Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

A1 M. Posillipo e Napoli alla Final Six

Pallanuoto
images/joomlart/article/8b6f79a520644c6e636b1af1c405094c.jpg

Doppietta napoletana. Robertozeno Posillipo e Canottieri Napoli ottengono la qualificazione alla Final Six con due giornate di anticipo. Posillipo batte in casa l'Ortigia 12-10 e raggiunge al quarto posto i cugini della Canottieri Napoli. Per la squadra di Paolo Zizza, invece, sconfitta indolore a Busto Arsizio con la Sport Management (11-9). Robertozeno e Canottieri Napoli si aggiungono alle già qualificate Pro Recco, AN Brescia e BPM Sport Management. Per le finali scudetto resta un solo posto a disposizione, il sesto della classifica, e saranno Carisa Savona (che oggi ha vinto a Roma con la Lazio) e Carpisa Yamamay Acquachiara (battuta a Brescia) a contenderselo. Savona ha 41 punti e Acquachiara 38. Final Six a Sori dal 26 al 28 maggio. In coda Florentia e Sori, invece, lottano per un posto nei playout salvezza: sono divise da due punti e l'ultima retrocede direttamente in serie A2. Attualmente Florentia 8 e Sori 6 punti.   


A.N. BRESCIA-CARPISA YAMAMAY ACQUACHIARA 12-5

BRESCIAOGGI

AN BRESCIA: Del Lungo, Guerrato, Presciutti, Randelovic 4, Rios Molina 3, Rizzo 1, Damonte, Nora 1, Presciutti N. , Bertoli 1, Ubovic 1, Napolitano 1, Dian. All. Bovo
CARPISA YAMAMAY ACQUACHIARA: Volarevic, Perez, Rossi, Korolija, Scotti Galletta 1, Lanzoni, Marziali 1, Ferrone, Tozzi, Luongo S. , Valentino, Luongo 3, La Moglia. All. Brancaccio
Arbitri: Ercoli e Lo Dico
Note: parziali 1-1, 3-1, 4-2, 4-1 Superiorità numeriche: A.N. Brescia 3/8, Carpisa Yamamay Acquachiara 4/7. Nessuno uscito per limite di falli. Spettatori: 800


Netta vittoria del Brescia ai danni dell'Acquachiara. Dopo un primo parziale equilibrato, al goal di Randelovic, quattro goal personali, risponde dopo circa un minuto Michele Luongo. A cavallo tra il secondo e il terzo tempo i padroni di casa piazzano un break di cinque reti consecutive (6-2), iniziato con Guerrato e finito con Napolitano. Gli ospiti provano a rimanere in scia agli avversari aggrappandosi di nuovo a Michele Luongo, che, sfruttando due superiorità numeriche, segna due reti di fila a metà del terzo quarto (6-4). La formazione di Bovo replica con un altro break di 6-0, che si rivelerà decisivo (11-5). Scotti Galletta firma l'ultima marcatura dell'incontro quando ormai i conti sono chiusi. Per l'Acquachiara si tratta di una sconfitta che complica il cammino verso la qualificazione ai playoff.


BPM PN SPORT MANAGEMENT-C.C. NAPOLI 11-9

MANAGEMENTDOMANI

BPM PN SPORT MANAGEMENT: Oliva, Di Fulvio 1, Busilacchi, Coppoli 1, Vergano 2, Petkovic 1, Di Somma, Jelaca, Mirarchi 1, Bini 3, Razzi 1, Deserti 1, Lazovic D. All. Gu Baldinetti
CC NAPOLI: Turiello, Buonocore, Di Costanzo 2, Migliaccio, Brguljan 5 (1 rig.), Borrelli, Mattiello 1, Campopiano, Baviera, Velotto, Baraldi 1, Esposito, Maccioni. All. Zizza
Arbitri: Brasiliano e Pinato
Note: parziali 3-3, 3-3, 3-1, 2-2 Superiorità numeriche: BPM PN Sport Management 2/9, C.C.Napoli 5/10 + un rigore trasformato a 5.30 del terzo tempo. Usciti per limite di falli Di Somma (B) uscito per limite di falli a 5.30 del terzo tempo, e Jelaka (B) a 7.19 del quarto tempo. Nel BPM PN Sport Management Lazovic ha sostituito in porta Oliva dall'inizio della partita. Spettatori: 300


Partita molto equilibrata tra BPM PN Sport Management e CC Napoli. I padroni di casa la spuntano solamente all'ultimo minuto con un goal di Vergano a 17 secondi dalla sirena finale, che mette al sicuro il risultato. Nessuna delle due squadre riesce a prendere il sopravvento sull'altra. C'è un perfetto equilibrio, fino a quando la formazione di Gu Baldinetti firma un break di 3-0 con Coppoli, Petkovic e Bini (10-7). Gli ospiti non mollano un colpo e rimangono nella scia degli avversari grazie alle reti di Mattiello prima e Brguljan (cinque gol per lui) a 40 secondi al termine che capitalizzano al meglio due azioni in superiorità numerica (10-9). Nell'azione successiva Vergano chiude i conti definitivamente consegnado la vittoria al Management.


RN SORI-ROMA VIS NOVA 8-14


sorivisnova070520162



RARI NANTES SORI: Ferrari, Ferrero, Gandini 2, Mugnaini 1, Percoco, Cambiaso, Digiesi, Gualdi, Steardo 1, Manzi 2, Brlecic 1, Ivosevic 1, Massaro. All. Marsili
ROMA VIS NOVA: Bonito, Carchiolo 1, Murro 1, Pappacena 3, Bezic 2, Spinelli 2, Innocenzi 1, Vitola 1, Calcaterra A. 1, Mandolini 1, Del Basso 1, Nicosia . All. Ciocchetti
Arbitri: Alfi e Calabro
Note: parziali 3-3, 1-3, 2-2, 2-6. Usciti per limite di falli Ferrero (RN Sori) nel terzo tempo, Digiesi (RN Sori), Spinelli (Vis Nova) e Vitola (Vis Nova) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: RN Sori 3/13 + un rigore e Vis Nova 6/18. Spettatori 100 circa

La Roma Vis Nova domina 14-8 la RN Sori e tiene accesa la possibilità di salvarsi senza ricorrere ai playout. Dopo un primo tempo equilibrato, tra la fine della seconda e l'inizio della terza frazione, arriva lo strappo degli ospiti con le reti Carchiolo, Vitola e Alessandro Calcaterra; i liguri con Mugnaini e Steardo si portano a meno uno dalla Vis Nova (6-7) ma Del Basso manda le squadre sull'8-6 all'utlimo periodo. In avvio di quarto parziale l'allungo decisivo degli uomini di Ciocchetti che con Vitola e Bezic vanno sul 10-6 che taglia le gambe ai padroni di casa, i quali non riescono più a rientrare in partita e intravedono la retrocessione diretta in A2.


ROBERTOZENO POSILLIPO-CC ORTIGIA 12-10


posillipoortigia070520162


ROBERTOZENO POSILLIPO: Caruso, Cuccovillo 1, Marinic 1, Foglio, Klikovac 4, Russo 1, Renzuto Iodice 2, Gallo 3(1 rig.), Briganti, Saviano, Dolce, Saccoia, Negri. All. Occhiello
CC ORTIGIA: Patricelli, Siani, Abela 2, Puglisi , Di Luciano 1, Lisi, Camilleri 3(1 rig.), Ivovic B. 1, Rotondo 1, Danilovic, Casasola 2, Polifemo, Negro. All. Leone
Arbitri: Bianco e Castagnola
Note: parziali 5-4, 3-3, 3-0, 1-3. Espulsi per reciproche scorrettezze Renzuto Iodice (Posillipo) e Danilovic (Ortigia) nel terzo tempo. Usciti per limite di falli Ivovic (Ortigia) e Puglisi (Ortigia) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Posillipo 4/9 + un rigore e Ortigia 4/9 + un rigore. Spettatori 200 circa


Vittoria e accesso garantito alla Final Six scudetto per la Robertozeno Posillipo. Il primo allungo dei padroni di casa arriva ad inizio di secondo tempo con il rigore del 6-4 di Gallo; poi il veemente ritorno dell'Ortigia che va a segno tre volte consecutive con Camilleri, Ivovic e Rotondo. Ci pensano Klikovac e Russo a portare la Robertozeno sull'8-7 di metà gara. La terza frazione è quella dello strappo decisivo degli uomini di Occhiello che superano Patricelli con Marinic, Klikovac e Cuccovillo per l'11-7 con cui le squadre arrivano all'ultima frazione. Quarto tempo di cuore dei ragazzi di Leone, già sicuri alla vigilia di partecipare ai playout, che si portano in scia (11-10) dei partenopei ma il terzo gol di Valentino Gallo fissa il punteggio sul 12-10.


BOGLIASCO-RN FLORENTIA 10-10

BOGLIASCOBENE


BOGLIASCO BENE: Prian, De Trane 2, Di Somma 1, Gavazzi , Guidaldi 4, Ravina, Gambacorta 3, Puccio, Guidi, Fracas, Monari, Giordano , Pellegrini . All. Bettini
RARI NANTES FLORENTIA: Mugelli L. , Colombo , Generini 2, Dani, Panerai F. 4, Vasic 1(1 rig.), Brancatello , Bruni 2, Turchini, Gobbi, Astarita , Panerai L. 1, Cicali. All. Minetti
Arbitri: Centineo e Scappini
Note : parziali 1-2, 2-2, 3-4, 4-2. Mugelli (RN Florentia) para un rigore a Gambacorta (Bogliasco) nel secondo tempo e a Di Somma (Bogliasco) nel terzo tempo. Espulso per proteste l'allenatore della RN Florentia, Minetti, nel terzo tempo. Usciti per limite di falli Gobbi (RN Florentia), Colombo (RN Florentia) e Vasic (RN Florentia) nel terzo tempo. Superiorità numeriche: Bogliasco 6/15 + 2 rigori e RN Florentia 4/11 + un rigore. Spettatori 250 circa


Pari spettacolo alla "Vassallo" ma quanti rimpianti per la Florentia. Toscani, infatti, che conducono sempre il match, andando addirittura sul più tre nel terzo e quarto tempo (9-6 e 10-7). Il Bogliasco reagisce nel finale dell' ultima frazione con la doppietta di Guidaldi e il gol di De Trane per il 10-10 finale: risultato che allontana i padroni di casa dallo spettro playout e gli ospiti dalla retrocessione diretta.


PRO RECCO-PN TRIESTE 10-1


reccotrieste070520162


PRO RECCO: Tempesti, Di Fulvio F. 2, Mandic 1, Fondelli 1, Giorgetti, Sukno 1, Giacoppo 1, Aicardi, Figari 1, Bodegas, Ivovic 2, Gitto N. 1, Pastorino. All. Pomilio
PN TRIESTE: Jurisic, Petronio, Ferreccio, Giorgi A., Giacomini, Popovic 1, Rocchi, Elez, Berlanga, Spadoni, Turkovic, Vannella. All. Picardo
Arbitri: Pascucci e Zedda
Note: parziali 1-0, 2-0, 4-1, 3-0 Jurisic (Trieste) para un rigore a Sukno (Pro Recco) nel terzo tempo. Uscito per limite di falli Giacomini (Trieste) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Pro Recco 1/5 + un rigore e Trieste 0/7. Spettatori 300 circa

La Pro Recco non lascia nulla agli avversari e travolge 10-1 la già salva Pallanuoto Trieste. I campioni d'Italia mettono in ghiaccio il match a metà gara, chiusa avanti 3-0: reti di Mandic, Giacoppo e Ivovic. La squadra di Pomilio accelera definitivamente negli ultimi due quarti nei quali stampano un parziale di 7-1 che non lascia scampo ai giuliani. Tra i liguri, che guidano il campionato a punteggio pieno, doppiette di Francesco Di Fulvio e Ivovic.


SS LAZIO NUOTO – CARISA R.N. SAVONA 9-13


LAZIOSTORE

LAZIO NUOTO: Radic, Ferrante, Colosimo, De Vena, Narciso, Di Rocco 2, Giorgi 1, Cannella 2 (un rig), Leporale 1, Lapenna 2 (un rig), Maddaluno 1, Mele, Vespa. All. Formiconi
CARISA RN SAVONA: Antona, Alesiani 3, Pesenti 1, Colombo 1, L. Bianco 2, Cesini, Mistrangelo 1, Milakovic 1, G. Bianco, Agostini 1, Piombo, Sadovyy 3, Missiroli. All. Angelini
Arbitri: F. Collantoni e F. Gomez
Delegato: G. Taormina
Note: parziali 1-2, 4-4, 2-3, 2-4. Usciti per limite di falli Cannella e Leporale (L) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Lazio 5/11, Savona 7/9 + un rigore fallito (parato) da Milakovic nel quarto tempo. Spettatori 400 circa.

Fino a metà del terzo tempo la Lazio resta in partita, prima inseguendo e poi raggiungendo per due volte la parità, contro una Carisa Savona molto determinata, che vede avvicinarsi la partecipazione (Acquachiara permettendo) alla Final Six in programma a Sori dal 26 al 28 maggio. Alla Lazio, a partire dal derby della prossima settimana contro la Vis Nova, interessa ormai solo la posizione di accesso ai Play Out con i relativi accoppiamenti.

Play by play e classifica