Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

World League. Il Setterosa a Bari

Pallanuoto
images/joomlart/article/871f82c9ce6bab1dc044d26df694d2a5.jpg

Italia-Olanda vale la qualificazione alla Superfinal di World League. Martedì 3 maggio allo stadio del nuoto di via Maratona a Bari Tania Di Mario & Co cercano il pass per Shanghai contro la capolista del girone A. L'appuntamento è alle 20.15 in diretta su Rai Sport 1 e live su federnuoto. Dirigono l’incontro lo spagnolo Sergi Galindo e la russa Svetlana Dreval. Delegato FINA Gianni Lonzi.

Oggi pomeriggio la squadra è stata ricevuta presso il Palazzo di Città dal Sindaco di Bari Antonio Decaro e dall’Assessore all’Ambiente e allo Sport del Comune Pietro Petruzzelli. “La città di Bari sta investendo in modo massiccio nel suo rapporto fisiologico con l’acqua e la presenza del Setterosa  si inquadra in questo contesto e diventa motivo di grande prestigio per l’intera comunità  – ha detto l’Assessore Petruzzelli – E’ la prima volta che ospitiamo la Nazionale femminile e Bari, che già ha avuto modo di conoscere quella maschile, sta registrando, anche in questo caso, una risposta molto forte in termini di partecipazione”.  Sono già stati venduti oltre 300 biglietti e gli altri si possono acquistare fino a domani presso il botteghino dello stadio del nuoto.  A fare gli onori di casa anche il presidente del Comitato Regionale Puglia FIN Nicola Pantaleo che si è detto “orgoglioso di avere a Bari il Setterosa” e si è complimentato con le ragazze e il cittì Fabio Conti per i risultati fin qui ottenuti, “dalla medaglia di bronzo conquistata agli europei di Belgrado alla qualificazione olimpica ottenuta in Olanda”.
Il commissario tecnico della Nazionale Fabio Conti, nel portare i saluti del Presidente della FIN Paolo Barelli, si è proiettato subito alla partita di domani sera. “Ci aspettiamo un’Olanda agguerrita, provata dall’eliminazione dalle Olimpiadi, che ha come ultimo obiettivo la World League. Ma anche noi teniamo moltissimo a qualificarci per la Superfinal che, a questo punto della stagione, sarebbe importantissima anche in prospettiva olimpica. Sarà una grande partita, bella da vedere e da giocare. Il pubblico di Bari sono sicuro che ci sosterrà vigorosamente e calorosamente, come ha già dimostrato in passato, in occasione dei grandi eventi ”.
“Grazie a tutti per l’accoglienza – ha aggiunto il capitano azzurro Tania Di Mario - Torno a Bari per la seconda volta, la prima da sportiva, e mi fa particolarmente piacere vedere l’entusiasmo della città verso la pallanuoto femminile. Noi siamo la punta dell’iceberg e abbiamo la fortuna di rappresentare l’intero movimento alle Olimpiadi. Questa non deve essere, tuttavia, una gravosa responsabilità ma solo una grande gioia, soprattutto per quelle atlete che vi parteciperanno per la prima volta e che avranno la possibilità di vivere una delle massime esperienze della propria vita e carriera agonistica. Per me sarà la quarta partecipazione e sono felice come una bambina. Intanto, vi aspettiamo tutti per questa sfida con l’Olanda alla quale teniamo particolarmente”.


Era iniziato in salita il cammino del Setterosa nella World League e ad ottobre, dopo le trasferte ravvicinate in Olanda e Ungheria, dalle quali la squadra era tornata con un solo punto, era difficile pensare di poter vincere il girone. Invece, con fiducia e tanto lavoro ed un avvio di 2016 tutto in crescendo, la squadra è riuscita a conquistarsi un’altra opportunità. Ad oggi è la migliore seconda dei gironi europei (con 10 punti contro i 9 della Russia nell’altro gruppo) e già questo potrebbe qualificarla alla Superfinal.
Tutto è ancora possibile ed il proprio destino è ancora nelle mani delle ragazze di Fabio Conti. Con la vittoria nei tempi regolamentari scavalcherebbero le olandesi che ora guidano il girone con 12 punti; con la vittoria ai rigori potrebbero ancora essere le migliori seconde; con la sconfitta ai rigori (dove guadagnerebbero un punto) potrebbero sperare nella contemporanea sconfitta della Russia, impegnata nella difficile partita con la Spagna, sebbene in casa; con la sconfitta nei tempi regolamentari molto probabilmente verrebbero scavalcate in classifica dall’Ungheria che ha un turno casalingo molto più agevole con la Francia. Anche le ungheresi hanno ancora una piccola chance di qualificarsi come migliore seconda, ma devono sperare nelle sconfitte, alla fine dei quattro tempi, di Italia e Russia.


La Superfinal è in programma dal 7 al 12 giugno a Shanghai. Vi partecipano otto squadre: le vincenti dei due concentramenti europei e la migliore seconda, le prime quattro del torneo intercontinentale e la Cina, in qualità di Paese ospitante. Sono già qualificate Usa, Australia, Canada, Cina e Brasile dal torneo che si è svolto a febbraio negli Stati Uniti e la Spagna, aritmeticamente prima nel gruppo B. Restano, quindi, in corsa quattro squadre per due posti: Olanda, Italia, Ungheria e Russia.


Quest’anno il Setterosa ha vinto la medaglia di bronzo ai campionati europei di gennaio a Belgrado battendo in finale la Spagna 10-9 (è stata battuta solo dall’Ungheria, in semifinale 10-5) e si è qualificata ai prossimi Giochi Olimpici di Rio de Janeiro classificandosi seconda nel torneo preolimpico di marzo a Gouda, dove ha perso soltanto una partita, con gli Stati Uniti in finale 11-6.
L’anno scorso l’Italia si è classificata settima nella Superfinal, mentre l’anno precedente, il 2014, seconda eguagliando il suo miglior piazzamento della storia in World League (insieme ai secondi posti del 2006 e 2011) e facendo meglio della squadra che nel 2004 vinse le olimpiadi ed alla World League si classificò terza.

Le convocate. Confermata la squadra di Gouda e Belgrado. Le tredici sono Laura Teani e Elisa Queirolo (Plebiscito Padova), Roberta Bianconi e Giulia Emmolo (Olimpiakos), Rosaria Aiello, Federica Radicchi, Arianna Garibotti e Giulia Gorlero (Despar Messina), Teresa Frassinetti (RN Bogliasco), Aleksandra Cotti (Rapallo Pallanuoto), Francesco Pomeri (Città di Cosenza), Chiara Tabani (Mediostar Prato) e Tania Di Mario (L’Ekipe Orizzonte). Nello staff, con il commissario tecnico Fabio Conti, l’assistente Paolo Zizza, il team manager Barbara Bufardeci, il preparatore atletico Simone Cotini, la fisioterapista Simona Tozzetti e la psicologa Flavia Sferragatta.


Il cammino delle azzurre

Olanda-Italia 11-10
Ungheria-Italia 17-15 dtr (13-13)
Italia-Francia 13-5
Italia-Ungheria 10-7
Francia-Italia 5-10


Ultimo turno preliminare dei gironi europei


Martedì 3 maggio


Gruppo A
Ungheria-Francia, Budapest ore 18.00
Italia-Olanda, Bari ore 20.15 diretta Rai Sport 1


Gruppo B
Russia-Spagna, Ruza ore 18.00 (19.00 locali)
Germania-Grecia, Heidelberg ore 19.30


Classifica del gruppo A
Olanda 12 (52 gol fatti e 41 subiti)
Italia 10 (56 e 41)
Ungheria 8 (54 e 49)
Francia 0 (34 e 65)


Classifica del gruppo B
Spagna 14 (80 gol fatti e 38 subiti)
Russia 9 (71 e 55)
Grecia 7 (61 e 45)
Germania 0 (29 e 103)


La classifica finale del concentramento intercontinentale
1. USA
2. Australia
3. Cina
4. Canada
5. Brasile
6. Giappone


Albo d’oro della World League femminile


2004 1.USA 2.HUN 3.ITA
2005 1.GRE 2.RUS 3.AUS
2006 1.USA 2.ITA 3.RUS
2007 1.USA 2.AUS 3.GRE
2008 1.RUS 2.USA 3.AUS
2009 1.USA 2.CAN 3.AUS
2010 1.USA 2.AUS 3.GRE
2011 1.USA 2.ITA 3.AUS
2012 1.USA 2.AUS 3.GRE
2013 1.CHN 2.RUS 3.USA
2014 1.USA 2.ITA 3.AUS
2015 1.USA, 2.AUS, 3.NED

Foto Deepbluemedia.eu