Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Campionati A1 Il sabato in acqua

News Pallanuoto precedenti
images/joomlart/article/a430e827276e53ef4c9fc26556c7d9e4.jpg

Nel campionato maschile Enel Civitavecchia retrocede in A2; RN Camogli e RN Florentia si qualificano ai playoff scudetto. Tra le femmine ancora aperta la lotta per non retrocedere e per il terzo posto

ROMA
A trentadue minuti effettivi dalla fine del campionato di serie A1 emessi tre ulteriori verdetti: l'Enel Civitavecchia perde 18-11 a Brescia contro l'Associazione Nuotatori (5 reti di Bomber Presciutti) e saluta la massima serie dopo un anno. Fondamentale la vittoria dell'Ellevì Nervi che batte l'Ortigia 8-6 e si salva con una giornata d'anticipo. La capolista Ferla Recco vince a Catania contro la Strano Light Division, già retrocessa, 15-7 e si avvia ai quarti di finale con il primo posto assicurato. In chiave playoff importante pareggio 12-12 della RN Camogli con il CN Posillipo con i liguri ai playoff insieme alla RN Florentia che impatta a Savona contro la Carisa 11-11 e va ai quarti. Di questo pareggio ne approfitta Brescia che ora è seconda con un punto di vantaggio sui savonesi. Al quarto posto si conferma la Carpisa Yamamay Acquachiara che vince a Bogliasco contro la Rari 13-11 e si appresta ad affrontare ai quarti i cugini del Posillipo quinti matematici. 
  
Vai ai tabellini
 
Nel campionato femminile, definite le partecipanti alla final four, resta ancora aperta la lotta per i piazzamenti delle prime quattro posizioni a due giornate dalla fine, col campionato che tornerà dopo le qualificazioni olimpiche in programma al centro federale Bruno Bianchi di Trieste dal 15 al 22 aprile. La GMG Pro Recco ipoteca il primato col prevedibile successo in trasferta contro il Volturno SC per 16-3 con quattro gol del centroboa Frassinetti e il portiere di casa Ventriglia protagonista per aver parato due rigori, uno a Queirolo e un altro a Coordaro. A sei lunghezze, in attesa del confronto diretto del 24 aprile tiene botta la Beauty Plebiscito Padova, che batte la IGM Ortigia 14-7 con una tripletta di Barzon. L'anticipo televisivo di venerdì, col successo della Mediterranea Imperia (35) a Catania con la Venosan Orizzonte (36) per 9-6 riapre la lotta per il terzo posto. A centro classifica la Menarini Fiorentini supera la WP Despar Messina 13-4 con quattro gol di Lapi e la NGM Firenze pareggia a Bologna 12-12 con un parziale di 4-1 nell'ultimo quarto e cinque gol di Biancardi. Ancora molto intensa la lotta per non retrocedere. Seguono i tabellini.  Consulta la classifica aggiornata.

Menarini Fiorentina-WP Despar Messina 13-4
Menarini Fiorentina Waterpolo: Harache, M. De Magistris 2, Lavorini, Cannatella, Corrizzato, Lapi 4, Stortoni 1, Masi, Settonce 2, Acampora 2, Giachi 1, Tortora 1. All. G. De Magistris.
WP Despar Messina: Sabbatini, Gitto, Cannata, Bonanno, Sparacio, Arangio, D'Agata 1, Tagliaferri, Bujka 3 (1 rig.), Rella, Marino. All. Misiti.
Arbitri: Pinato e Valdettaro.
Note: parziali 4-0, 2-2, 3-2, 4-0. Nessuna uscita per limite di falli. Superiorità numeriche: Menarini Fiorentina 3/8, WP Despar Messina 2/3 + 1 rigore. Spettatori 100 circa.
  
Beauty Star Plebiscito Padova-Igm Ortigia 14-7
Beauty Star Plebiscito Padova: Teani, Barzon 3,  I. Savioli, Sganzerla, M. Savioli 2, A. Valkai 2, Gibellini 1, Luci 2, Rocco 1, Bosello 1, Barbazza, Lascialandà 2, Dario. All. Cobalchin.
Igm Ortigia: Giancristofaro, Vitaliti 2, Cassone 2, Avola, Fagioli, Iuppa, Dursi, Murè 1, Pelle, Ayale 2, Ignaccolo. All. Leone.
Arbitri: Baglietto e Iometti.
Note: parziali 5-4, 4-2, 3-1, 2-0. Uscite per limite di falli Gibellini (P) nel secondo tempo. Superiorità numeriche: Beauty Star Plebiscito Padova 3/7, Igm Ortigia 3/9. A inizio terzo tempo Ignaccolo (O) sostituisce Giancristofaro in porta e para un rigore a M. Savioli. Spettatori 150 circa.
  
RN Bologna-NGM Firenze 12-12
RN Bologna: Pierantoni, Millo 3, Raimondo, Mina 1 (rig.), Verducci 2, Barboni 2, Budassi, Dal Fiume 1, Schnugg 2, Manzoni, Rendo, Pasquali 1, Agosta. All. Posterivo.
NGM Firenze: Catellani, Apilongo 1, Ferrini, Colaiocco 2, Biancardi 5, Repetto 1, Bartolini 3 (1 rig.), Bosco, Schifter-Giorgi, Olimpi, Gautshi, Giannetti, Camiciottoli. All. Sellaroli.
Arbitri: Petronilli e Riccitelli.
Note: parziali 5-2, 2-3, 4-3, 1-4. Uscite per limite di falli Colaiocco (F), Ferrini (F) e Repetto (F) e Millo (B) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: RN Bologna 6/10 + 1 rigore, NGM Firenze 5/9 + 2 rigori. Pierantoni (B) ha parato un rigore a Bartolini nel quarto tempo, sul 12-10. Spettatori 150 circa.
    
Volturno SC-GMG Pro Recco 3-16
Volturno SC: Ventriglia, E. Valkai, Guillet, Starace 1, Giuliani 2, Pellegrino, De Simone, Ciampichetti, Di Monaco, Masciandaro, Ciccariello, Anastasio, Stellato. All. Napolitano.
GMG Pro Recco: Gigli, Abbate 1, Cotti, Queirolo 2 (1 rig.), Cordaro, Maggi 2, Begin 2 (1 rig.), De Benigno, Rambaldi Guidasci 2, Bianconi 3 (1 rig.), Frassinetti 4, Stasi. All. Tempestini.
Arbitri: Alfi e Rotondano.
Note: parziali 1-3, 0-4, 1-5, 1-4. Uscite per limite di falli Cotti (R) nel terzo tempo, Masciandaro (V) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Volturno SC 1/4 + 1 rigore, GMG Pro Recco 3/8 + 5 rigori.  De Simone (V) colpisce il palo su rigore nel terzo tempo; Ventiglia (V) para un rigore a Queirolo e uno a Cordaro nel quarto tempo. Ammonito Napolitano (allenatore Volturno) per proteste. Spettatori 200 circa.
   
Venosan Catania-Mediterranea Imperia 6-9 (venerdì)
Venosan Orizzonte Catania: Ricciardi, Miceli, Garibotti, Radicchi, Di Mario 1, Aiello 3, Palmieri 2, Motta, Marletta, Musumeci, Verde, Lombardo, Pitino. All. Formiconi.
Mediterranea Imperia: Giulia Gorlero, Amoretti, Borriello, Gloria Gorlero 1, Stieber 2, Emmolo 4 (3 rig.), Carrega, Russo, Risivi, Bencardino, Drocco, Pomeri 2, Casanova. All. Capanna.
Arbitri: De Chiara e Gomez.
Note: parziali 1-2, 1-2, 2-2, 2-3. Uscite per limite di falli Radicchi (O) e Russo (I) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Venosan Catania 2/9, Mediterranea Imperia 1/4 + 3 rigori. Spettatori 300 circa.