorenzo Ravina, che in questi giorni é stato sempre vicino alla squadra. Soddisfatto anche lei? "Sono piú che soddisfatto. Abbiamo disputato una buona Coppa Fina. Questo quinto posto é importante. La squadra é giovane, i ragazzi vengono da una stagione molto impegnativa e sono comprensibilmente stanchi. Per tre tempi siamo stati alla pari con l'Ungheria, abbiamo battuto la Grecia e due volte la Romania. L'unica partita brutta é stata quella con la Spagna, dove forse eravamo troppo sicuri dei nostri mezzi. I nostri obiettivi sono chiari. Stiamo lavorando in prospettiva futura, per i Giochi Olimpici di Pechino ma anche per gli Europei e i Mondiali. Continuiamo cosí. La strada é quella giusta".

XIII COPPA FINA
BUDAPEST, 13-18 GIUGNO 2006
FASE PRELIMINARE

1^ GIORNATA - 13 GIUGNO
CROAZIA-RUSSIA 12-9 4-3, 1-3, 4-2, 3-1
GRECIA-ROMANIA 7-8 2-3, 2-1, 1-1, 2-3
ITALIA-UNGHERIA 6-10 2-2, 1-2, 1-3, 2-3
SCG-SPAGNA 7-6 2-4, 2-0, 2-2, 1-0

2^ GIORNATA - 14 GIUGNO
CROAZIA-SPAGNA 8-8 2-3, 2-1, 3-2, 1-2
SCG-RUSSIA 13-7 3-1, 4-4, 2-0, 4-2
GRECIA-UNGHERIA 7-14 4-4, 2-3, 0-4, 1-3
ITALIA-ROMANIA 7-5 1-1, 2-1, 1-1, 3-2

3^ GIORNATA - 15 GIUGNO
RUSSIA-SPAGNA 6-10 1-3, 2-2, 1-2, 2-3
GRECIA-ITALIA 5-7 1-1, 3-1, 1-4, 0-1
ROMANIA-UNGHERIA 6-14 4-5, 1-3, 0-3, 1-3
CROAZIA-SCG 8-9 1-3, 2-0, 2-4, 3-2

CLASSIFICHE

GRUPPO A

UNGHERIA 6
ITALIA 4
ROMANIA 2
GRECIA 0

GRUPPO B

SERBIA & MONTENEGRO 6
CROAZIA 3
SPAGNA 3
RUSSIA 0
NB. Croazia seconda per aver realizzato

un maggior numero di gol contro
la capolista Serbia

FINALE 7° E 8° POSTO - 16 GIUGNO
GRECIA-RUSSIA 10-6 2-2, 3-2, 3-2, 2-0

QUARTI DI FINALE - 16 GIUGNO
ROMANIA-CROAZIA 7-10 2-2, 2-2, 3-4, 0-2
ITALIA-SPAGNA 3-9 0-1, 0-4, 3-1, 0-3

FINALE 5° E 6° POSTO - 17 GIUGNO
ROMANIA-ITALIA 4-7 2-0, 1-4, 1-1, 0-2

SEMIFINALI - 17 GIUGNO
UNGHERIA-CROAZIA 10-6 2-1, 4-1, 2-3, 2-1
SCG-SPAGNA 13-8 5-2, 3-2, 3-2, 2-2

FINALI - 18 GIUGNO
3° E 4° POSTO
CROAZIA-SPAGNA 10-13 2-3, 2-3, 2-5, 4-2
FINALE 1° E 2° POSTO
UNGHERIA-SCG 9-10 dts 1-3, 2-2, 2-1, 3-2, 1-1, 0-1

CLASSIFICA FINALE

1. SERBIA & MONTENEGRO
2. UNGHERIA
3. SPAGNA
4. CROAZIA
5. ITALIA
6. ROMANIA
7. GRECIA
8. RUSSIA

L'ALBO D'ORO DELLA COPPA FINA

1979 BELGRADO E FIUME UNGHERIA
1981 LONG BEACH UNIONE SOVIETICA
1983 MALIBU UNIONE SOVIETICA
1985 DUISBURG GERMANIA OVEST
1987 SALONICCO JUGOSLAVIA
1989 BERLINO OVEST JUGOSLAVIA
1991 BARCELLONA STATI UNITI
1993 ATENE ITALIA
1995 ATLANTA UNGHERIA
1997 ATENE STATI UNITI
1999 SYDNEY UNGHERIA
2002 BELGRADO RUSSIA
2006 BUDAPEST SERBIA MONTENEGRO

I PIAZZAMENTI DELL'ITALIA IN COPPA FINA

1979 SESTA
1981 ASSENTE
1983 BRONZO
1985 QUINTA
1987 QUINTA
1989 ARGENTO
1991 ASSENTE
1993 ORO
1995 ARGENTO
1997 QUINTA
1999 ARGENTO
2002 QUARTA
2006 QUINTA

Massimo Cicerchia
Nostro Inviato