Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Preolimpico di Trieste. Francia-Italia 6-19. Mercoledì l'Olanda alle 18 su Rai Sport + HD

Pallanuoto
images/large/FRAITA20210119STA6010.jpg

Debutto con vittoria per il Setterosa nel gruppo A del torneo di qualificazione olimpica in svolgimento al Centro di Federale di Trieste. L'Italia supera 19-6 la Francia, trascinata dalla cinquina di Palmieri, dalla tripletta di Aiello e da una difesa che concede appena due azioni in superiorità numerica alle transalpine. La nazionale di Paolo Zizza si presenta nel migliore dei modi alla sfida di mercoledì, sempre alle 18.00 con diretta su Rai Sport +HD, contro l'Olanda che potrebbe decidere il primato nel girone.
L'ultimo precedente tra Italia e Olanda risale a poco più di un anno fa (15 gennaio 2020): nel gruppo preliminare degli europei di Budapest vinsero le orange per 10-4; l'ultima vittoria (7-4) delle azzurre, invece, è del 20 dicembre 2019 a Princeton, nel New Jersey, nella Holiday Cup. L'Italia è imposta anche ai mondiali di Gwangju, il 24 luglio 2019, per 10-5 nella semifinale per il quinto posto.

Francia-Italia 6-19
Francia: Gaal, Millot, Fitaire, Bouloukbachi 1, Guillet, Mahieu, Dhalluin 2, Heurtaux 1, Vernoux 1, Michaud, Deschampt, Radosavljevic 1,Counil. All. Bruzzo
Italia: Gorlero, Tabani 1, Garibotti 1, Avegno 1, Queirolo 1, Aiello 3, Marletta 1, Bianconi 2, Giustini 1, Palmieri 5, Chiappini 2, Viacava 1, Sparano. All. Zizza
Arbitri: Peris (Cro) e Aimbetov (Kaz)
Note: parziali 1-5, 0-5, 2-3, 3-6. Uscita per limite di falli Deschampt (F) a 6'20 del terzo tempo. Superiorità numeriche: Italia 6/9 e Francia 1/2 + un rigore parato da Gorlero a Vernoux a 4'37 del terzo tempo. Sparano (I) è subentrata a Gorlero a 3'14 del quarto tempo.

La partita. Le prime sette sono Gorlero, Avegno, Giustini, Bianconi, Aiello, Viacava e Chiappini. Chiappini apre la partita colpendo il palo interno con una bella rasoiata dai cinque metri. Gorlero non si fa sorprendere da Guillet. Poi passa il Setterosa con una bomba di Viacava dal perimetro (1-0); il + 2 è su un contropiede rapido e veloce, sull'asse Gorlero, Giustini che serve Avegno a tu per tu con Gaal (2-0). Le azzurre difendono bene, corrono pochi rischi e volano sul 3-0 con Aiello che capitalizza la prima chance in superiorità numerica. Il 4-0 ancora con una rapida ripartenza: Marletta si fa trovare pronta sull'assist di Tabani e segna da distanza ravvicinata. Le transalpine si sbloccano con Bouloukbachi (perimetro); ma la sciarpata di Palmieri è perfetta e vale il 5-1 dopo otto minuti di gioco.
La seconda frazione comincia con Palmieri ancora protagonista con due girate d'autore che valgono il 7-1 dopo novanta secondi. Francia evanescente in avanti e Italia che continua a macinare gioco, a regalare belle azioni e soprattutto gol: l'8-1 (extraplayer) è di Aiello; il 9-1 di Chiappini (posizione 4); infine si sblocca anche Bianconi (diagonale) che sigla il 10-1 a metà gara.
Si riparte con il botta e risposta tra Dhalluin (posizione 2) e Queirolo (superiorità) che porta il punteggio sull'11-2. Ancora Dhalluin, in superiorità numerica, supera Gorlero per l'11-3. L'estremo difensore azzurro poi si veste da para rigori e dai cinque metri ipnotizza Vernoux, respingendo il tiro con la faccia e perdendo un po' di sangue dal naso. Il Setterosa, dopo un leggero momento di flessione, riprende a spingere: Giustini toglie la ragnatela dal sette (12-3) e Palmieri firma il quarto gol in extra player per il 13-3 dopo tre tre tempi.
La frazione conclusiva parte con quattro gol, due per parte, nel giro di ottanta secondi: vanno a segno Vernoux (perimetro), Tabani (superiorità), Radosavljevic (dal centro) e Palmieri (tap-in) per il 15-5. Il Setterosa continua a dominare. Garibotti in superiorità numerica, Bianconi (diagonale) - nel frattempo Gorlero lascia il posto a Sparano - e Aiello da distanza ravvicinata firmano il 18-5. Nell'ultimo minuto di gioco vanno in gol Heurtaux e Chiappini che con due analoghe conclusioni dal perimetro portano il punteggio sul 19-6 finale.

Le parole del commissario tecnico Paolo Zizza. "Era quasi un anno che non disputavamo una partita ufficiale e c'era grande voglia di mettersi in gioco. L'approccio è stato molto buono, a parte un leggero calo nel quarto tempo. Mi è piaciuta l'intensità messa in acqua fin dall'inizio. Domani affrontiamo l'Olanda; è un avversario di altro livello e sarà una partita diversa. Vincere sarebbe molto importante per proseguire bene il torneo in cui saranno i particolari a fare la differenza. La Federazione è stata eccezionale, perché ci ha dato la possibilità di preparare questo appuntamento nel migliore dei modi, nonostante le mille difficoltà che stiamo vivendo".

Le parole di Valeria Palmieri, calottina numero 10 ed Mvp. "Siamo veramente fortunate a poter vivere queste emozioni in un momento così difficile per tutta l'Italia, speriamo anche di trasmetterle a chi ci guarda da casa. Stasera ci focalizzeremo sull'Olanda: squadra che conosciamo molto bene per averla affrontata tante volte in questi ultimi anni. Ci faremo trovare pronte".

Le parole del capitano Silvia Avegno, calottina numero 4. "Avevamo tutte una grande voglia di entrare in acqua. C'è grande entusiasmo nel gruppo che è concentrato sull'obiettivo; per raggiungerlo dobbiamo semplicemente mettere in pratica ciò che abbiamo preparato in questi lunghi mesi. Dobbiamo vivere queste partite con la giusta adrenalina, senza pensare troppo che è l'ultima possibilità per raggiungere la qualificazione olimpica".

Foto Andrea Staccioli/deepbluemedia.eu

Il Setterosa per Trieste. Roberta Bianconi (Fiamme Oro / CSS Verona), Sofia Giustini, Chiara Tabani, Giuditta Galardi, Silvia Avegno, Fabiana Sparano e Isabella Chiappini (Lifebrain SIS Roma), Giulia Gorlero, Arianna Garibotti, Rosaria Aiello (Fiamme Oro / Ekipe Orizzonte), Valeria Palmieri, Giulia Viacava, Claudia Marletta e Laura Barzon (Ekipe Orizzonte) e Elisa Queirolo (Fiamme Oro / Plebiscito Padova). Nello staff, con il commissario tecnico Paolo Zizza, gli assistenti Marco Manzetti e Mauro De Paolis, il medico Gianluca Camilleri, la fisioterapista Simona Tozzetti e il preparatore atletico Simone Cotini.