Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Webtraining degli arbitri. Gran finale col CT del Settebello

Pallanuoto
images/large/Alessandro-Campagna_13_7_2020.jpg

Conclusa la prima edizione del progetto “Webtraining” organizzato dall’Associazione Italiana Arbitri di Pallanuoto. L’iniziativa ha visto la partecipazione di circa 100 arbitri di tutte le categorie, regionali e nazionali, consentendo di sviluppare un'importante piattaforma di condivisione di contenuti tecnici e regolamentari che, secondo l’obiettivo degli organizzatori, vuole permettere a tutti gli ufficiali di mantenere elevato il livello di preparazione in vista della ripresa delle attività agonistiche.
Il progetto è stato suddiviso in tre parti: la prima dedicata all’esposizione di uno specifico tema tecnico da parte del relatore d’eccezione invitato per l’occasione; la seconda avente ad oggetto l’approfondimento delle disposizioni contenute nel regolamento tecnico, come interpretate dagli organismi internazionali; la terza basata sullo svolgimento di quiz estratti dalla casistica.
La prima serata, riservata al tema dell’impeding nella pallanuoto femminile, è stata caratterizzata dai molti interventi e i contributi degli arbitri associati, in particolare i più giovani, con il fondamentale contributo del responsabile tecnico delle Nazionali femminili Fabio Conti e del commissario tecnico del Setterosa Paolo Zizza.
La seconda ha visto la partecipazione del presidente della commissione tecnica della LEN Gianni Lonzi, il quale ha ricostruito l’evoluzione tecnica della pallanuoto negli ultimi decenni soffermandosi sull’importanza, sempre attuale, della prevenzione del gioco aggressivo e della corretta lettura dei movimenti dei giocatori. E' stato, inoltre, approfondito il tema dell’esecuzione del tiro libero.
Nella terza ed ultima, di questo primo ciclo, è stato affrontato lo studio del gioco sul centro, con il contributo del commissario tecnico del Settebello, campione del mondo a Gwangiju 2019, Alessandro Campagna. Il CT azzurro ha illustrato l’evoluzione che ha caratterizzato i movimenti di attaccante e difensore in tale specifica posizione, fornendo utili spunti per la comprensione del gioco da parte degli arbitri. Ha partecipato ai lavori il Presidente del GUG Roberto Petronilli il quale è intervenuto in più occasioni per fornire il proprio punto di vista tecnico sulle situazioni esaminate. La parte regolamentare di ciascuna serata è stata sviluppata dal Presidente AIA Pallanuoto Alessandro Severo e dal vice presidente Raffaele Colombo.
Sono stati visionati numerosi filmati estratti dalle più importanti competizioni a livello mondiale al fine di favorire una lettura uniforme delle situazioni di gioco, coerente con le indicazioni fornite dagli organismi internazionali. Da parte di tutti gli intervenuti sono stati ricevuti ampi consensi e un soddisfacente riscontro di partecipazione all’iniziativa che vuole rappresentare un punto di partenza per l’avvio di nuove forme di collaborazione tra l’Associazione e il Gruppo Ufficiali di Gara, al fine di migliorare la preparazione degli arbitri di tutte le categorie e consentire la fruizione di un servizio, da parte di tutte le società, all’altezza dell’immagine che la scuola arbitrale italiana ha saputo conquistarsi nel tempo a livello mondiale.