Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

WL. Italia in finale con gli USA

Pallanuoto
images/joomlart/article/b5de631bd214b493b0c7098457f5f34e.jpg

Batte la Cina 9-8 in semifinale e domenica mattina alle 7.30 affronta in finale gli Stati Uniti che hanno strapazzato l'Australia 13-4. Nel quinto giorno della Superfinal di World League a Kunshan il Setterosa fa la manita. Nel return match con le padrone di casa, spinte da oltre 1000 spettatori, il Setterosa ci mette tutto il carattere e l'attenzione che il CT le aveva chiesto alla vigilia. Chiude metà gara sotto di 2 gol (4-6) e nel terzo rivolta il risultato con un parziale di 4-0 (doppetta di Queirolo e gol di Emmolo e Bianconi). Il gol del +3 è di Federica Radicchi nel quarto periodo a 1'35" da giocare (9-6). Poi la Cina riduce il passivo con due superiorità numeriche. Le finali di domenica 15 giugno si giocano di mattina, dalle 9 alle 13.30 locali (dalle 3 alle 7.30 in Italia).
L’Italia ha già eguagliato il miglior risultato ottenuto nella storia della World League femminile (argento 2006 e 2011). Il Commento del Commissario Tecnico Fabio Conti. “E’ stata una partita più complicata di quella del girone per ovvi motivi ambientali. Con la Cina in casa e una medaglia in palio. A differenza di altre squadre, abbiamo dovuto fare i conti anche con la grande stanchezza dopo i 20 giorni di allenamento fatti prima della partenza. Le ragazze sono state brave a saper gestire sia la fatica fisica che quella mentale. Come abbiamo fatto fino ad oggi, analizzeremo le diverse cose che vanno migliorate e cercheremo di recuperare tra questa sera e domani mattina tutte le energie possibili per una finale di World League che è sempre un ottimo risultato”.


Cina-Italia 8-9
Cina: Yang Jun, Li Shujin, Liu Ping, Sun Yujun 3, Xiong Dunhan, Sun Yating 1, Song Donglun 1, Zhang Cong 2, Zhao Zihan, Tian Jianing 1, Wang Xinyan, Niu Guannan, Peng Lin. All. Ricardo Azevedo
Italia: Giulia Gorlero, Federica Radicchi 1, Arianna Garibotti 1, Elisa Queirolo 2, Silvia Motta, Rosaria Aiello, Tania Di Mario 1 (rig), Roberta Bianconi 2, Giulia Emmolo 2, Valeria Palmieri, Aleksandra Cotti, Teresa Frassinetti, Laura Teani. All. Fabio Conti
Arbitri: Marck Koganov (Aze) e Amaral Toffoli (Bra)
Note: parziali 3-3, 3-1, 0-4, 2-1). Nessuna è uscita per limite di falli. Superiorità numeriche: Cina 3/7 e Italia 2/5 + 1 rigore. Spettatori 1000 circa


 


Risultati delle semifinali


Spagna-Russia 19-6
Canada-Brasile 8-5


Australia-Usa 4-13
Cina-Italia 8-9 


Calendario finali - 15 giugno


09.00 finale 7/8 posto Russia-Brasile
10.30 finale 5/6 posto Spagna-Canada
12.00 finale 3/4 posto Cina-Australia
13.30 finale 1/2 posto Italia-Usa


Marcatrici azzurre dopo quattro partite


Roberta Bianconi 13 (1 r)
Silvia Motta 6
Tania Di Mario 7 (1 r)
Giulia Emmolo 7
Arianna Garibotti 6
Elisa Queirolo 5
Federica Radicchi 4
Rosaria Aiello 2
Teresa Frassinetti 1


Albo d’oro Women’s World League


2004 1.USA 2.HUN 3.ITA
2005 1.GRE 2.RUS 3.AUS
2006 1.USA 2.ITA 3.RUS
2007 1.USA 2.AUS 3.GRE
2008 1.RUS 2.USA 3.AUS
2009 1.USA 2.CAN 3.AUS
2010 1.USA 2.AUS 3.GRE
2011 1.USA 2.ITA 3.AUS
2012 1.USA 2.AUS 3.GRE
2013 1.CHN 2.RUS 3.USA