Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Settebello a Portugalete. Spagna-Italia 14-12

Pallanuoto
images/large/20150626_GSca_3_VELOTTO_BG16279.JPG

Italia e Spagna si conoscono bene. Si sono affrontate spesso negli appuntamenti che contano, i principali a carattere olimpico, mondiale ed europeo, ma giocare insieme è sempre importante, perchè per dirla con le parole del commissario tecnico Alessandro Campagna "queste partite servono ad affinare il gioco e curare i dettagli". Ultimamente gli azzurri, bronzo ai Giochi di Rio 2016 e le furie rosse - che hanno vinto 9-7 la finale per il terzo posto di Europa Cup il 7 aprile a Zagabria, negando alla squadra di Campagna l'accesso alla World League - hanno sostenuto due giorni di common training a Barcellona, prima di raggiungere Portugalete. Nel secondo impegno del 4 Nazioni nei Paesi Baschi la Spagna di David Martin supera il Settebello 14-12, che rimanda la rivincita. Italia avanti 2-0 con Di Fulvio e Dolce dopo 1'40" e 4-2 alla fine del primo tempo, 5-4 e 9-8 nel secondo tempo (poi conclusosi 9-9 con il gol di Delgado). Il break decisivo è il 3-0 iberico in nove minuti. Negli ultimi 4'40" l'Italia è reattiva e arriva fino al -1 con il capitano Figlioli a 59" dalla sirena (13-12), poi Delgaldo chiude i giochi a 21" dalla fine. Partita generosa degli azzurri ma non bastano le doppiette di Velotto e Di Somma. Nella gara d'esordio, giovedì sera, il Settebello ha battuto 14-7 l'Olanda (4-1, 2-1, 3-2, 5-3) e sabato 6 luglio affronta la Francia alle 9.00 nell'ultimo tets match premondiale. Spagna e Olanda, invece, si chiudono il calendario con la partita delle 11.30. Gli altri risultati del torneo: Spagna-Francia 13-7 e Olanda-Francia 7-5. 

SPAGNA-ITALIA 14-12
Spagna: Lopez, Munarriz 5, Delgado 3, De Toro, Cabanas, Larumbe, Barroso 1, Fernandez, Tahull 1, Perrone , Mallarach 4, Bustos, Lloret. All. Martin
Italia: Del Lungo, Di Fulvio 1, Luongo 1, Figlioli 2, Di Somma 3, Velotto 3, Damonte, Echenique, Figari, Bodegas, Aicardi, Dolce 2, Nicosia. All. Campagna
Arbitri: Diana Dutilh e Vojin Putnikovic
Parziali 2-4, 7-5, 2-0, 3-3.

ROAD TO GWANGJU. Lunedì 8 luglio il Settebello parte per Seoul, dove si fermerà fino al trasferimento a Gwangju in programma il 12 luglio. L'esordio degli azzurri ai mondiali è in programma il 15 luglio contro il Brasile alle 19:10 locali (le 12:30 italiane), poi affronteranno il 17 luglio il Giappone alle 16:30 e il 19 luglio la Germania alle 12:30.

CONVOCATI PER BARCELLONA E PORTUGALETE. Atleti: Marco Del Lungo, Pietro Figlioli (AN Brescia), Luca Damonte, Edoardo Di Somma, Vincenzo Dolce, Andrea Fondelli, Stefano Luongo e Gianmarco Nicosia (Sport Management), Matteo Aicardi, Michael Alexandre Bodegas, Francesco Di Fulvio, Oscar Gonzalo Echenique, Niccolò Figari, Vincenzo Renzuto Iodice e Alessandro Velotto (Pro Recco), Francesco De Michelis (Roma Nuoto). 
Staff: commissario tecnico Alessandro Campagna, assistente tecnico Amedeo Pomilio, team manager Alessandro Duspiva, psicologa Bruna Rossi, preparatore atletico Alessandro Amato, medici Vincenzo Ciaccio e Giovanni Melchiorri, fisioterapista Luca Mamprin, videoanalista Francesco Scannicchio.

Foto Deepbluemedia.eu