Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

World League. Settebello a Siracusa

Pallanuoto
images/joomlart/article/97f5a880fad2d60586f654e794b4bbde.jpg

Italia-Croazia vale l'ingresso alla Superfinal di giugno in Cina. Martedì 10 maggio alle 19.00 nella piscina “Paolo Caldarella” alla Cittadella dello Sport di Siracusa l'Italia riceve la Croazia per il sesto ed ultimo turno della fase preliminare in diretta su Rai Sport 2. Dal 20 ottobre ad oggi il Settebello ha compiuto un percorso netto con cinque vittorie in altrettante partite, meritando il primo posto del girone, ma per centrare la qualificazione alla Superfinal deve superare l’ultimo ostacolo, il più difficile. La squadra di Alessandro Campagna parte con il vantaggio acquisito all’andata, il 1° dicembre a Dubrovnik, dove si è imposta per 9-8 e ha due risultati su tre. L’Italia guida la classifica con 15 punti, la Croazia segue con 12, cosicché anche il pareggio e l’eventuale sconfitta ai rigori le consentirebbe di prenotare il biglietto per Huizhou, città di circa 600.000 abitanti, situata nella Cina sud-orientale in provincia di Guangdong, dov’è in programma la Superfinal dal 21 al 26 giugno.


La prima squadra ad essersi qualificata è la Serbia campione del mondo e d’Europa che guida il girone B con 15 punti e 6 di vantaggio sul Montenegro; l’incontro diretto del 10 maggio a Banja Luka diventa ininfluente ai fini della classifica. Sarà decisivo, invece, come Italia-Croazia, anche l’incontro diretto del girone A tra Ungheria e Grecia, sempre il 10 maggio, a Szentes: Grecia 15 punti e Ungheria 12 (all’andata Grecia-Ungheria 12-8).
Le altre squadre che parteciperanno alla Superfinal usciranno dal torneo intercontinentale, in programma dal 10 al 15 maggio a Jokohama: le prime quattro classificate più la Cina in qualità di Paese ospitante.


Quest’anno il Settebello si è classificato sesto ai campionati europei di gennaio a Belgrado (dove ha battuto la Croazia 8-6 nella semifinale per il quinto/sesto posto) e si è qualificata ai prossimi Giochi Olimpici di Rio de Janeiro, classificandosi seconda nel torneo preolimpico a Trieste (battuta in finale dall’Ungheria 10-8).


Per l'occasione il commissario tecnico del Settebello Alessandro Campagna ha convocato 16 giocatori: Matteo Aicardi, Niccolò Figari, Michael Alexandre Bodegas, Francesco Di Fulvio, Massimo Giacoppo, Pietro Figlioli, Niccolò Gitto, Stefano Tempesti e Andrea Fondelli (Pro Recco), Marco Del Lungo, Alessandro Nora, Christian e Nicholas Presciutti (AN Brescia), Stefano Luongo (Carpisa Yamamay Acquachiara), Valentino Gallo e Vincenzo Renzuto Iodice (Robertozeno Posillipo).


Nello staff, insieme al cittì, l'assistente tecnico Alessandro Duspiva, il team leader e videoanalista Francesco Scannicchio, la psicologa Bruna Rossi, il fisioterapista Luca Mamprin e il preparatore atletico Alessandro Amato.


I risultati del gruppo C


1^ giornata - 20 ottobre
Croazia-Turchia 19-6
Russia-Italia 11-16


2^ giornata - 17 novembre
Italia-Turchia 14-4
Croazia-Russia 17-9


3^ giornata 1 dicembre
Croazia-Italia 8-9
Russia-Turchia 13-9


4^ giornata - 16 febbraio
Italia-Russia 14-9
Turchia-Croazia 3-16


5^ giornata - 26 aprile
Turchia-Italia 7-22
Russia-Croazia 10-14


6^ giornata - 10 maggio
Italia-Croazia, Siracusa ore 19.00 diretta Rai Sport 2
Turchia-Russia 5-13 (giocata il 3 maggio)


Classifica


Italia 15 (75 gol fatti e 39 subiti)
Croazia 12 (74 gol fatti e 37 subiti)
Russia 6
Turchia 0


La situazione negli altri gironi europei


Nel gruppo A: Grecia 15, Ungheria 12, Romania 3, Georgia 0
Nel gruppo B: Serbia 15, Montenegro 9, Spagna 6, Francia 0


Programma della 6^ giornata – 10 maggio


Ungheria-Grecia, Szentes ore 17.00
Romania-Georgia, Bucarest, ore 17.00 (18.00 locali)
Francia-Spagna, Limoges ore 20.30
Serbia-Montenegro, Banja Luka, ore 19.00


Alla Superfinal, in programma dal 21 al 26 giugno a Huizhou (Cina), si qualificano le vincenti dei tre concentramenti europei, le prime quattro squadre classificate del torneo intercontinentale che si disputa dal 10 al 15 maggio a Jokohama (Giappone), più la Cina in qualità di Paese ospitante. Le sei quadre che partecipano al torneo di Jokohama sono Australia, Brasile, Cina, Giappone, Kazakistan e USA.


Albo d'oro della World League


2002 Patrasso
1. Russia, 2. Spagna, 3. Ungheria
Italia eliminata nel girone di qualificazione
2003 New York
1. Ungheria, 2. Italia, 3. USA
2004 Long Beach
1. Ungheria, 2. Serbia&Montenegro, 3. Grecia
Italia quarta, battuta in finale per il 3° posto dalla Grecia per 12-9
2005 Belgrado
1. Serbia&Montenegro, 2. Ungheria, 3. Germania
Italia eliminata nei gironi di semifinale
2006 Atene
1. Serbia&Montenegro, 2. Spagna, 3. Grecia
Italia eliminata nei gironi di qualificazione
2007 Berlino
1. Serbia, 2. Ungheria, 3. Australia
Italia eliminata nei gironi di qualificazione
2008 Genova
1. Serbia, 2. USA, 3. Australia
Italia settima, battuta la Grecia nella finale 7°-8° posto per 11-7
2009 Podgorica
1. Montenegro, 2. Croazia, 3. Serbia
Italia quinta, battuta l'Australia nella finale 5°-6° posto per 11-10
2010 Nis
1. Serbia, 2. Montenegro, 3. Croazia
Italia eliminata nei gironi di qualificazione
2011 Firenze
1. Serbia, 2. Italia, 3. Croazia
2012 Almaty
1. Croazia, 2. Spagna, 3. Italia.
2013 Chelyabinsk
1. Serbia, 2. Ungheria 3. Montenegro
2014 Dubai
1. Serbia, 2. Ungheria, 3. Montenegro
Italia eliminata nei gironi di qualificazione
2015 Bergamo
1. Serbia, 2. Croazia, 3. Brasile
Italia settima, battuta la Cina nella finale 7°-8° posto per 16-9

Foto Deepbluemedia.eu