Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

World League. Ungheria-Italia 15-12

Pallanuoto
images/joomlart/article/51c0c11321ab82fa0eba6b3ac3193d88.jpg

Prima sconfitta per il Setterosa. Ma non cambia la classifica del girone B che le azzurre avevano già vinto in anticipo qualificandosi alla Superfinal. Nel quinto turno della fase preliminare di World League l'Ungheria vince 15-12 e conquista i primi tre punti. Si gioca nella piscina intitolata al nuotatore degli anni '40 e '50 Imre Nyeki. L'Ungheria, se vuole provare a qualificarsi come migliore seconda dei due gironi europei, è obbligata a vincere con la Grecia e sperare nella migliore differenza reti con la Russia che nel gruppo A, vinto dalla Spagna, batte 20-13 la Gran Bretagna a Cheliabinsk. Ungheria-Grecia è in programma il 22 aprile alle 18 a Budapest. Anche le elleniche sono in corsa per il secondo posto. 


Ungheria-Italia 15-12
Ungheria: Orsolya Kaso, Dora Czigany 1, Hanna Kisteleky, Dora Kisteleky 5, Gabriella Szucs, Orsolya Takacs 1, Diana Stikter, Rita Keszthelyi 5 (1 rig), Ildiko Toth, Barbara Bujka 2, Dora Csabai 1, Kata Menczinger, Edina Gangl. Allenatore Andras Meresz
Italia: Giulia Gorlero, Laura Repetto 1, Arianna Garibotti 1, Elisa Queirolo, Silvia Motta 1, Rosaria Aiello, Tania Di Mario 5 (1 rig), Roberta Bianconi 1, Giulia Emmolo 1, Valeria Palmieri, Aleksandra Cotti 2, Teresa Frassinetti, Laura Teani. All. Fabio Conti
Arbitri Ilias Damianakis (Gre) e Marcela Mauss (Ger). Delegato FINA Manuel Ibern (Esp).
Note: parziali 2-4, 6-3, 2-3, 5-2. Uscita per limite di falli Szucs (U) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Ungheria 6/13 + 1 rigore e Italia 2/8 + 1 rigore. Spettatori 500 circa


Il commento del CT Fabio Conti. "Al di là del risultato sono soddisfatto perchè questa è stata la migliore partita della quattro. Abbiamo tenuto testa all'Ungheria che rimane un'ottima squadra e giocato per quattro tempi con intensità e abbiamo mantenuto la lucidità anche quando potevamo perderla per chiamate inopportune. Gli errori li abbiamo commessi e li andremo subito a rivedere, ma la prestazione generale è positiva. A Catania abbiamo vinto noi, a Budapest loro; significa che siamo alla pari. Ma in finale ci andiamo noi. E comunque, come avevo detto in occasione delle vittorie, questa parte di preparazione è propedeutica alla fase estiva".      


Il regolamento della World League. Si qualificano alla Superfinal (Kunshan, 10-15 giugno) tre squadre dai due gironi europei, le prime e la migliore seconda, quattro squadre dai tornei intercontinentali di Africa, America, Asia e Oceania, più la squadra del Paese ospitante, in questo caso la Cina. L’Italia è nel girone B della Superfinal con la Cina e due squadre dei tornei internazionali. La Spagna è nel girone A con la migliore seconda delle europee e due squadre dei tornei internazionali. I primi tre giorni preliminary round, poi quarti di finale, semifinali e finali.


Albo d’Oro World League e piazzamenti Italia

2004, Long Beach
1. Usa, 2. Ungheria, 3. Italia
2005, Kirishi
1. Grecia, 2. Russia, 3. Australia
Italia ottava
2006, Cosenza
1. Usa, 2. Italia, 3. Russia
2007, Montreal
1. Usa, 2. Australia, 3. Grecia
Italia non iscritta
2008, Santa Cruz del Tenerife
1. Russia, 2. Usa, 3. Australia
Italia eliminata nei gironi preliminari
2009, Kirishi
1. Usa, 2. Canada, 3. Australia
Italia ottava
2010, La Jolla
1. Usa, 2. Australia, 3. Cina
Italia eliminata nei gironi preliminari
2011, Tianjin
1. Usa, 2. Italia, 3. Australia
2012, Changshu
1. Usa, 2. Australia, 3. Grecia
Italia ottava
2013, Pechino
1. Cina, 2. Russia, 3. Usa
Italia sesta


Risultati e classifiche