Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

A1 F. Cosenza stop, Catania scatto avanti

Pallanuoto
images/joomlart/article/80d4ca8cf75b93d8f72f58ca734e4f73.jpg

Plebicito Padova e Despar Messina hanno un altro passo. Mediostar Prato che batte l'Imperia e Bogliasco Bene che batte il Bologna seguono appaiate al terzo posto a 12 lunghezze dal Messina e 20 dal Padova. L'Ekipe Orizzonte conquista tre punti importanti per la corsa al sesto posto e approfitta della battuta d'arresto della Città di Cosenza nell'anticipo con la Despar Messina. Ad una giornata dal termine del campionato, i verdetti in A1 femminile sono stati emessi quasi tutti. Da stabilire resta soltanto l'ultima squadra, tra Ekipe Orizzonte (24 punti) e Città di Cosenza (22), che parteciperà alla Final Six in programma a Messina dal 20 al 22 maggio. Tra sette giorni L'Ekipe Orizzonte riceverà il Padova campione d'Italia e la Città di Cosenza sarà ospite del Rapallo. Già qualificate alla Final Six Plebiscito Padova, Despar Messina, Rapallo Pallanuoto, Bogliasco Bene e Mediostar Prato. Tutto deciso in zona retrocessione: Bologna salva; Imperia e Acquachiara Ati 2000 scendono in A2.

CITTA' DI COSENZA - DESPAR MESSINA 6-10


Cittadicosenzadesparmessina060520162


CITTA' DI COSENZA: Nigro, Citino 1, Gallo, De Mari, Motta S. 2, Koide, Marani, Nicolai, Pomeri 1, Presta, Motta R. , De Cuia 2, Manna. All. M. Capanna
WATERPOLO DESPAR MESSINA: Gorlero, Zablith 1, Gitto 1, Arruzzoli, Morvillo 1, Radicchi 2, Garibotti 3, D'Agata, Aiello 2, Bosurgi, Laganà. All. Mirarchi
Arbitri: Romolini e Severo
Note: parziali 0-2, 4-2, 0-4, 2-2. Nessuna giocatrice uscita per limite di falli. Superiorità numeriche: Città di Cosenza 1/8 e Despar Messina 1/7. Spettatori 400 circa


Nell'anticipo di venerdì sera il Messina ha vinto 10-6 in casa del Città di Cosenza. Break in avvio delle ragazze di Mirachi che si portano sul 3-0 con le reti di Radicchi, Gitto e Zablith. Le padrone di casa reagiscono nella seconda frazione con Pomeri a 4'57'' e Silvia Motta a 7'32'' e acciuffano il 4-4 con cui si va all'intervallo. Lo strappo decisivo della Despar arriva nel terzo parziale: i gol di Morvillo, Aiello (il primo in superiorità dell'incontro), Radicchi e Garibotti consentono alle siciliane di portarsi sull'8-4. Nell'ultimo quarto non mutano le distanze tra le due squadre: il Città di Cosenza va a segno con una doppietta di De Cuia e Messina con Aiello e Garibotti, autrice di una tripletta, per il 10-6.


ACQUACHIARA ATI 2000 – L’EKIPE ORIZZONTE 10-15

ACQUACHIARAorizzonte


ACQUACHIARA ATI 2000: Iaccarino , Monaco, Anastasio 2, Maglitto 1, Migliaccio, De Magistris, Vitiello 1, Tortora 3, Foresta, Acampora 1, Centanni 1, Esposito 1, D'antonio. All. Damiani
L'EKIPE ORIZZONTE: Schillaci, Santapaola, Campione 1, Buccheri Y, Di Mario 2, Grillo 4, Amedeo, Marletta 3 (1 rig.), Buccheri G. 2, Aiello, RiccioliI. 1, Lombardo 2. All. Miceli
Arbitri: Braghini e Navarra
Note: parziali 3-6, 1-5, 5-3, 1-1. Superiorità numeriche: Acquachiara 2/14 e Orizzonte 4/11 + un rigore. Nell'Acquachiara in porta Iaccarino nel primo e secondo tempo e D'Antonio nel terzo e quarto. Uscite per limite di falli Migliaccio e Tortora (A), Campione e Lombardi (O) nel quarto tempo. Spettatori 50 circa

L'Ekipe Orizzonte passa facilmente a Napoli e ottiene tre punti importantissimi per la conquista del sesto posto, ultimo disponibile per l'ingresso alla Final Six, che la vede in lotta con la Città di Cosenza, battuta ieri nell'anticipo dalla Despar Messina. Tutto si deciderà tra sette giorni nell'ultimo turno della stagione regolare: L'Ekipe riceverà il Padova campione d'Italia e la Città di Cosenza sarà ospite del Rapallo. Catania ha 24 punti e Cosenza 22. Oggi, dopo un buon avvio delle napoletane (che all'inizio si erano portate sul 2-1), le catanesi hanno segnato il solco in 10 minuti, raggiungendo il massimo vantaggio di 11-3 (14'15") e 12-4 (18'27"). Nella seconda metà della partita l'Acquachiara he ridotto le distanze fino al - 4 con Tortora a inizio quarto tempo (10-14). Poi non si è più segnato per oltre sette minuti e proprio sulla sirena è arrivato il gol di Giulia Buccheri che ha fissato il risultato.    


MEDIOSTAR WP PRATO – R.N. IMPERIA 57 15-1

PRATOPMF

MEDIOSTAR WP PRATO: Gigli, Pelagatti, Giachi, Lapi, Bosco 1, Repetto 1, Galardi 1, C. Tabani 4, Albiani 3, Canetti, Francini 2, Bartolini 3 (un rig), E. Tabani. All. Bologna.
RN IMPERIA: Solaini, Amoretti, Borriello, Pustynnikova, Cuzzupè, Tedesco, Gamberini, Garibbo 1, Mori, Bencardino, Drocco, Ruma, Sowe. All. Stieber.
Arbitri: T. Boccia e V. Frauenfelder
Note: parziali 5-0, 2-0, 4-0, 4-1. Uscita per limite di falli Gamberini (I) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Prato 4/9 + un rigore, Imperia 0/6. Spettatori 300 circa.

Larga vittoria del Mediostar Prato sulla Rari Nantes Imperia. Le atlete allenate da Bologna salutano il proprio pubblico dopo un esaltante campionato che le porterà a disputare dal 20 al 22 maggio la Final Six a Messina. Ora bisognerà attendere solo gli ultimi 32 minuti di gioco per conoscere, rispetto a Bogliasco e Rapallo, quale posizione occuperanno tra il terzo e quinto posto. Il gol dell'Imperia arriva dopo 28"58 di gioco con Garibbo. Nella Mediostar poker dell'azzurra Chiara Tabani e triplette di Albiani e Bartolini. 


CS PLEBISCITO PADOVA-RAPALLO PALLANUOTO 11-2


ai1.jpg


CS PLEBISCITO PADOVA: Teani, Barzon 1, Savioli I. 2, Gottardo, Savioli M. , Casson, Millo 1, Dario 3, Fisco, Robinson 2, Nencha 1, Lascialandà 1, Franceschino . All. Posterivo
RAPALLO PALLANUOTO: Lavi, Zanetta, Casanova 1, Avegno 1, Sessarego, Antonucci, Tankeeva, Criscuolo, Arbus, Criscuolo, Cotti, Ioannou, Maiorino. All. Antonucci
Arbitri: Mauro e Rotondano
Note: parziali 4-0, 3-0, 2-1, 2-1. Spettatori: 250 circa. Superiorità numeriche: Padova 1/5; Rapallo 2/7.


Le campionesse d'Italia ribadiscono la loro superiorità e battono 11-2 il Rapallo. Partita tutta in discesa per Padova che si impone nei primi 24 minuti di gioco con un break di 9 gol consecutivi. Apre le marcature Ilaria Savioli dopo 28 secondi in superiorità numerica, realizza il 9-0 Alessia Millo al minuto 19'01". Il primo gol del Rapallo arriva a cinque secondi dallo scadere del terzo periodo con Casanova che sfrutta una superiorità nuemrica. Dopo 1'54" del quarto tempo Avegno realizza il 9-2, dopodiché Padova si riporta a +9 con Dario che firma la tripletta e Robinson che trova la doppietta.


BOGLIASCO BENE – R.N. BOLOGNA 15-8

BOGLIASCOWOMEN

BOGLIASCO BENE: Falconi, Viacava 1, Gualdi, Dufour 6 (2 rig), Trucco 1, Millo, Maggi 1, Rogondino 2 (1 rig), Boero 1, Rambaldi Guidasci , Cocchiere 3, Frassinetti, Malara. All. Sinatra.
R.N. BOLOGNA: Sparano, Zimmerman 2, Lenzi, Verducci 1, Rendo, Barboni 1, Mazzini, Manzoni, Udoh 1, Budassi 3, Mina, Pasquali. All. Grassi.
Arbitri: P. Bensaia e R. Camoglio
Note: parziali 3-1, 6-1, 3-1, 3-5. Uscite per limite di falli Pasquali (bologna nel terzo tempo, Trucco (Bogliasco) e Manzoni Bologna) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Bogliasco 2/9 + 4 rigori dei quali uno fallito (parato) da Rogondino nel terzo tempo, Bologna 2/9 + due rigori dei quali un rigore fallito (parato) da Verducci nel primo tempo. Spettatori 100 circa.

Il Bogliasco Bene resta nel gruppetto delle inseguitrici alle due capoliste (Plebiscito e Messina) e supera abbastanza nettamente un Bologna, ormai serenamente appagato per la permanenza nella massima serie. Tra le padrone di casa top scorer la Dufour autrice di sei gol. All'inizio del quarto tempo Sinatra schiera tra i pali la giovane Malara al posto della Falconi.


Classifica e prossimo turno