Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

A1. Riunione con Società: campionato verso formula a gironi

Pallanuoto
images/large/foto_pn_19_10.jpg

La Federnuoto ha tenuto un'ulteriore riunione a distanza di aggiornamento con i presidenti delle Società iscritte al campionato di pallanuoto di serie A1 maschile per definire il format di svolgimento della stagione 2020-2021. In collegamento il presidente Paolo Barelli, il segretario generale Antonello Panza, i consiglieri federali di settore, il presidente della commissione medico-scientifica Marco Bonifazi, il commissario tecnico della nazionale Alessandro Campagna e i rappresentanti delle squadre.
In relazione alle verifiche e alle riflessioni effettuate all'indomani dalla riunione del 10 ottobre, la federazione ha proposto una formula che prevede una prima fase organizzata attraverso la suddivisione delle 13 squadre iscritte in quattro gironi (tre da tre squadre e uno da quattro) con partite di andate e ritorno.
Al termine della prima fase le migliori due squadre di ciascun raggruppamento verrebbero ammesse a successivi due gironi, che qualificherebbero ai playoff scudetto, composti da quattro squadre con ulteriori partite di andata e ritorno; mentre le restanti cinque squadre formerebbero il girone dei playout salvezza con partite di andata e ritorno che determinerebbero una classifica con la retrocessione dell'ultima piazzata in serie A2. I playoff si svolgerebbero con semifinali, incrociando le prime e le seconde dei gironi della seconda fase, e finali scudetto e per il terzo posto.
Tra le ipotesi discusse nel corso delle molteplici riunioni, le società hanno convenuto che questa formula sembrerebbe la più garantista al fine di assicurare la continuità del campionato nel pieno rispetto delle normative a tutela della salute, abbinando ovviamente misure di carattere sanitario ed un rigido protocollo di condotta e di controlli.
Il calendario lascerebbe inoltre aperte delle finestre per recuperare eventuali partite da rimandare a causa dell'insorgere di casi di coronavirus sulla base di condizioni e norme di salvaguardia da condividere. Nei prossimi giorni saranno affinate e approfondite le relative modalità regolamentari e verificate definitivamente le condizioni per ufficializzare la formula del campionato.