Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

De Meo lascia Auguri della Fin

News Pallanuoto precedenti
images/joomlart/article/73968a922e4d05a19b6b4a4cf26bdaf2.jpg

Il cinquatacinquenne cagliaritano si ritira dopo 439 partite in serie A1. Sarà commissario. La finale dell'Under 20 maschile l'ultima partita

ROMA
Domenico De Meo lascia dopo 439 partite in serie A1. Il cinquantacinquenne cagliaritano, che è stato premiato dal Vice Presidente della Federnuoto Lorenzo Ravina (nella foto insieme al consigliere De Ferrari, al settorista Mario Maggio e al giudice arbitro Cernuschi) al termine della Final Four degli Under 20 al centro federale di Ostia, aveva esordito come arbitro di pallanuoto nel 1976; poi esordio in serie C nel 1980, cui seguì l'esordio in serie B nel 1983. La promozione nella massima arriva nella stagione 1986/87 dove arbitra tre finali maschili e tre femminili, una finale di coppa Italia maschile. In ambito internazionale ha diretto due edizioni della coppa Comen, una finale dei playoff in Egitto e 33 volte nel campionato maltese. De Meo è docente regionale in Sardegna dal 2006, è stato designatore regionale fino al 2002, Presidente regionale arbitri dal 2001 al 2002 e Commissario speciale arbitri dal 1999 al 2002. Il Presidente del Gug Centrale Roberto Petronilli e tutto il mondo della pallanuoto ringraziano De Meo per il ruolo svolto e gli augurano di tagliare nuovi e prestigiosi traguardi sempre in prima linea a bordovasca.