Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Quattro Nazioni di Siracusa Ungheria-Italia 7-9

News Pallanuoto precedenti
images/joomlart/article/44d5ec59cde367586df626a19ca77203.jpg

Seconda vittoria per le azzurre al torneo internazionale in Sicilia. Protagoniste Garibotti e Bianconi con 3 reti ciascuna. Il Ct Fiori: "Buona prova". Domani la sfida con la Spagna per il primo posto

SIRACUSA
Seconda vittoria. L'Italia batte l'Ungheria per 9-7 nella seconda giornata del torneo "Quattro Nazioni" in corso a Siracusa, dopo il successo di ieri sulla Germania.
E' un'Italia determinata quella mandata in vasca dal commissario tecnico Roberto Fiori, che va in vantaggio con Garibotti in superiorità, si fa passare dall'1-2 di Keszthelyi e Dora Kisteleki e che, dopo il pari di Bianconi, non andrà più sotto nel punteggio. Un'Italia volenterosa, che riesce a tenere la testa avanti ad un'Ungheria mai doma e che riesce a mettere per la prima volta 2 gol di vantaggio in apertura di quarto tempo, con la rete di Casanova per il 7-5. Vantaggio che sale a +3 con la rete del 9-6 di Bianconi, migliore marcatrice al pari di Garibotti con 3 reti ciascuna, a 2' dalla fine. Solo per il referto, la rete di Szucs a 16" dalla sirena per il 9-7 finale.
"Vincere fa sempre bene - ha detto il Ct Fiori - Le ragazze fanno esperienza ad alto livello e ne guadagnano in consapevolezza dei propri mezzi, autostima e convinzione. La nostra è una squadra giovane, avevo chiesto loro una conferma dal punto di vista psicologico ed è arrivata. Sono ancora troppe, però, le espulsioni che prendiamo contro. Bisogna migliorare i meccanismi difensivi e i tempi in attacco".
Nell'altro match di giornata la Spagna ha battuto la Germania per 20-11; domani, alle 11.30, l'Italia si giocherà la vittoria del torneo proprio contro la nazionale iberica. Alle 10, invece, Germania-Ungheria.
 
I tabellini
 
Germania-Spagna 11-20
Germania: Hanholz, Rohe 3, Gerritsen, Salloum 2, Dierolf, Blomenkamp 1 (rig.), Kruszona 4, Kern, Steinhauer 1, Seyfert, Gelse, Zoellner, Ahrens. All. Rene Reimann
Spagna: Ester, Gil 6, Espar, Lloret, Ortiz 1, Pareja 4 (1 rig.), Miranda, Peña, Blas 3, Meseguer 3 (1 rig.), Bach, Tarragò 3, Rodriguez. All. Miguel Oca
Arbitri: O’Brien (Irl) e Naumov (Rus).
Note: parziali 3-5, 3-4, 2-8, 3-3. Uscita per limite di falli Loret (Spa) a 3'49" del secondo tempo. Superiorità numeriche: Germania 6/12 +1 rigore realizzato, Spagna 3/5 +2 rigori realizzati. Spettatori 200 circa.
 
Ungheria-Italia 7-9
Ungheria: Kaso, H. Kisteleki, Poszkoli, D. Kisteleki 3, Szucs 2, Takàcs, Dravucz 1, Keszthelyi 1, I. Toth, Bujka, Valkai, Menczinger, Gyongyossy. All. Matjas Petrovics.
Italia: Gigli, Abbate, Casanova 1, Bartolini, Motta, Garibotti 3, Aiello, Bianconi 3, Emmolo, Rocco 1, Cotti 1, Frassinetti, Verde. All. Roberto Fiori.
Arbitri: Stravridis (Gre) e Littlejohn (Gbr).
Note: parziali 2-2, 1-2, 2-2, 2-3. Uscita per limite di falli Motta (Ita) a 0'20" del quarto tempo. Valkai (Ung) ha colpito il palo su rigore nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Ungheria 2/11 +1 rig, Italia 3/9. Spettatori 200 circa.
 
Classifica: Italia e Spagna 6, Germania e Ungheria 0.
 
Vai alla presentazione