Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Final Four Eurolega Partizan campione

News Pallanuoto precedenti
images/joomlart/article/5d866a7a61c30f361dbc43a093977aff.jpg

I serbi superano la Ferla Pro Recco 11-7 e salgono sul tetto d'Europa. ll tecnico dei liguri Porzio: "Onore a loro, hanno meritato di vincere. Noi siamo mancati". Terzo posto alla Mladost Zabagria

ROMA
L'ultima Eurolega vola a Belgrado. Dal prossimo anno si chiamerà Champions League. Allo Stadio del Nuoto di Roma, davanti a 3500 spettatori, il Partizan Belgrado ha superato la Ferla Pro Recco 11-7 nella finalissima della Dalekovod Eurolega 2011. "E' un vero peccato. Siamo stati regolari per tutta la stagione - ha commentato il tecnico della Ferla Pro Recco a fine gara - e siamo mancati, inspiegabilmente, questa sera nella gara decisiva. Loro sono stati superiori. Il rammarico principale è quello di non aver giocato e di non esserci espressi al 100%, perchè la squadra era preparata". Maurizio Felugo ha aggiunto con grande sportività: "ci hanno dominati in ogni fase di gioco, con l'uomo in più e in meno. Hanno ottenuto quasi il 100% di realizzazione in superiorità numerica. Dispiace, ma nello sport capita che giochi una grande stagione e perdi la finale".
La festa dei giocatori del Partizan è iniziata 90 secondi prima della fine della partita. Quella dei suoi tifosi sulle tribune, che anche oggi hanno cantato per tutta la gara, era iniziata molto prima. Il furore agonistico del Partizan ha fatto subito la differenza. Alla Ferla Pro Recco, che fino a questa sera era stata quasi perfetta in ogni occasione, non è bastata neanche la panchina lunga per riprendere il risultato. Nel primo tempo si è segnato soltanto in superiorità numerica, ha iniziato il Recco con Madaras, hanno continuato i suoi avversari con Korolja e Cuk. Il secondo tempo è spettacolare: nove gol, il Partizan che continua a spingere e il Recco che si affida ai suoi campioni. In difesa non c'è l'intensità di sempre, così in attacco il Partizan sfiora la perfezione con 6 gol su 7 superiorità numeriche. L'ultimo gol lo realizza Zlokovic, dopo un'azione caparbia e prolungata di Felugo che non molla mai, ma serve solo per le statistiche.
La finale per il terzo posto l'ha vinta la Mladost Zagabria che ha battuto il Budva 14-12 dopo i tiri di rigore e, soprattutto, dopo la rimonta ottenuta nel quarto tempo, quando era sotto di tre gol.  
  
CERIMONIA DI PREMIAZIONE. Alle 22.15 è iniziata la cerimonia di premiazione. Il Vice presidente della commissione tecnica della LEN e Presidente della commissione tecnica della FINA Gianni Lonzi ha premiato il miglior giocatore Tamas Kasas (Ferla Pro Recco)
Il Presidente della commissione tecnica della LEN Haluk Toygarli e il Membro del bureau LEN e Presidente della Federazione degli sport acquatici di Malta Robert Ebejer hanno premiato la squadra seconda classificata Ferla Pro Recco. Il Presidente della Federazione Italiana Nuoto, Segretario Onorario della Fina e membro del bureau della LEN Barelli e Segretario Generale della Ligue Européenne de Natation Sven Egil Folvik hanno premiato la squadra prima classificata Partizan Belgrado. 
 
ANTEPRIMA FINAL FOUR. Anche oggi, prima delle partite della Final Four - Daleakovod Eurolega, otto squadre romane di giovani atleti classe 1998 e seguenti si sono affrontate in un torneo di promozione.
Semifinali: Avezzano-Ede Nuoto 3-2 e Roma 2007-Albatros 5-0; Alma Noto-Nomentano 4-4 (Nomentano in finale dopo il sorteggio) e SIS Roma femminile-RN Roma 4-2. Finali: Avezzano-Roma 2007 5-3 e Nomentano-Acilia Sport 3-6.
    
ALBO D'ORO
   
1963-64 Partizan Belgrado (Jug)
1964-65 Pro Recco (Ita)*
1965-66 Partizan Belgrado (Jug)
1966-67 Partizan Belgrado (Jug)
1967-68 Mladost Zagabria (Jug)
1968-69 Mladost Zagabria (Jug)
1969-70 Mladost Zagabria (Jug)
1970-71 Partizan Belgrado (Jug)
1971-72 Mladost Zagabria (Jug)
1972-73 Osc Budapest (Ung)
1973-74 Mgu Mosca (Urss)
1974-75 Partizan Belgrado (Jug)
1975-76 Partizan Belgrado (Jug)
1976-77 Csk Mosca (Urss)
1977 Canottieri Napoli (Ita)*
1978-79 Osc Budapest (Ung)
1979-80 Vasas Budapest (Ung)
1980-81 Jug Dubrovnik (Jug)
1981-82 Cn Barcellona (Spa)
1982-83 Spandau Berlino (Ddr)
1983-84 Stefanel Recco (Ita)*
1984-85 Vasas Budapest (Ung)
1985-86 Spandau Berlino (Ddr)
1986-87 Spandau Berlino (Ddr)
1987-88 Sisley Pescara (Ita)*
1988-89 Spandau Berlino (Ddr)
1989-90 Mladost Zagabria  (Jug)
1990-91 Mladost Zagabria (Jug)
1991-92 Jadran Spalato (Cro)
1992-93 Jadran Spalato (Cro)
1993-94 Ujpest Budapest (Ung)
1994-95 Catalunia Barcellona (Spa)
1995-96 Mladost Zagabria (Cro)
1996-97 Themis Posillipo Ita)*
1997-98 Themis Posillipo (Ita)*
1998-99 Splitska Spalato (Cro)
1999-2000 Naftagas Becej (Jug)
2000-2001 Jug Dubrovnik (Cro)
2001-2002 Olympiakos Pireo (Gre)
2002-2003 Pro Recco (Ita)*  
     
Eurolega:
2003-2004 Honved Budapest  (Ung)
2004-2005 Lottomatica Posillipo (Ita)*
2005-2006 Jug Dubrovnik (Cro)
2006-2007 Pro Recco (Ita)*
2007-2008 Pro Recco (Ita)*
2008-2009 Primorac Kotor (Mne)
2009-2010 Pro Recco (Ita) *
2010-2011 Partizan Belgrado (Srb)
    
* 11 i successi delle squadre italiane