Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Champions. CC Ortigia e AN Brescia nella top 12 d'Europa

Pallanuoto
images/large/1_ortigia_15_11_20.jpg

Doppietta. Il CC Ortigia e l'AN Brescia raggiungono la Pro Recco ai preliminari di Champions League ed entrano nella top 12 d'Europa. I siciliani guidati da Piccardo sconfiggono i croati della Mladost Zagabria per 9-8 (parziali 3-2, 2-3, 0-1, 4-2) coi gol di Gallo (3), Giacoppo e Rossi (2), Ferrero e Mirarchi e concludono la settimana perfetta vissuta al centro sportivo Paolo Caldarella di Siracusa: primato del gruppo A1 da imbattuti e accesso al raggruppamento con la Pro Recco, i greci dell'Olympiakos Pireo, i croati dello Jug Dubrovnik, i tedeschi dello Spandau Berlino e i francesi del CN Marsiglia. I lombardi del tecnico Bovo battono a Budapest i serbi del VK Radnicki per 13-9 (parziali 5-2, 3-1, 1-3, 4-3) con tripletta di Di Somma, doppiette di Christian Presciutti, Renzuto Iodice e Vlachopoulos e gol di Dolce, Lazic, Nikolaidis e Cannella e si qualificano nel gruppo composto dai magiari del Telekom Budapest, dagli spagnoli dello Zodiac Barceloneta, dai tedeschi del Waspo 98 Hannover, dai montenegrini dello Jadran Herceg Novi e dai georgiani della Dinamo Tblisi.
La manifestazione procederà coi bubble tournament (dal 14 al 17 dicembre, dal 1° al 5 marzo, dal 19 al 22 aprile) e il CC Ortigia già si è candidato per ospitarne una tappa in considerazione del successo organizzativo attestato dalla Ligue Europeenne de Natation. A questo punto l'obiettivo, non impossibile seppur molto difficile, è la qualificazione delle tre squadre italiane alla final eight in programma dal 3 al 5 giugno ad Hannover (quarti, semifinali e finali).

Storica la qualificazione del CC Ortigia, che non aveva mai raggiunto un traguardo simile. I siciliani vi riescono con la maturità atletica e di gioco, individuale e collettiva, espressa anche contro la Mladost dopo i tre successi consecutivi, che avevano già determinato venerdì il primato del girone, con i rumeni dello Steaua Bucarest (9-3), i croati dello Jadran Spalato (11-7) e gli spagnoli del CN Barcellona (5-3), e il pari contro i montenegrini del Primorac Kotor (8-8) prodotto dopo il 7-4 raggiunto a metà terzo tempo e la squadra già proiettata mentalmente alla finale.
In finale la Mladost, che aveva eliminato nel proprio girone gli ungheresi del Szolnoki Dosza, prova a indirizzare la partita sul modello di gioco che preferisce: tanto fisico e possessi brevi; ma con una serie di interventi risolutivi Tempesti infonde fiducia alla difesa, che propizia il doppio vantaggio (2-0, 3-1, 4-2, 5-3 a 6'04 del secondo tempo) mantenuto con tre gol di Gallo fino al recupero dei croati per il cambio campo sul 5-5. A 1'13 del terzo tempo Bajic porta la Mladost per la prima volta in vantaggio col risultato che resiste sino al quarto parziale. Il CC Ortigia rientra con Rossi (6-6) e con Giacoppo (7-7). Poi con Mirarchi (8-7) ripassa avanti con un bel diagonale da posizione defilata a 4'38. I croati non mollano; pareggiano con Bajic (8-8), Jurlina stoppa Rossi ai due metri, ma nell'ultimo minuto Giacoppo guadagna espulsione e segna il 9-8 a 46 secondi dalla fine e Tempesti salva l'ultimo uomo in più.
"Sono molto emozionato - sottolinea il tecnico Piccardo - Siamo entrati tra le prime 12 squadre d'Europa. La prestazione dei giocatori mi riempie di orgoglio per l'attenzione e le prestazioni. Il palcoscenico è solo dei giocatori perché hanno compiuto un'impresa storica per il club. La dedico alla mia famiglia che mi ha sempre seguito e sostenuto perché quando ho cominciato questo lavoro ho cominciato a girare l'Italia con sogni ed entusiasmo che gradualmente sto realizzando".

L'AN Brescia riprende il suo posto nell'elite dominando il girone B2 (18-1 alla Digi Oradea e 10-6 al NC Vouliagmeni) e la finale coi serbi del VK Radnicki che pure avevano preceduto nel gruppo B1 i padroni di casa dell'OSC Budapest. I biancoazzurri guidano la finale sin dai minuti iniziali passando con Renzuto Iodice (1-0 e 3-0), Lazic e Vlachopoulos, prima delle risposte di Radulovic e Stanojevic cui segue il gol di Di Somma che chiude il parziale d'apertura sul 5-2. Schiacciante la superiorità dell'AN Brescia, che gestisce facilmente il gioco e allunga con un rigore di Christian Presciutti sull'8-3 al cambio campo; ma nel terzo tempo, quando tutto appare finito (9-4), subisce in un minuto il rientro sul -3 dei serbi (9-6), che porta all'ultima frazione giocata con prudenza: Di Somma (10-6) e Presciutti (11-7) poi spengono le residue velleità di rimonta del VK Radnicki. Finisce 13-9.
"È stata una partita dura - racconta Del Lungo - C'era tensione e si percepiva. Siamo stati comunque bravi a mantenere la concentrazione e rimanere compatti. Il gruppo ha prevalso giocando un ottimo uomo in meno. Ci mancava disputare queste partite dove c'è stress; per giocare partite di alto livello è anche necessario allenarle. Sono felicissimo di tornare in Champions League perché era un obiettivo che ci eravamo prefissati. Ovviamente questo non è un punto d'arrivo, ma solo inizio. La squadra ha un grande potenziale".

Credit foto: @mfsport

Gironi A a Siracusa
quinto posto Jadran Spalato-Pays D'Aix Natation 11-5
terzo posto CN Barcellona-Szolnoki Dosza 6-14
primo posto CC Ortigia-Mladost Zagabria 9-8
(CC Ortigia ai preliminari di Champions con Olympiakos Pireo, Pro Recco, Jug Dubrovnik, Spandau Berlino e CN Marsiglia)

Gironi B a Budapest
quinto posto Sintez Kazan-Digi Oradea 13-8
terzo posto OSC Budapest-NC Vouliagmeni 11-7
primo posto VK Radnicki-AN Brescia 9-13
(AN Brescia ai preliminari di Champions con Telekom Budapest, Zodiac Barceloneta, Waspo 98 Hannover, Jadran Herceg Novi e Dinamo Tblisi)

Calendario preliminari: bubble tournament dal 14 al 17 dicembre, dal 1° al 5 marzo, dal 19 al 22 aprile.
Final eight dal 3 al 5 giugno ad Hannover (quarti, semifinali e finali).

RISULTATI E CLASSIFICHE DEI GIRONI

Girone A1 a Siracusa
(11/11) CC Ortigia-Steaua Bucarest 9-3
(11/11) Jadran Spalato-Primorac Kotor 16-11
(12/11) Jadran Spalato-Steaua Bucarest 14-12
(12/11) CN Barcellona-Primorac Kotor 12-3
(12/11) CC Ortigia-Jadran Spalato 11-7
(12/11) CN Barcellona-Steaus Bucarest 11-4
(13/11) CC Ortigia-CN Barcellona 5-3
(13/11) Primorac Kotor-Steaua Bucarest 11-8
(14/11) CN Barcellona-Jadran Spalato 8-8
(14/11) CC Ortigia-Primorac Kotor 8-8

Classifica: CC Ortigia 10, CN Barcelona (Esp) e Jadran Spalato (Cro) 7, Primorac Kotor (Mne) 4, Steaua Bucarest (Rou) 0

Girone A2 a Siracusa
(12/11) Szolnoki Dosza-NC Ydraikos 10-0 dsq
(12/11) Mladost Zagabria-Pays D'Aix Natation 16-13
(13/11) Mladost Zagabria-NC Ydraikos 10-0 dsq
(13/11) Szolnoki-Pays D'Aix Natation 10-9
(14/11) Pays D'Aix Natation-NC Ydraikos 10-0 dsq
(14/11) Mladost Zagabria-Szolnoki Dosza 18-18

Classifica: Mladost Zagabria (Cro) e Szolnoki Dosza (Hun) 7, Pays D'Aix Natation (Fra) e NC Ydraikos* (Gre) 0
* assente

Girone B1 a Budapest
(11/11) OSC Budapest-EN Tourcoing 12-9
(11/11) VK Radnicki-Sintez Kazan 16-14
(12/11) CN Terrassa-Sintez Kazan 10-17
(12/11) EN Tourcoing-VK Radnicki 7-7
(12/11) VK Radnicki-CN Terrassa 13-8
(12/11) Sintez Kazan-OSC Budapest 11-12
(13/11) EN Tourcoing-Sintez Kazan 9-12
(13/11) OSC Budapest-CN Terrassa 15-16
(14/11) CN Terrassa-EN Tourcoing 11-11
(14/11) VK Radnicki-OSC Budapest 9-9

Classifica: VK Radnicki (Srb) 8, OSC Budapest (Hun) 7, Sintez Kazan (Rus) 6, CN Terrassa (Esp) 4, EN Tourcoing (Fra) 2

Girone B2 a Budapest
(12/11) Enka Istanbul-NC Vouliagmeni 0-10 dsq
(12/11) Digi Oradea-AN Brescia 1-18
(13/11) AN Brescia-Enka Istanbul 10-0 dsq
(13/11) NC Vouliagmeni-Digi Oradea 16-9
(14/11) AN Brescia-NC Vouliagmeni 10-6
(14/11) Digi Oradea-Enka Istanbul 10-0 dsq

Classifica: AN Brescia 9, Vouliagmeni (Gre) 6, Digi Oradea (Rou) 3, Enka Istanbul* (Tur) 0
* assente

Consulta lo speciale della LEN