Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Europei. Si lavora alla Sant Jordi verso l'esordio

Pallanuoto
images/joomlart/article/large/4329a071f51d0a149e716c81d4320ae7.jpg

Primo allenamento in terra catalana per il Settebello atterrato a Barcellona nel pomeriggio. Ritiro bagagli e dritti in albergo per poi assaggiare l'acqua della piscina olimpica Sant Jordi bardata di striscioni a linee orizzontali gialle e rosse e dotata di una tribuna che può ospitare anche 1000 spettatori. Gli azzurri, che hanno diviso la vasca con la Slovacchia, hanno effettuato una breve sessione guidata dal preparatore atletico Alessandro Amato e successivamente nuotato, eseguito esercizi, provato schemi e tiri sotto la guida del cittì Alessandro Campagna assistito da Amedeo Pomilio. Attenzione ai dettagli e massima concentrazione in vista del debutto contro la Germania previsto lunedì alle 18:30. 

L'Italia di Campagna ha un buon feeling con il podio continentale: all'argento di Budapest 2001 - nella prima esperienza sulla panchina azzurra - è seguito un altro argento a Zagabria 2010 e il bronzo a Budapest 2014. Nel mezzo lo storico successo iridato a Shanghai 2011 e l'argento olimpico a Londra 2012, podio a cinque cerchi bissato con il bronzo a Rio de Janeiro 2016 conquistato sei mesi dopo il sesto posto nell'ultima edizione degli europei, a Belgrado 2016. 

Rispetto al roster che si è piazzato al sesto posto al mondiale di Budapest della scorsa estate - che segue gli sfortunati quarti posti di Barcellona 2013 e Kazan 2015 - le novità sono il rientro di Gallo, Del Lungo e Velotto (fermati dal morbillo alla vigilia della partenza della selezione italiana per l'Ungheria) e le convocazioni di Nicosia, Echenique e Molina. 

Dopo il debutto contro i tedeschi (battuti 16-4 a Palermo nel girone eliminatorio di Europa Cup nel febbraio scorso e 13-5 nel 4 Nazioni di Cosenza il 6 luglio), l'Italia affronterà l'Ungheria (argento mondiale e bronzo europeo) mercoledì alle 20:30 e la Georgia venerdì alle 15:30. Il cittì Campagna tiene alta l'attenzione: "La Germania è una squadra in crescita ed è forte fisicamente - sottolinea - A Cosenza ha giocato alla pari per buona parte della partita. Peraltro l'esordio è sempre molto delicato e potrebbe rivelarsi insidioso se non lo approcciassimo nel modo corretto".