Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Europei di Zagabria Domenica Italia-Spagna

News Pallanuoto precedenti
images/joomlart/article/cd8a1c53ca0d608116358f16bc6eae83.jpg

A ventiquattr'ore dall'esordio il Ct Campagna racconta come ha preparato la Nazionale, come giocherà e quali sono gli obiettivi. Partite in diretta su RaiSport e in streaming. Calendario, schede, statistiche

ZAGABRIA
Cielo plumbeo e pioggia hanno accompagnato l'allenamento della Nazionale di pallanuoto alla vigilia della 29esima edizione dei campionati europei (la 13esima del torneo femminile), che prenderanno il via domenica 29 agosto a Zagabria.
La Squadra Nazionale, da venerdì 26 nella capitale croata, è attesa da un girone probante e un obiettivo primario: la qualificazione ai prossimi Mondiali di Shangai 2011 verso le Olimpiadi di Londra 2012. Per raggiungerlo il Commissario Tecnico Alessandro Campagna ha rinnovato il gruppo all'indomani dei Mondiali di Roma, miscelando esperienza e prospettiva: scelta che ha sempre contraddistinto l'inizio del suo mandato, tanto nella prima gestione Italia del biennio 2001-2002 (argento europeo e quarto posto a mondiali e coppa Fina), quanto in Grecia (2003-2008, storico bronzo ai mondiali del 2005).
Quattro i giocatori confermati rispetto ai Mondiali di Roma - capitan Tempesti e l'universale Felugo (Pro Recco), il mancino Gallo (CN Posillipo) e il centroboa Aicardi (RN Savona) - nove i volti nuovi: Niccolò Gitto e Christian Presciutti (Brixia Leonessa), Zeno Bertoli (CN Posillipo), Deni Fiorentini, Massimo Giacoppo e Giacomo Pastorino (RN Savona), Pietro Figlioli (Pro Recco), Arnaldo Deserti (RN Bogliasco) e Stefano Luongo (RN Sori).
L’Italia, inserita nel girone A, nella fase preliminare affronterà la Spagna vice campione del mondo il 29 agosto alle 18.00, il Montenegro campione d'Europa e seconda in World League il 30 agosto alle 13.00, la Turchia il 1° settembre alle 11.30, la Romania il 3 settembre alle 18.00 e la Croazia bronzo mondiale, seconda in Coppa Fina e terza in World League il 5 settembre alle 20.40. Dal 7 all’11 settembre si giocherà la seconda fase che prevede quarti di finale, semifinali e finali. Il girone B invece è composto dai campioni olimpici dell'Ungheria, dai campioni mondiali e vincitori di World League e coppa Fina della Serbia,  e da Germania, Grecia, Russia e Macedonia.
La formula prevede che le prime dei rispettivi gironi si qualifichino direttamente alle semifinali; seconda e terza si incrocino nei quarti. Stessa dinamica per la fase finale che definirà il settimo posto, con le quarte direttamente alle semifinali.
 
IL CARATTERE DELLA SQUADRA. "Ho grande fiducia nei ragazzi e sono certo che, grazie all'impegno, alla caparbietà e all'abnegazione che dimostrano quotidianamente, riusciremo a risalire, a colmare il gap che ci divide dalle grandi d'Europa". Le parole del Ct Campagna sono un investitura per il futuro e una responsabilità che non ammette sottrazioni. "Nel corso della stagione, dalla World League sino ai tornei di preparazione agli Europei, la squadra ha dimostrato di essere cresciuta con prestazioni oggettivamente confortanti, che danno la dimensione del lavoro svolto ed evidenziano le potenzialità di un gruppo che può giocare alla pari con tutti - continua Campagna - La fiducia e condivisione intorno al profetto federale sta promuovendo un atteggiamento positivo da parte di tutti gli atleti, protesi a ribaltare il trend negativo delle ultime stagioni. Si respirano sensazioni nuove, frutto della coesione e determinazione che legano la squadra e la spingono verso nuovi limiti, ad acquisire consapevolezza nel corso degli allenamenti e delle amichevoli internazionali".
 
LE SCELTE. "A causa del calendario internazionale e dei Giochi del Mediterraneo, nel corso del 2009 ho avuto solo sei settimane per sperimentare soluzioni alternative alla vigilia di un Mondiale da onorare in casa. Abbiamo effettuato delle scelte conservatrici, rimandando un rinnovamento - col senno di poi - già necessario. Nel contempo la stagione scorsa mi ha consentito di preparare le basi per operare un ringiovanimento del gruppo nazionale grazie alla collaborazione dello staff tecnico federale e dei tecnici societari. Così a Zagabria vi sono nove giocatori nuovi rispetto alla squadra che ha disputato gli ultimi Mondiali e ve ne sarebbero potuti essere di più se la LEN non avesse rinunciato ad allargare le rose sino a 20 convocabili. Ho dimostrato che le porte della Nazionale sono aperte a tutti a prescindere dall'età e che miro a poter esprimere un gioco flessibile e utile in ogni frangente di gara. Gli ultimi quattro tagli sono stati effettuati proprio considerando la forza fisica di Croazia, Montenegro e Romania che affronteremo nel girone eliminatorio".
 
LO SVILUPPO DEL GIOCO. "Siamo ripartiti da difesa e uomo in meno, che l'anno scorso rappresentavano la base del nostro gioco, per dedicare maggiore attenzione alle soluzioni offensive. L'inserimento in squadra di buoni tiratori e la dinamicità degli esterni ha arricchito l'attacco, dal perimetro e in fase di inserimento, che può finalizzare in modi diversi sia a uomini pari sia in superiorità numerica. Non possiamo puntare sulla fisicità, ma sul dinamismo grazie al pressing e alla zona. I riferimenti dell'azione saranno Tempesti, a guidare la difesa, e Felugo a proiettare il gioco che desidero si sviluppi collettivamente. La squadra dovrà essere un insieme di movimenti, coi centroboa chiamati a mantenere la posizione per dieci secondi senza subire controfuche e gli esterni pronti a crare spazi dettando l'assist o assecondando la conclusione dal perimetro".
 
LA CORRETTEZZA. "Siamo una squadra molto dinamica, tendende alla zona, protesta al pressing e avversa alla fisicità. Il gioco duro non ci è congeniale, quindi dovremo essere i primi ad evitare l'incentivarsi del nervosismo. Contro la Spagna giocheremo senza Figlioli, squalificato per brutalità durante la Vodafone Cup di Budapest; è stato un episodio che ha seguito la squalifica di Aicardi nell'Otto Nazioni di Siracusa. Sono state singole reazioni per gioco violento dovute ai carichi di lavoro. Ho parlato coi ragazzi, chiesto maggiore correttezza e affidabilità. Stiamo crescendo anche sotto questo punto di vista grazie al coinvolgimento della psicologa Bruna Rossi con cui stiamo lavorando sul controllo e la gestione emotiva dello stress psico-fisico".
 
L'ESORDIO. "La Spagna lavora con lo stesso gruppo dal 2005 e ha in Molina, Perrone e Garcia i punti di forza. Senza Perez ha cambiato modo di giocare, cercando sugli esterni i riferimenti che ha perso al centro. Sono sicuro che sarà una partita equilibrata, così come contro Montenegro e Croazia. Si giocherà sullo scarto minimo, di uno-due gol".
 
RATKO RUDIC. "Ratko Rudic è il catalizzatore della pallanuoto croata; un guro che da oltre 25 anni è sempre ai vertici seppur con quattro Nazionali a rappresentanza di culture diverse. Lo sta dimostrando anche a casa sua, facendo convergere tre scuole differenti come quelle di Zagabria, Spalato e Dubrovnik in un unico progetto. Per mantenere questo ruolo di leader, oltre ad avere della grandi doti umane, devi possedere passione, forza mentale, idee innovative, capacità manageriali fuori dal comune. Rudic è l'esempio e per noi è un ulteriore stimolo. Qui a Zagabria potrebbe rappresentare il crocevia per l'accesso ai quarti di finale. Sarebbe importante arrivare al confronto con la Croazia avendo già raccolto un risultato prestigioso".
    
ARBITRI. Designati 24 arbitri, di cui 4 neutrali: Vlasic e Franulovic (Cro), Bender e Hausche (Ger), Stavropoulos e Stavridis (Gre), Kun e Juhasz (Ung), Gomez e Riccitelli (Ita), Stajkovic (Mkd), Brguljan (Mne), Bervoets (Ola), Simion (Rou), Dreval e Naumov (Rus), Ciric (Srb), Borrell e Buch (Spa), Tulga (Tur), Bonnay (Fra), Levin (Isr), Margeta (Slo), Wengenroth Martinelli (Svi).
  
QUALIFICAZIONI MONDIALI SHANGAI 2011 PER SQUADRE EUROPEE. In ambito maschile sono già qualificate Serbia e Montenegro dalla World League, Croazia, Spagna e Romania dalla Coppa Fina. In palio altri tre posti. In ambito femminile già qualificate Russia, Ungheria e Grecia dalla Coppa Fina. In palio altri tre posti.
   
QUALIFICAZIONI EUROPEI 2012. I prossimi campionati europei si svolgeranno ad Eindhoven nel 2012. L'Olanda vi prenderà parte di diritto. Al torneo maschile parteciperanno le prime cinque classificate agli Europei di Zagabria, a quello femminile le migliori tre (quattro con l'Olanda sul podio). Nel corso degli Europei giovanili di Stoccarda sono stati effettuati i sorteggi dei sei gironi di qualificazione maschili che prenderanno il via il 30 ottobre. Girone A: Malta, Polonia, 10^ Zagabria; girone B: Slovenia, Portogallo, Bulgaria, 6^ Zagabria; girone D: Bielorussia, 8^ e 12^ Zagabria; girone D: Francia, Svizzera, 11^ Zagabria; girone E: Gran Bretagna, Georgia, 9^ Zagabria; girone F: Slovacchia, Ucraina, Israele, 7^ Zagabria. I sorteggi dei gironi di qualificazione femminili saranno effettuati durante gli Europei di Zagabria.
  
RISULTATI MASCHILI DAGLI EUROPEI DI MALAGA 2008 A OGGI
Coppa Fina 2010: Serbia, Croazia, Spagna, Usa, Romania, Australia, Cina, Iran
World League 2010: Serbia, Montenegro, Croazia, Australia, Usa, Spagna, Cina, Sudafrica
Mondiali 2009: Serbia, Spagna, Croazia, Usa, Ungheria, Germania, Romania, Canada
World League 2009: Montenegro, Croazia, Serbia, Usa, Italia, Australia, Giappone, Sudafrica
Olimpiadi 2008: Ungheria, Usa, Serbia, Montenegro, Spagna, Croazia, Grecia, Australia
Europei 2008: Montenegro, Serbia, Ungheria, Croazia, Italia, Germania, Spagna, Macedonia
  
RISULTATI FEMMINILI DAGLI EUROPEI DI MALAGA 2008 A OGGI
Coppa Fina 2010: Usa, Australia, Cina, Russia, Canada, Ungheria, Grecia, Nuova Zelanda
World League 2010: Usa, Australia, Grecia, Russia, Cina, Ungheria, Olanda, Canada
Mondiali 2009: Usa, Canada, Russia, Grecia, Olanda, Australia, Ungheria, Spagna
World League 2009: Usa, Canada, Australia, Spagna, Cina, Russia, Grecia, Italia
Olimpiadi 2008: Olanda, Usa, Australia, Ungheria, Cina, Italia, Russia, Grecia
Europei 2008: Russia, Spagna, Ungheria, Italia, Olanda, Grecia, Germania, Francia
 
ALBO D'ORO EUROPEI MASCHILI DAL 1999
Firenze 1999: Ungheria, Croazia, Italia
Budapest 2001: Jugoslavia, Italia, Ungheria
Kranj 2003: Serbia-Montenegro, Croazia, Ungheria
Belgrado 2006: Serbia, Ungheria, Spagna
Malaga 2008: Montenegro, Serbia, Ungheria
  
ALBO D'ORO EUROPEI FEMMINILI DAL 1999
Prato 1999: Italia, Olanda, Russia
Budapest 2001: Ungheria, Italia, Russia
Lubiana 2003: Italia, Ungheria, Russia
Belgrado 2006: Russia, Italia, Ungheria
Malaga 2008: Russia, Spagna, Ungheria
 
MEDAGLIERE EUROPEO MASCHILE (prime cinque posizioni)
1. Ungheria 12-5-4 = 21
2. Russia 5-3-4 = 11
3. Jugoslavia / SCG / Serbia 4-9-4 = 17
4. Italia 3-1-5 = 9
5. Germania 2-3-3 = 8
    
MEDAGLIERE EUROPEO FEMMINILE (prime cinque posizioni)
1. Olanda 4-2-2 = 8
2. Italia 4-2-1 = 7
3. Ungheria 2-5-3 = 10
4. Russia 2-2-3= 7
5. Spagna 0-1-0 = 1
  
consulta il calendario
consulta le schede degli Azzurri


EUROPEI DI ZAGABRIA
TELEVISIONE E STREAMING
Rai Sport trasmetterà in diretta le
partite delle squadre Nazionali
maschile e femminile di pallanuoto
sui canali tematici 1 e 2 ad
eccezione di quelle che si
giocheranno al mattino perché la
televisione croata non prevede la
copertura in quella fascia oraria.
Ecco il palinsesto relativo alle gare
della prima fase:

Torneo di pallanuoto maschile

29 agosto
Italia-Spagna alle 17.50 su Rai Sport 2
(il 30 agosto su Rai Sport 1 alle 10.30
e in sistesi su Rai Tre alle 16.30)
Montenegro-Croazia alle 20.40 su Rai Sport 2
(il 30 agosto su Rai Sport 1 alle 9.15)

30 agosto
Serbia-Ungheria alle 16.30 su Rai Sport 1

1 settembre
Montenegro-Spagna alle 20.40 su Rai Sport 1
Spagna-Croazia in differita alle 22.15 su Rai Sport 1

3 settembre
Italia-Romania alle 17.45 su Rai Sport 1

5 settembre
Italia-Croazia alle 20.25 su Rai Sport 1

Torneo di pallanuoto femminile

31 agosto
Olanda-Ungheria alle 16.30 su Rai Sport 1
Italia-Grecia alle 19.20 su Rai Sport 1

2 settembre
Croazia–Italia alle 17.45 su Rai Sport 1
Spagna-Ungheria alle 19.30 su Rai Sport 1

4 settembre
Italia-Russia alle 19.15 su Rai Sport 1

Sarà possibile seguire anche tutti le
altre partite del campionato europeo
in streaming, sul sito della LEN al
seguente indirizzo www.len.eu