Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

A2 M nord. Report della ventesima giornata

Pallanuoto
images/joomlart/article/37efc0f49aaca7e56d098fbcc9b0835b.jpg

Tutto deciso in chiave playoff. Quinto, Spazio Camogli, Torino 81 e Lavagna 90 Dimeglio già qualificate. Ancora viva, invece, la corsa alla salvezza. Albaro Nervi e Pharmitalia Bergamo, rispettivamente con 9 e 7 punti, si contendono il penultimo posto in classifica, che vale ancora l'ingresso ai playout. L'altra delle due scende direttamente in B. A rischio playout ci sono ancora RN Imperia, President Bologna, Crocera Stadium e Chiavari Nuoto (quattro per due posti). L'altro è del Wasken Boys che anche vincendo le prossime due partite non raggiunegerebbe la salvezza anticipata. Seguono tabellini e commenti. 


PRESIDENT BOLOGNA-ALBARO NERVI 9-3


bologna

PRESIDENT BOLOGNA: De Santis, Gopcevic, Barboni, Baldinelli 1, Catalano, Dello Margio 1, Racalbuto, Belfiori 1, Pasotti, Moscardino 2, Cocchi 3, Cecconi, Martelli 1. All.Gamberini.
ALBARO NERVI: Vio, Priolo, Moncagatta, Damonte, Vallarino, Giusti 1, Tortora, Loomis 2 (1 rig.), Anesini, Caliogna, Briganti All. Dorigo.
Arbitri: Iacovelli e Marongiu
Note: parziali 3-0, 2-0, 3-1, 1-2. Superiorità numeriche: President Bologna 2/6, Albaro Nervi 0/6 più un rigore. Espulso per proteste Cecconi (B) al 4.08 del primo tempo. Spettatori: 100 circa


A solo due giornate dalla fine del campionato, l'Albaro Nervi, penultima in classifica e a rischio retrocessione in serie B, resta a secco. Non segna per due tempi e non riesce a frenare l'avanzata del Bologna che la distacca con un break di 5-0. Solo nel terzo tempo la squadra ospite tenta un timido recupero ma non va oltre un gol su rigore. Bologna lascia giocare nel quarto tempo ma la doppietta di Loomis non cambia un risultato, in realtà prevedibile fin dall'inizio. Miglior marcatore Cocchi del Bologna con tre gol.


CS PLEBISCITO PD-RN IMPERIA 57 3-4

PLEBISCITOM

C.S. PLEBISCITO PD: Destro, Segala, Chiriatti, Prete, Savio 1, Barbato J. , Gottardo, Maras 1, Zanovello, Conte, Robusto, Spessato 1, Tomasella. All. Fasano
R.N. IMPERIA 57: Conti, Ramone 1, Grosso, Rocchi G.2, Grossi, Durante, Ferrari, Corio, Novara G., Soma', Rocchi 1, Novara E., Merano. All. Pisano
Arbitri: Dantoni e Magnesia
Note: parziali 0-2, 0-1, 1-1, 2-0. Nel quarto tempo usciti per limite di falli Grosso (I) e Rocchi G. (I). Superiorità numeriche: Plebiscito 3/8 e Imperia 1/3 + un rigore fallito. Espulso a 7'59" del quarto tempo il tecnico del Plebiscito Fasano. Spettatori 150 circa.


L'Imperia da l'impressione di aver già risolto l'incontro con il 3-0 di metà gara, permettendosi anche di sbagliare un rigore con Spessato. Nel terzo tempo un gol per parte: Maras per Padova e Rocchi per Imperia. Il Plebiscito effettua una generosa rimonta nel quarto periodo con i gol di Savio e Conte che le permette, però, soltanto di avvicinare sul 3-4 l'Imperia. 


LAVAGNA 90 DIMEGLIO-CSOPHARMITALIA PN BERGAMO 13-3


lavagna123


LAVAGNA 90 DIMEGLIO: Graffigna, Cotella 2, Congiu 1, Pedroni 2, Giusti, Cimarosti 3, Bassani 1, Westermann 1, Cotella, Luce 1 (rig.), Magistrini 1, Parisi , Casazza 1. All. Berri.
CSOPHARMITALIA PN BERGAMO: Facchinetti, Morotti, Pedersoli, Persiani, Tassi, Baldi 1, Raimondi, Baldi 1, Riva, Fumagalli 1, Giuga. All. Foresti.
Arbitri: Petronilli e Roberti Vittory.
Note: parziali 2-1, 3-1, 5-0, 3-1. Superiorità numeriche: Lavagna 90 Dimeglio 2/6 un rigore e Csopharmitalia PN Bergamo 0/4. Uscito per limite di falli Raimondi nel quarto tempo. La Csopharmitalia Bergamo ha 11 giocatori a referto. Spettatori 70 circa.


Come da pronostico il Lavagna 90 Dimeglio è aritmeticamente ai play-off. Tutto facile per i padroni di casa che, dopo il vantaggio iniziale del Csopharmitalia Bergamo con Fumagalli, dominano la partita rimanendo sempre in testa, senza lasciare spazio agli ospiti per rientrare in partita. Segnano il massimo break della partita dopo 47" del quarto tempo, con nove reti consecutive, e raggiungono il massimo vantaggio solo alla fine della partita quando Cimarosti firma il 13-3. La Csopharmitalia Bergamo è in piena lotta per non la retrocedere insieme al Nervi. 


CHIAVARI NUOTO-SPAZIO R.N. CAMOGLI 7-8

CHIAVARI1

CHIAVARI NUOTO: Cavo, Ferrari 1, Ghio, Mangiante, Oliva 1, Barrile 2, Marciano 1, Giambruno, Raineri, Croce, Rolla 2, Castagnola, Vaccarezza. All. Dinu
SPAZIO R.N.CAMOGLI: Gardella, Beggiato, Iaci 1, Antonucci, Federici 2, Solari, Guenna, Gatti 1, Cocchiere, Pino, Licata 2, Cuneo, Caliogna 2. All. Magalotti
Arbitri: Guarracino e Rovida
Note: parziali 2-2, 1-2, 3-2, 1-2.

Sono di fronte il Chiavari che deve tenersi lontano dai play out e il Camogli aritmeticamente già ai play off. Le due squadre si alternano nelle segnature non riuscendo a distanziarsi e arrivano all'inizio del quarto tempo sul 6-6. Avanti Camogli con con il gol di Federici (25"56), poi ariva la reazione del Chiavari che spinge fino a pareggiare con Marciano a 31 secondi dalla fine in superiorità numerica; quando il risultato sembra acquisito Caliogna, a 13 secondi dal fischio della sirena, realizza l'8-7 definitivo in superiorità.


TORINO 81-SC QUINTO 9-7

TORINO1

TORINO 81: Rolle, Mantero, Cranco Azzi 1, Maffe' 1, Oggero 2, Seinera 1, Vuksanovic 2, Lauria 1, Loiacono, Aldi, Giuliano, Presciutti 1. All. Aversa
S.C. QUINTO: Scanu, Prian, Brambilla Di Civesio, Luccianti, Turbati, Bianchi, Bogdanovic 3, Palmieri, Boero 1, Bittarello 1, Spigno, Amelio 2, Azzarini. All. Paganuzzi
Arbitri: Cataldi e Paoletti
Note: parziali 4-2, 1-2, 2-2, 2-1. Superiorità numeriche: Torino 81 6/14 e SC Quinto 3/14. Usciti per limite di falli Palmieri (Q), Turbati (Q), Giuliano (T) e Boero (Q) nel quarto tempo. Espulso il dirigente accompagnatore del Quinto nel quarto periodo. Spettatori 600 circa.


Il Torino 81 batte con due reti di scarto la capolista Quinto, successo che gli permette di rimanere in corsa per il secondo posto, conteso con il Camogli. Dopo i primi minuti di gioco sono i padroni di casa a tentare il primo allungo (4-1), ma gli ospiti reagiscono subito piazzando un controbreak di 3-0 e pareggiano i conti con Bogdanovic, tripletta personale. A metà del secondo parziale il punteggio recita 4-4. La formazione di Aversa riesce a rimettere la testa avanti con Vuksanovic, e la manterrà fino alla fine dell'incontro, nonostante un ostico Quinto che ha cercato in tutti i modi di restare sempre in partita.


CLUB WASKEN BOYS-CROCERA STADIUM 4-7


wasken.jpg


CLUB WASKEN BOYS: Ruggieri, Marchi, Legrenzi, Pederzoli 2, Zucchelli, Tortelli, Damonte, Boccali, Manfredi, Turelli 1, Manzone, Regonesi 1. All. Crimi
CROCERA STADIUM: Foroni Lo Faro, Elefante, Dellepiane, Lo Basso, Bavassano, Ferraris 1, Siri, Bosso 1, Fulcheris 1, Parodi, Bianchetti 1, Michieletto 2, Fulcheris 1. All. Ivaldi
Arbitri: Bianchi e Minelli
Note: parziali 0-1, 2-3, 1-2, 1-1. Superiorità numeriche: Wasken 2/15 e Crocera 3/11. Espulsi per proteste Siri e Bianchetti (C) nel terzo e Pederzoli (W) nel quarto tempo. Usciti per limite di falli: Parodi (C) nel terzo quarto e Michieletto (C) nel quarto quarto. Spettatori 150 circa.

Un solo gol nel primo tempo, lo segna Michieletto dopo 1'07" per la Crocera. La partita si accende nel secondo tempo: ancora Michieletto per lo 0-2, poi il Wasken raggiunge il pareggio con Pederzoli e Turelli, infine Fulcheris e Bianchetti riportano i compagni sul +2 (2-4 a metà partita). Nervi tesi nel terzo tempo: prima Bianchetti e poi Siri vengono espulsi per proteste e lasciano la Crocera in 11.  I gol di Fulcheris e Ferraris, però, mantengono il risultato al sicuro (3-7).  Un gol per parte nel quarto periodo e un'altra espulsione per proteste, questa volta del giocatore del Wasken Pederzoli.

Prossimo turno e classifica