Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Europei di Malaga<br>Doppio successo

News Pallanuoto precedenti
images/joomlart/article/b6eb22171763ee847cc9410cd366370d.jpg

Il Setterosa, sotto 4-1 a inizio terzo tempo, pareggia 4-4 con l'Ungheria grazie a una tripletta di Casanova e sfiora il successo nel finale. Il Settebello batte la Romania 12-7 con una partenza perentoria: 5-0!

MALAGA
Il Setterosa pareggia con l'Ungheria 4-4 la partita inaugurale della 12esima edizione del Campionato Europeo di pallanuoto femminile, in svolgimento al "Centro Aquatico" di Malaga, e valida per la prima giornata del girone B. Il Settebello, che ieri aveva sconfitto all'esordio della 28esima edizione la Russia 12-6, batte la Romania 12-7 nella seconda giornata del girone B.
      
Setterosa
Un'Italia tutta grinta e determinazione recupera una partita che sembrava compromessa sul 4-1 per l'Ungheria dopo appena 30 secondi del terzo tempo, aggancia il 4-4 a 4'44 del quarto tempo e sfiora più volte il gol vittoria.
Un pareggio importante, che trasmette morale e dimostra come le Azzurre possano battere chiunque.
La protagonista dell'incontro è stata Elisa Casanova che, nonostante il mal di schiena, ha realizzato tre gol: il 2-4 con una beduina, il 3-4 chiudendo una controfuga articolata da Zanchi e Ragusa che ha disegnato un perfetto triangolo in vasca, il pareggio in superiorità numerica. In precedenza Di Mario aveva superato per la prima volta Horvath dopo 30 secondi del secondo tempo, quando l'Ungheria viaggiava sul 2-0 grazie alle reti di Agnes Valkai in superiorità numerica e Pelle, autrice di un diagonale. Poi l'allungo magiaro con due reti di Dravucz, una in controfuga, l'altra con un diagonale passato sotto le braccia di Di Mario e Gigli. Un break vano, recuperato grazie all'esperienza di un gruppo che non molla mai, capace di imprese storiche. "Il pareggio è il risultato più giusto - sottolinea il Ct Mauro Maugeri - All'inizio abbiamo sofferto le loro capacità di tiro e nuoto. Poi Gigli ha compiuto un paio di interventi importanti e dato sicurezza al reparto, le ragazze si sono sciolte atleticamente, hanno contrastato la velocità avversaria che ha caratterizzato i primi due tempi e hanno giocato con maturità senza lasciarsi condizionare dal passivo. Negli ultimi minuti siamo stati anche un po' sfortunati, qualche palo di troppo ci ha impedito di vincere, ma abbiamo ancora una volta dimostrato di poter battere tutti e che per sconfiggerci devi riuscirci due volte nella stessa partita. Un plauso particolare a Casanova - conclude il cittì - che, nonostante il mal di schiena, ha lavorato per la squadra realizzando tre gol". Domani l'Italia affronterà alle 12 la Grecia che superò nella finale olimpica di Atene 2004.
    
Italia-Ungheria 4-4
Italia: Gigli, Miceli, Casanova 3, Bosurgi, Erszbeth Valkai, Zanchi, Di Mario 1, Ragusa, Pavan, Rocco, Musumeci, Frassinetti, Brancati. All. Maugeri.
Ungheria: Horvath, Szremko, Bujka, Kisteleki, Stieber, Takacs, Dravucz 2, Zantleitner, Gyore, Pelle 1, Primasz, Agnes Valkai 1, Sos. All. Godova.
Arbitri: Kratochvil (Svc) e Naumov (Rus).
Note: parziali 0-2, 1-1, 1-1, 2-0. Uscita per limite di falli Takacs (U) a 4'35 del quarto tempo. Superiorità numeriche: Italia 2/5, Ungheria 1/5. Bosurgi (I) colpisce il palo su rigore a 1'09 del terzo tempo, sull'1-4. Spettatori 300 circa.
     
Settebello
Continua a punteggio pieno il cammino del Settebello nel girone B: dopo il 12-6 imposto alla Russia, gli Azzurri battono la Romania 12-7. Un successo netto che conferma le risposte confortanti ricevute: difesa attenta, molteplici soluzioni offensive, intensità, coesione del gruppo. Migliorano anche i movimenti in superiorità numerica e il controllo con l'uomo in meno. Una crescita graduale che ha permesso all'Italia di archiviare la partita con la Romania (già sconfitta ieri dalla Macedonia 10-6) nei primi dieci minuti (5-0) e cancellare l'eliminazione nei quarti di finale dell'Europeo di Belgrado 2006 con gli Azzurri passati dal 9-6 al 9-10 conclusivo. Gli autori del break risolutivo sono stati Mangiante (servito da Sottani in controfuga), Gallo, autore di un gol in superiorità numerica e di un rigore, Sottani con l'uomo in più e Bencivenga con una straordinaria beduina; ma a prescindere dai singoli, è stata molto positiva la risposta della squadra che ha consentito alla Romania di realizzare solo due gol a uomini pari, il primo dopo 12'44: Negrear per il 5-1. A segno ben otto giocatori di movimento su dieci a disposizione considerata l'assenza di Presciutti, fermato dall'influenza. "Sono molto contento - afferma il Ct Paolo Malara - Rispetto alla partita con la Russia, siamo partiti subito con determinazione; abbiamo controllato in difesa e piazzato il break che poi ci ha consentito di gestire agevolmente il ritorno avversario. La squadra ha giocato in maniera propositiva e concentrata; ha subito solo un calo a cavallo del terzo e quarto tempo".
Domani, alle 19.30, c'è la Germania che ha sconfitto la Russia 13-4. Un'ulteriore indicazione verso il match che potrebbe definire il primato del girone contro i campioni d'Europa della Serbia in programma martedì alle 19.30.
  
Romania-Italia 7-12
Romania: Nenciu, Radu, Ridzyk 2, Ghiban, Iosep, Busila 1, Dunca 1, Negrean 2, Andrei Dina 1, Georgescu, Matei, Kadar, Dinu. All. Rusu.
Italia: Tempesti, Gallo 3 (2 rig.), Binchi, Gitto 1, Giorgetti 1, Felugo 1, Mangiante 1, Bencivenga 2, Calcaterra, Sottani 2, Mistrangelo 1, Violetti. All. Malara.
Arbitri: Koganov (Aze) e Moliner (Spa).
Note: parziali 0-4, 2-3, 3-2, 2-3. Espulso con sostituzione Iosep (R) a 0'45 del terzo tempo. Usciti per limite di falli Radu (R) a 3'15 del quarto tempo e Binchi (I) a 7'12. Superiorità numeriche: Romania 5/12, Italia 6/9. Spettatori 300 circa.
 
consulta il sito ufficiale


EUROPEI DI MALAGARISULTATI, CLASSIFICHE, CALENDARI
- CAMPIONATO MASCHILE -

CLASSIFICHE

Girone A: Ungheria e Montenegro 6,
Grecia e Croazia 3,
Spagna e Slovacchia 0
Girone B: Serbia e Italia 6,
Macedonia e Germania 3,
Romania e Russia 0

Sabato 5/7
Macedonia-Serbia (B) 6-23
Ungheria-Slovacchia (A) 19-3
Germania-Russia (B) 13-4
Romania-Italia (B) 7-12
Montenegro-Grecia (A) 11-10
Spagna-Croazia (A) 7-11

GIA' GIOCATE

Venerdì 4/7
Slovacchia-Grecia (A) 3-12
Macedonia-Romania (B) 10-6
Serbia-Germania (B) 17-5
Russia-Italia (B) 6-12
Ungheria-Croazia (A) 10-9
Spagna-Montenegro (A) 7-8

PROGRAMMA

Domenica 6/7
Russia-Macedonia (B) alle 9.30
Serbia-Romania (B) alle 11
Ungheria-Grecia (A) alle 12.30
Croazia-Montenegro (A) alle 18
Italia-Germania (B) alle 19.30
Slovacchia-Spagna (A) alle 21

Lunedì 7/7
Romania-Germania (B) alle 9.30
Croazia-Slovacchia (A) alle 11
Macedonia-Italia (B) alle 12.30
Serbia-Russia (B) alle 18
Ungheria-Montenegro (A) alle 19.30
Spagna-Grecia (A) alle 21

Martedì 8/7
Slovacchia-Montenegro (A) alle 9.30
Germania-Macedonia (B) alle 11
Russia-Romania (B) alle 12.30
Grecia-Croazia (A) alle 18
Italia-Serbia (B) alle 19.30
Ungheria-Spagna (A) alle 21

Mercoledì 9/7
A5-B6 alle 16.30
(1° quarto di finale per il 7° posto)
A6-B5 alle 18
(2° quarto di finale per il 7° posto)
A2-B3 alle 19.30
(1° quarto di finale)
A3-B2 alle 21
(2° quarto di finale)

Venerdì 11/7
finale 11° posto alle 12.30
B4-vinc. 1° quarto di finale per il 5° posto alle 16.30
A4-vinc. 2° quarto di finale per il 5° posto alle 18
A1-vinc. 2° quarto di finale alle 19.30
B1-vinc. 1° quarto di finale alle 21

sabato 12/7
finale nono posto alle 9.30
finale settimo posto alle 11
finale quinto posto alle 12.30

domenica 13/7
finale terzo posto alle 19.30
finale primo posto alle 21

- CAMPIONATO FEMMINILE -

CLASSIFICHE

Girone A: Spagna e Olanda 3, Russia e Germania 0
Girone B: Grecia 3, Italia e Ungheria 1, Francia 0

Sabato 5/7
Italia-Ungheria (B) 4-4
Spagna-Russia (A) 10-9
Olanda-Germania (A) 9-6
Grecia-Francia (B) 15-2

PROGRAMMA

Domenica 6/7
Italia-Grecia (B) alle 12
Olanda-Spagna (A) alle 13.30
Germania-Russia (A) alle 15
Ungheria-Francia (B) alle 16.30

Lunedì 7/7
Olanda-Russia (A) alle 12
Spagna-Germania (A) alle 13.30
Francia-Italia (B) alle 15
Grecia-Ungheria (B) alle 16.30

Martedì 8/7
finale settimo posto alle 12
A4-B4 alle 12
A2-B3 (1° quarto di finale) alle 13.30
A3-B2 (2° quarto di finale) alle 15

Giovedì 10/7
finale quinto posto alle 18
perdente 1°-perdente 2° quarto
semifinali
1A-vincente 2° quarto di finale alle 19.30
1B-vincente 1° quarto di finale alle 21

Sabato 12/7
finale terzo posto alle 19.30
finale primo posto alle 21