Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

World League '09<br>Usa-Italia 17-7

News Pallanuoto precedenti

Azzurre sconfitte nella prima giornata della Superfinal femminile a Kirishi. Bene per due tempi, poi esce fuori l'esperienza delle americane. Domani alle 16 con la Russia. Il tabellino

KIRISHI
Dopo due giorni di allenamenti si comincia a giocare. La Superfinal della sesta World League femminile di pallanuoto si è aperta con il successo del Canada 11-8 sulla Spagna. Nella partita successiva, la prima del gruppo A, l'Italia ha perso con gli Usa 17-7.
Nei primi sedici minuti ha giocato alla pari. Sempre attenta, concentrata e con grande impegno. Il primo gol è azzurro: lo realizza Roberta Bianconi che sorprende la Komer con una palomba. Reazione statunitense: Gorlero respinge la conclusione ravvicinata di Dries in inferiorità numerica. L'Italia va vicina al 2-0 ma nell'azione successiva Villa si gira bene dal centro per l'1-1. Vantaggio Usa con Gandi che realizza in superiorità numerica e pareggio azzurro con Alessandra Cotti al quinto minuto su rigore concesso per fallo del portiere americano (palla sotto). A 5.39 Gandi riporta gli Usa a +1 ancora in superiorità. L'Italia ha più di una opportuntà per pareggiare ma il primo tempo si chiude sul punteggio di 3-2. Secondo tempo ancora più intenso. Nell'arco di venti secondi Rullon segna su rigore e Daniela Lavorini replica con un tiro teso ad incrociare. Stati Uniti di nuovo in gol a 3.11 con Villa e Italia a segno con Roberta Bianconi a 7.57 anche questa volta con una palomba. La partita cambia radicalmente nel terzo tempo e nel quarto diventa difficile recuperare. Le americane entrano con maggiore facilità. Sono più esperte, più robuste e in acqua si fanno sentire. Le azzurre sono comuqnue generose, si procurano falli in attacco  (a differenza delle avversarie) ma non riescono a sfruttarli. “C'è ancora da lavorare”, dice il tecnico a fine partita. “Gli abbiamo concesso troppe ripartenze ma qualcosa di buono si è visto, soprattutto nei primi due tempi”.
     
IL COMMENTO DEL CT. “Nella prima parte abbiamo tenuto bene, con orgoglio e carattere – spiega il Commissario Tecnico Roberto Fori – poi abbiamo avuto un calo fisico e loro sono venute fuori con forza. Siamo una squadra molto giovane, le ragazze hanno poca esperienza internazionale e questi Stati Uniti sono ancora troppo forti”. Da parte del Ct stanuitense Krikolian sono arrivati i complimenti alle azzurre. “Nei primi due tempi ci hanno contrastato mettendoci in difficoltà. Sono giovani e nel terzo e quarto tempo noi abbiamo approfittato della maggiore esperienza”.      
  
DOMANI. L'Italia gioca l'ultima partita delle quattro in programma alle 18 (le 16 in Italia) con la Russia del neoallenatore Alexandr Kabanov, che ad aprile ha sostituito Kleymenov. Allenamento alle 11, riunione tecnica alle 16 e arrivo in piscina alle 17 per il riscaldamento.
  
Tabellino
Usa: Komer, Petri 1, Hayes 1, Villa 2, Wenger 4 (1 rig.), Gandi 2, Rullon 2 (1 rig.),  Dries 1, Windes 1, Gregorka 2, Figge 1, Craig. All. Krikorian
Italia: Gorlero, Abbate, Motta 1, Cotti 1 (rig.), Verde, Radicchi 2 (1 rig.), Ayale, Bosello, Aiello, Rocco, Bianconi 2, Lavorini 1, Dal Fiume. All. Fiori
 
Arbitri: Teule (Spagna) e Roy (Canada)
Note: parziali 3-2, 2-2, 6-2, 6-1. Uscita per limite di falli Gandi a 5.58 del quarto tempo.  Superiorità numeriche: Usa 2/4 + 2 rigori e Itala 1/7 + 2 rigori. Spettatori 200
  
La squadra a Kirishi
 
L'intervista a Fiori
 
Il sito ufficiale


SUPERFINAL WORLD LEAGUE FEMMINILE
Kirishi (Russia), 9-14 giugno 2009
Martedì 9 giugno
B Spagna-Canada 8-11
A Usa-Italia 17-7
B Australia-Grecia 11-7
A Russia-Cina 8-12

Classifiche

Gruppo A
Usa 3
Cina 3
Russia 0
Italia 0

Gruppo B
Canada 3
Australia 3
Grecia 0
Spagna 0

Mercoledì 10 giugno
13.30 A Usa-Cina
15.00 B Spagna-Grecia
16.30 B Australia-Canada
18.00 A Russia-Italia

Giovedì 11 giugno
13.30 B Spagna-Australia
15.00 B Canada-Grecia
16.30 A Cina-Italia
18.00 A Russia-Usa

Venerdì 12 giugno
13. 10.30 2À–3Â
14. 12.00 3À–2B
15. 13.30 1À–4Â
16. 15.00 4À–1Â

Sabato 13 giugno
17. 10.30 Perdente 13–Perdente 16
18. 12.00 Perdente 14–Perdente 15
19. 13.30 Vincente 13–Vincente 16
20. 15.00 Vincente 14–Vincente 15

Domenica 14 giugno
10.30 P 17–P 18 Finale 7/8 Posto
12.00 V 17–V 18 Finale 5/6 Posto
13.30 P 19–P 20 Finale 3/4 Posto
15.00 V 19–V 20 Finale 1/2 Posto

NB. L'inizio delle partite è indicato
con l'ora locale. Rispetto all'Italia
Kirishi è due ore avanti.

Massimo Cicerchia
Nostro inviato