instagram

Europei di Malaga<br>Italia-Serbia 8-11

News Pallanuoto precedenti
images/joomlart/article/8b357c91446127a19b82f75d2d717531.jpg

Settebello autore di una prestazione superlativa per tre tempi, poi il ritorno avversario: dal 7-4 all'8-7 all'8-11. Domani alle 21 nei quarti c'è la Croazia. Il Setterosa affronterà la Russia in semifinale giovedì alle 21

MALAGA
Quasi impresa. Il Settebello disputa una delle più belle partite della gestione Malara, arriva sino al 7-4, conduce sull'8-7 a 1'22 dalla fine del terzo tempo, poi subisce il ritorno della Serbia che si impone 11-8 nella quinta e ultima giornata dei preliminari dell'Europeo di pallanuoto maschile, in svolgimento al "Centro Aquatico" di Malaga. Il successo consente ai campioni d'Europa di scavalcare al primo posto della classifica del girone B gli Azzurri e di qualificarsi direttamente alle semifinali. Domani alle 21, l'Italia affronterà nei quarti di finale la Croazia campione del mondo, terza del girone A, allenata dall'ex Ct Ratko Rudic del Settebello campione di tutto.
L'Italia, che non batte la Serbia in una competizione internazionale di rilievo dalle semifinali dei Mondiali di Barcellona 2003 (allora fu 4-2 alla Jugoslavia e poi argento iridato), subisce la personalità avversaria e va sotto 2-0, ma Mistrangelo in superiorità numerica e Mangiante con una conclusione dal perimetro a fil di palo consentono di chiudere il parziale sul 2-2.
Nel secondo tempo l'Italia porta il primo break. Dopo il botta e risposta Vujasinovic-Sottani, entrambi in gol con l'uomo in più, Gallo in superiorità numerica e Presciutti in controfuga realizzano il 5-3. La Serbia accorcia le distanze con Filipovic, ma Mangiante in superiorità numerica e Calcaterra con una beduina strapp'applausi portano l'Italia sul +3 (7-4): un parziale inaspettato, da brividi, che sembra lanciare gli Azzurri verso un'impresa altisonante. In 1'40 invece la Serbia sfrutta una superiorità numerica e due controfalli fischiati all'Italia in attacco e aggancia il pari: una palombella di Sapic, la trasformazione dell'uomo in più di Radjen e un tiro a schizzo di Udovicic firmano il 7-7. L'Italia reagisce e Giorgetti in superiorità numerica segna l'8-7, ma la risposta di Savic è in fotocopia: 8-8 alla fine del terzo tempo.
L'inizio dell'ultimo parziale è terribile: Sapic in superiorità numerica e Prlajnovic con un tiro preciso portano la Serbia sul 10-8. C'è ancora tempo e modo per rimediare, ma Mistrangelo fallisce una facile conclusione in superiorità numerica e Sefik respinge a Gallo il rigore del possibile -1. La Serbia chiude il parziale con l'11-8 di Pijetlovic. Ormai non conta. Restano gli applausi. All'Italia toccano i quarti di finale e la Croazia campione del mondo.
Soddisfatto il Ct Paolo Malara: "Sono contento per la prestazione dei ragazzi - sottolinea - Abbiamo giocato alla pari con una delle squadre più forti del mondo; disputato tre tempi ad altissimo livello. Poi abbiamo commesso dei piccoli errori, qualche controfallo di troppo in attacco e la Serbia ci ha punito. Sul rigore fallito da Gallo si è spenta la nostra spinta agonistica e, per la prima volta dall'inizio del torneo, è prevalso il nervosismo sulla ragione, sulla pazienza. Domani disputeremo i quarti di finale. I ragazzi hanno dimostrato carattere, consapevolezza della propria forza, spirito di coesione e capacità di adattamento agli avversari e agli arbitraggi: meritano una grande soddisfazione contro una grande squadra, la Croazia campione del mondo".
    
Italia-Serbia 8-11
Italia: Tempesti, Gallo 1, Binchi, Gitto, Giorgetti 1, Felugo, Mangiante 2, Presciutti 1, Bencivenga, Calcaterra 1, Sottani 1, Mistrangelo 1, Violetti. All. Malara.
Serbia: Sefik, Prlainovic 1, Radjen 1, Vanja Udovicic 1, Savic 1, Pijetlovic 1, Nikic 1, Filipovic 2, Ciric, Sapic 2, Vujasinovic 1, Pekovic, Soro. All. Dejan Udovicic.
Arbitri: Kiszelly (Ung) e Tulga (Tur).
Note: parziali 2-2, 3-1, 3-5, 0-3. Usciti per limite di falli Gitto (I) a 7'10 del terzo tempo, Filipovic (S) a 4'20 e Udovicic (S) a 5'34 del quarto tempo. Superiorità numeriche: Italia 7/13, Serbia 4/10. Sefik (S) ha parato un rigore a Gallo a 5'34 del quarto tempo, sull'8-10. Spettatori 500 circa.
 
Setterosa
La Russia ha battuto la Grecia 9-7 nei quarti di finale ai Campionati Europei di pallanuoto femminile, in svolgimento al "Centro Aquatico" di Malaga. L'Italia, prima del girone B e ammessa di diritto alle semifinali, affronterà la Russia giovedì alle 21. A Belgrado, nella precedente edizione degli Europei 2006, l'Italia aveva battuto la Russia nel girone eliminatorio 14-12 e poi perso in finale 12-10. Gli ultimi confronti in un torneo di rilevanza internazionale si sono svolti a Imperia nel preolimpico: all'esordio è finito 7-7, in finale ha vinto l'Italia 10-9. Nell'altro quarto di finale l'Ungheria ha battuto l'Olanda 9-7 e ha raggiunto in semifinale la Spagna (giovedì alle 19.30). Nella finale per il settimo posto la Germania ha sconfitto la Francia 8-6. 
   
consulta il sito ufficiale


EUROPEI DI MALAGA
RISULTATI, CLASSIFICHE, PROGRAMMA
- CAMPIONATO MASCHILE -

CLASSIFICHE

Girone A: 1. Montenegro* 12, 2. Ungheria* 12,
3. Croazia 10, 4. Spagna 6, 5. Grecia 4, 6. Slovacchia 0
Girone B: 1. Serbia 13, 2. Italia 12,
3. Germania 9, 4. Macedonia* 4,
5. Romania* 4, 6. Russia 1
* vale lo scontro diretto

Martedì 8/7
Slovacchia-Montenegro (A) 4-13
Germania-Macedonia (B) 7-5
Russia-Romania (B) 10-14
Grecia-Croazia (A) 10-10
Italia-Serbia (B) 8-11
Ungheria-Spagna (A) 8-7

PROGRAMMA

Mercoledì 9/7
A5 Grecia-B6 Russia alle 16.30
(1° quarto di finale per il 5° posto)
A6 Slovacchia-B5 Romania alle 18
(2° quarto di finale per il 5° posto)
A2 Ungheria-B3 Germania alle 19.30
(1° quarto di finale)
A3 Croazia-B2 Italia alle 21
(2° quarto di finale)

Venerdì 11/7
6A Slovacchia-6B Russia
finale 11° posto alle 12.30
B4 Macedonia-vinc. 1° quarto di finale
per il 7° posto alle 16.30
A4 Spagna-vinc. 2° quarto di finale
per il 7° posto alle 18
A1 Montenegro-vinc. 2° quarto di finale alle 19.30
B1 Serbia-vinc. 1° quarto di finale alle 21

Sabato 12/7
finale nono posto alle 9.30
finale settimo posto alle 11
finale quinto posto alle 12.30

Domenica 13/7
finale terzo posto alle 19.30
finale primo posto alle 21

GIA' GIOCATE

Venerdì 4/7
Slovacchia-Grecia (A) 3-12
Macedonia-Romania (B) 10-6
Serbia-Germania (B) 17-5
Russia-Italia (B) 6-12
Ungheria-Croazia (A) 10-9
Spagna-Montenegro (A) 7-8

Sabato 5/7
Macedonia-Serbia (B) 6-23
Ungheria-Slovacchia (A) 19-3
Germania-Russia (B) 13-4
Romania-Italia (B) 7-12
Montenegro-Grecia (A) 11-10
Spagna-Croazia (A) 7-11

Domenica 6/7
Russia-Macedonia (B) 9-9
Serbia-Romania (B) 6-6
Ungheria-Grecia (A) 8-3
Croazia-Montenegro (A) 7-6
Italia-Germania (B) 12-6
Slovacchia-Spagna (A) 4-12

Lunedì 7/7
Romania-Germania (B) 4-8
Croazia-Slovacchia (A) 15-5
Macedonia-Italia (B) 5-11
Serbia-Russia (B) 11-6
Ungheria-Montenegro (A) 9-10
Spagna-Grecia (A) 9-7

- CAMPIONATO FEMMINILE -

Martedì 8/7
finale settimo posto alle 12
A4 Germania-B4 Francia 8-6
1° quarto di finale
A2 Russia-B3 Grecia 9-7
2° quarto di finale
A3 Olanda-B2 Ungheria 7-9

PROGRAMMA

Giovedì 10/7
finale quinto posto
Grecia-Olanda alle 18
semifinali
1A Spagna-Ungheria alle 19.30
1B Italia-Russia alle 21

Sabato 12/7
finale terzo posto alle 19.30
finale primo posto alle 21

GIA' GIOCATE

Sabato 5/7
Italia-Ungheria (B) 4-4
Spagna-Russia (A) 10-9
Olanda-Germania (A) 9-6
Grecia-Francia (B) 15-2

Domenica 6/7
Italia-Grecia (B) 10-9
Olanda-Spagna (A) 10-10
Germania-Russia (A) 10-17
Ungheria-Francia (B) 10-5

Lunedì 7/7
Olanda-Russia (A) 7-8
Spagna-Germania (A) 13-7
Francia-Italia (B) 3-18
Grecia-Ungheria (B) 7-7

Girone A: Spagna 7, Russia 6,
Olanda 4, Germania 0
Girone B: Italia 7, Ungheria 5,
Grecia 4, Francia 0