Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

A2 M sud. Risultati 18^ giornata

Pallanuoto
images/large/lATINApALLANUOTOa2SUYDOI303800X450.jpg

Sabato 27 aprile si gioca la diciottesima giornata dell'A2 maschile. Seguono risultati e tabellini

Girone Sud

18^ giornata - sabato 27 aprile

Pescara N e PN-Roma Vis Nova 9-10
PescaraNePN RomaVisNova0303033300x200

PESCARA N E PN: G. Volarevic, G. Di Nardo 1, Mancini, C. Di Fulvio 1, M. De Ioris, M. Laurenzi, D. Giordano, P. Provenzano, G. Sarnicola 1, A. D'Aloisio 4, E. Calcaterra 1, A. Agostini, F. Molina Rios 1. All. Malara
ROMA VIS NOVA PALLANUOTO: M. Bonito, F. Carrozza, D. Murro 1, E. Ferraro, M. Iocchi Gratta, E. Gallo, A. Spinelli, M. Maras 3, M. Parisi 1, F. Rella 1, W. De Vena 3, A. Agostini 1, Marinaro. All. Calcaterra
Arbitri: Bensaia e Zedda
Note: parziali: 1-4, 3-0, 2-4, 3-2. Usciti per tre falli De Vena (Roma Vis Nova), Rella (Roma Vis Nova) e Vitola (Roma Vis Nova) nel quarto tempo. Espulsi per proteste Iocchi Gratta (Roma Vis Nova) e Volarevic (Pescara) nel terzo tempo e De Ioris (Pescara) nel quarto tempo. Espulso per proteste il tecnico Malara (Pescara) nel quarto tempo. Superiorità numeriche Pescara 5/16 + 2 rigori, nel secondo tempo e Roma Vis Nova 4/12 + un rigore. Spettatori 100 circa. 
Cronaca. La Roma Vis Nova passa di misura 10-9 in casa della Pescara N e PN. Gli ospiti chiudono avanti 4-1 la prima frazione. Gli abruzzesi ricuciono fino al 4-4 di metà gara. In seguito il determinante strappo dei gialloblù: la tripletta di De Vena vale in fatti il decisivo 7-4 dopo cinque minuti del terzo periodo. Nel finale la bella reazione dei padroni di casa che tornano in scia con Di Nardo e il rigore di Calcaterra a ventitre secondi dalla sirena conclusiva. Ma la rimonta rimane incompiuta e finisce 10-9 per la Vis Nova.

Metal Carpenteria R.N. Crotone-R.N. Arechi 9-9
crotone arechi 27 04 19

METAL CARPENTERIA R.N. CROTONE: M. Conti, A. Perez 2, A. Amatruda 2, V. Arcuri, M. Aiello, Ippoli L., G. Candigliota, P. Morrone 1, R. Spadafora 3, Graziano, P. Markoch, F. Latanza 1, Orlando L.. All. Arcuri.
R.N. ARECHI: C. Noviello, G. Siani 2, D. Mattiello 2, Bencivenga 1, M. Cali', C. Esposito, G. Gregorio 2, U. Vukasovic, D. Mutariello, P. Iannicelli, G. Massa 2, R. Spinelli. All. Pesci.
Arbitri: L. bianco e Baretta.
Note. Parziali: 1-1, 3-1, 4-6, 1-1. La RN Arechi ha 12 giocatori a referto. Nessun uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: RN Crotone 1/3 + un rigore; RN Arechi 2/9. Spettatori 100 circa.
Cronaca. Nello scontro in zona play out, RN Crotone e RN Arechi si dividono un punto a testa lasciando invariata la classifica: decisiva la rete di Morrone a 10" dalla sirena. Avanti 4-1 a metà secondo tempo i padroni di casa si vedono recuperare con le reti di Mattiello, Massa e Siani (4-4). Spadafora e Grogorio portano le squadre sul 5-5, ma Amatruda e Perez siglano il doppio vantaggio. Le formazioni si alternano ancora per l'8-6 di metà terzo tempo, quando un break di tre reti porta i bianco-azzurri campani sul 9-8 (primo vantaggio della partita). Morrone congela il risultato 9-9.

Copral Muri Antichi-Roma 2007 Arvalia 8-12
MuriAntichi Arvalia202002300x200
COPRAL MURI ANTICHI: M. Marangolo , P. Ruggieri, V. Carchiolo, V. Nicolosi, D. Zovko, M. Gluhaic 2, E. Aiello, G. Arancio, V. Belfiore 1, A. Leonardi, G. Paratore 2, L. Muscuso, F. Calarco 3. All. Puliafito.
ROMA 2007 ARVALIA: W. Washburn, F. Salerno, F. Re 3, D. Camposecco 1, A. Navarra, A. Di Santo, A. Vittorioso 4, M. Sofia, A. Mele 2, G. Letizi, A. Faiella 2. All. Ciocchetti.
Arbitri: Piano e Taccini.
Note: parziali 1-3, 3-3, 1-2, 3-4. Uscito per limite di falli Muscuso (Muri Antichi) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Pol. Muri Antichi 4/10 più un rigore sbagliato da Gluhaic e Roma 2007 Arvalia 4/9.
Cronaca. Come da pronostico la Roma 2007 Arvalia passa 12-8 in casa della Copral Muri Antichi che resta ultima in classifica a quota sette. Il match resta in equilibrio per appena quattro minuti, vale a dire dopo l'1-1 di Calarco. Poi il primo mini break dei giallorossi firmato da Re e Vittorioso (3-1), con i siciliani che saranno costretti a inseguire per tutto l'incontro. Gli ospiti conducono 6-4 all'inversione di campo e successivamente producono l'allungo decisivo con i sequenza di Camposecco e Re che valgono il determinante 8-4. La rete del definitivo 12-8 è dello stesso Re a cinquanta secondi dalla fine. 

Acquachiara ATI 2000-Latina Pallanuoto 12-8
Acquachiara Latina040404300x200

ACQUACHIARA ATI 2000: M. Rossa, E. Ciardi 1, D. De Gregorio, I. Occhiello, L. Pasca Di Magliano 1, M. Lanfranco, M. Occhiello 2, J. Lanfranco 2, M. Iula, V. Tozzi 1, C. Centanni, A. Petrucci 1, M. Ronga. All. M. Occhiello
LATINA PALLANUOTO: G. Cappuccio, A. Tulli, G. De Bonis, A. Goreta 7, G. Gianni 2, A. Falco, A. Castello 1, G. Barberini, F. Lapenna, D. Priori 1, L. Di Rocco 1, M. Giugliano, L. Marini. All. Mirarchi
Arbitri: Cirillo e D'antoni
Note: parziali: 2-2, 1-3, 4-4, 1-3. Spettatori 100 circa.  Uscito per limite di falli Tulli (Latina) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Acquachiara 4/11 + un rigore, Latina 3/5 +2 rigori.
Cronaca. La Latina Pallanuoto sconfigge 12-8 l'Acquachiara ATI 2000 e si conferma in piena zona playoff. I campani conducono 3-2 in apertura di secondo tempo ma poi vengono fuori i pontini che piazzano un 4-0 di break per il 6-3 dopo due minuti del terzo periodo. I padroni di casa non riescono più a rientrare e nel finale i laziali allugano ulteriormente con i gol in sequena di Goreta e Priori per il definitivo 12-8.

Tlimar-Cu.s. Unime 12-9
telimar 2

TELIMAR: A. Lamoglia, A. Tuscano, G. Galioto 2, F. Di Patti 1, D. Occhione, R. Lo Dico, A. Giliberti 1, J. Saric 2, F. Lo Cascio 2, T. Tabbiani, A. Fabiano, M. Migliaccio 4, A. Sansone. All. Quartuccio
C.U.S. UNI.ME: G. Spampinato, C. Russo, F. Maiolino, Steardo 1, E. Provenzale, A. Condemi, R. Cusmano 1, E. Giacoppo, G. Ambrosini 1, L. Sacco 3, F. Klikovac 3, D. Parisi, S. Spizzica. All. Naccari
Arbitri: Alfi e Ferrari
Note: parziali: 2-0 0-3 4-3 6-3. Usciti per limite di falli Galioto (T) e Di Patti (T) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Telimar 5/10 + 1 rig., Cus Unime 4/12. Nel secondo tempo annullato il gol su rigore a Saric per aver bloccato il movimento nel momento del tiro. Spettatori 800 circa.
Cronaca. Importante vittoria della Telimar ai danni della Cus Unime nel derby siculo, che permette ai palermitani di scavalcare in classifica proprio i messinesi e continuare la rincorsa ai playoff. Partono forte i padroni di casa che vanno sul 2-0 dopo otto minuti di gioco. Nel secondo parziale gli ospiti ribaltano il punteggio con Ambrosini, Klikovac e Sacco (3-2). Inizia una sfida punto a punto, alla fine del terzo tempo il risultato è ancora in perfetta
parità (6-6). All'inzio dell'ultima frazione Migliaccio (quaterna) e Giliberti tentano l'allungo, i ragazzi di coach Naccari faticano a tenere il ritmo degli avversari che incrementano il divario con Migliaccio e Lo Cascio che fermano il tabellone sul 12-9 finale.

Campolongo Hospital RN Salerno-Studio Senese Cesport 11-6
RNSalerno Cesport39393300x200

CAMPOLONGO HOSPITAL R.N. SALERNO: S. Santini, M. Luongo 2, C. Gandini 3, C. Sanges, A. Scotti Galletta, D. Gallozzi 2, A. Fortunato, V. Cupic, S. Mauro, G. Parrilli 2, G. Spatuzzo, D. Pica 2, A. Ragosta. All. Citro
STUDIO SENESE CESPORT: P. Turiello, F. Buonocore 2, L. Di Costanzo 1, J. Parrella , D. Iodice, D. Cerchiara 1, C. Simonetti 1, C. Corcione, G. Saviano 1, A. Femiano, P. Parrella, D. D'antonio , L. Capitella. All. Iacovelli
Arbitri: Sponza e Navarra
Note: parziali 3-1, 2-1, 3-1, 3-3. Spettatori 200 circa. Nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: R.N. Nuoto Salerno 3/4, Cesport Italia 2/7
Cronaca. La RN Salerno supera 11-6 la Cesport e mantiene la testa del girone sud. Match mai in discussione con i padroni di casa avanti 5-2 a metà gara e 8-2 (massimo vantaggio) dopo quattro minuti del terzo quarto. Salerno trascinata dalla tripletta di Gandini e da una super difesa che annulla cinque azioni in inferiorità numerica su sette.