Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Super Final di World League Italia in semifinale

News Pallanuoto precedenti
images/joomlart/article/0e44ba0cd645a9cd2adbacc9103172f6.jpg

Battuta l'Australia 7-6. Azzurri in zona medaglia dopo sette anni. Ora c'è la Croazia dell'ex Rudic che ci ha sconfitto nella finale europea. Campagna:
"Partita dura, me l'aspettavo"

FIRENZE
Italia in zona medaglia. Gli azzurri superano l'Australia per 7-6 nei quarti di finale della Super Final di World League, in corso alla Costoli di Firenze, e domani affronteranno la Croazia nel re-match della finale degli Europei di Zagabria 2010.
L'Italia parte con grande aggressività e ordine tattico in difesa ma è sfortunata al tiro: le prime due conclusioni in superiorità vengono respinte prima dal portiere Dennerley e poi dal palo interno. Il vantaggio è rimandato al sesto minuto, con Presciutti che realizza in controfuga per la quarta volta dall'inizio della Super Final. Gli azzurri raddoppiano in apertura di secondo tempo con Aicardi dal centro in superiorità numerica e provano a scappare con Gitto che entra dalla panchina ad azione in corso, nuota per 20 metri, riceve palla e conclude dagli 8 metri. Gli aussies però si rifanno sotto infilando due superiorità con Martin e Howden; ci vuole un altro gol dal centro dell'ispirato Aicardi per andare al riposo lungo sul +2. Per due volte il Settebello sembra chiudere il match: con il tiro diretto dai 5 metri di Luongo, per il 6-2, e con l'uomo in più sfruttato da Presciutti, che anticipa e riparte velocemente, per il 7-4 a meno di 3' dalla sirena. L'Australia però non si dà per vinta e fa soffrire gli azzurri fino alla fine: Miller realizza il 7-6 a 54" dalla fine e 30 secondi più tardi conclude ancora verso la porta, scheggiando la traversa.
"Chi si aspettava una partita con 4-5 gol di scarto si sbagliava - sottolinea il Ct Sandro Campagna - I ragazzi erano pronti e consapevoli che c'era da soffrire fino alla fine. L'unica cosa che posso rimproverare alla squadra è che abbiamo avuto la palla per chiudere il match in superiorità ma abbiamo concluso con troppa fretta. Ma ai quarti di finale è decisamente più importante vincere che giocare bene. Sono molto contento della difesa, soprattutto fino al 6-2, quasi impenetrabile, e delle ripartenze veloci, che dimostrano quanto fisicamente e natatoriamente ci siamo. Abbiamo sofferto un po' il contatto uno contro uno perdendo le gambe, ma in questa fase ci sta".
Campagna pensa alla semifinale di sabato. "Mi aspetto una partita di alto livello da parte dell'Italia; il risultato può arrivare o può non arrivare, come con la Serbia, ma abbiamo dimostrato di esserci e potercela giocare alla pari con tutti".
L'Italia è tra le migliori quattro della World League per la terza volta. L'ultima sette anni fa, a Long Beach 2004, con la finale per il terzo posto persa per 12-9 con la Grecia allenata Campagna; l'anno prima, a New York, l'unica medaglia azzurra, l'argento conquistato con la finale persa 13-8 con l'Ungheria, che poche settimane prima ci aveva battuto anche nella finale mondiale a Barcellona, ai tempi supplementari.
  
Italia-Australia 7-6
Italia: Tempesti, Luongo 1, Gitto 1, Figlioli, Perez, Felugo, Giacoppo, Gallo, Presciutti 2, Fiorentini, Aicardi 2, Lapenna, Giorgetti 1. All. Campagna.
Australia: Dennerley, Campbell, Younger 1, Baird, Maitland, Martin 1, Cotterill, Mc Gregor 1, Swift, Woods, Howden 1, Miller 2, Roach. All. Fox.
Arbitri: Ciric (Srb) e Stavropoulos (Gre).
Delegato Fina: Firoiu (Ger).
Note: parziali 1-0, 3-2, 2-1, 1-3. Uscito per limite di falli Mc Gregor (A) a 6'22" del quarto tempo. Superiorità numeriche: Italia 2/6, Australia 3/6. Spettatori 1000 circa.
 
Consulta tutti i tabellini

SUPER FINAL DI WORLD LEAGUE
FIRENZE, 21-26 GIUGNO 2011
CALENDARIO

Girone A: Stati Uniti, Serbia, Cina, Italia
Girone B: Australia, Canada, Montenegro e Croazia

Martedì 21 giugno
Montenegro-Canada 8-6
Serbia-Cina alle 13-2
Australia-Croazia 6-12
Italia-Stati Uniti 10-4

Mercoledì 22 giugno
Stati Uniti-Cina 13-6
Montenegro-Croazia 5-11
Australia-Canada 13-8
Serbia-Italia 13-12 dtr (10-10 ai reg.)

Giovedì 23 giugno
Montenegro-Australia 8-5 dtr (4-4 ai reg.)
Serbia-Stati Uniti 11-5
Canada-Croazia alle 8-13
Italia-Cina 9-12

Classifica girone A
Serbia 8
Italia 7
Stati Uniti 3
Cina 0

Classifica girone B
Croazia 9
Montenegro 5
Australia 4
Canada 0

Venerdì 24 giugno - Quarti di finale
b) Usa-Montenegro 10-9 dtr (6-6 ai reg.)
c) Serbia-Canada 19-7
d) Cina-Croazia 5-15
a) Italia-Australia 7-6

Sabato 25 giugno - Semifinali
- per il quinto posto
Australia-Cina alle 16
Montenegro-Canada alle 17.30
- per il primo posto
Usa-Serbia alle 19
Italia-Croazia alle 20.30

Domenica 26 giugno - Finali
per il settimo posto alle 16
per il quinto posto alle 17.30
per il terzo posto alle 19
per il primo posto alle 20.30

Fabio Larosa
Nostro Inviato