Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

A1 M. Carisa Savona alla Final Six

Pallanuoto
images/joomlart/article/9d3e1c9dd0aee195a9c0ca621ea5139a.jpg

La Carisa Savona è la sesta ed ultima qualificata alla Final Six scudetto della serie A1 maschile e si aggiunge a Pro Recco, AN Brescia, Bpm Sport Management, CC Napoli e Robertozeno Posillipo. Alla squadra di Angelini basta il pari 9-9 nel derby contro la Bogliasco Bene, punto che fa bene anche a quest'ultimi che conquistano la permanenza nella massima serie. La Pro Recco si conferma dominatrice della regular season, passando 11-6 alla Scandone contro la Carpisa Yamamay Acquachiara. L'AN Brescia, seconda forza del torneo, passeggia 16-6 sulla Canottieri Napoli di Paolo Zizza.  La Bpm Sport Management consolida il terzo posto, sconfiggendo 15-4 l'Ortigia a Siracusa. La Robertozeno Posillipo batte 9-7 la Rari Nantes Florentia a Firenze, passo falso indolore dei toscani la cui salvezza passerà dai playout. Tutto deciso praticamente in chiave salvezza: inutile il 13-13 tra Roma Vis Nova e Lazio Nuoto. La Pallanuoto Trieste passeggia 12-5  sulla RN Sori, presentatasi in terra giuliana con l'under 20.


Report della 25^ giornata


ROMA VIS NOVA PN-LAZIO NUOTO 13-13

pubblicoforoitalico

ROMA VIS NOVA PN: Bonito, Carchiolo 2, Murro 1, Pappacena 2, Bezic 2, Cascini, Spinelli, Innocenzi 2, Vitola 2, Calcaterra, Mandolini 1, Del Basso 1, Nicosia . All Ciocchetti
SS LAZIO NUOTO: Radic, Ferrante, Colosimo 1, De Vena, Narciso, Di Rocco 2, Giorgi 1, Cannella 5, Leporale 3, Lapenna, Maddaluno 1, Mele, Vespa . All Formiconi
Arbitri: Bianchi e Caputi
Note: parziali 3-2, 3-2, 4-2, 3-7. Uscito per limite di falli Bezic nel quarto tempo (2'45"). Superiorità numeriche: Vis Nova 5/ 7 e Lazio 6/11. Spettatori 500 circa


Oltre cinquecento spettatori per il derby di Roma, che apre la penultima giornata della regular season. La Vis Nova ha un solo risultato per sperare di evitare i playout, la Lazio è già certa di disputarli anche in caso di vittoria. Ne esce fuori una partita avvincente, leale e spettacolare, che tiene il pubblico con il fiato sospeso fino al fischio della sirena. Vis Nova parte meglio, la Lazio si aggrappa ai gol di Cannella (best scorer della partita con 5 reti) e si arriva alla fine del terzo periodo con la squadra di Ciocchetti avanti 10-6. Ma la partita non è chiusa; in 3’35” i ragazzi di Formiconi pareggiano il conto (da il via Giorgi e Leporale firma il 10-10). Tutto riaperto a 4’ da giocare e botta e risposta fino alla fine; Pappacena segna il 13-12 con l’uomo in più a 54 secondi dal termine ma la Lazio non si dà per vinta, guadagna la superiorità numerica nell’ultima azione e fa 13-13 con Di Rocco in extremis. Foto di Matteo Pucci


AN BRESCIA - CC NAPOLI 16-6


bresciaccnapoli140520162


AN BRESCIA: Del Lungo, Guerrato 1, Presciutti C.4, Randelovic, Molina, Rizzo 3, Damonte 2, Nora, Presciutti N., Bertoli 1, Ubovic 4, Napolitano 1, Dian. All. Bovo
CC NAPOLI: Turiello, Buonocore, Di Costanzo, Migliaccio, Brguljan 2, Borrelli, Mattiello 1, Campopiano 1, Baviera 1, Velotto 1, Baraldi, Esposito, Vassallo. All. Zizza
Arbitri: Ceccarelli e Colombo
Note: parziali 7-2, 2-1, 3-3, 4-0. Nessun giocatore uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: AN Brescia 0/0 e CC Napoli 3/3. Spettatori: 100 circa


L'AN Brescia lascia le briciole alla CC Napoli, confermandosi seconda forza del campionato. Una gara a senso unico in cui il risultato non è mai stato in discussione. La squadra di Bovo fa la voce grossa fin da subito, andando a segno per sei volte consecutive con tre gol a testa di Damonte, Ubovic e capitan Christian Presciutti; gli ospiti tentano una reazione accorciando con Campopiano e Baviera. Rizzo sigla il 7-2 con cui si chiude il primo tempo e sostanzialmente la partita. Nella seconda frazione i lombardi, pur non premendo sull'acceleratore, ampliano il vantaggio, andando all'intervallo sul 9-3. La musica non cambia nel terza e quarta frazione: i padroni di casa continuano a dilagare fino al 16-6 finale. Tra i bresciani quaterne di Christian Presciutti e Ubovic. Per la squadra di Zizza una sconfitta indolore in attesa della Final Six scudetto.


CC ORTIGIA - BPM SPORT MANAGEMENT 4-15


ortigiasportmanagement140520162


CC ORTIGIA: Patricelli, Siani, Abela, Puglisi 1, Di Luciano 1, Lisi, Camilleri 1, Ivovic, Rotondo, Polifemo, Casasola 1, Vinci, Negro. All. Leone
BPM PN SPORT MANAGEMENT: Oliva, Busilacchi, Brambilla Di Civesio 1, Coppoli 2, Vergano 1, Petkovic 4(2 rig.), Di Somma E. 2, Jelaca 1, Mirarchi 1, Bini, Razzi 1, Deserti 2, Lazovic . All. Baldinetti
Arbitri: Ercoli e Fusco
Note: Parziali 2-4, 0-3, 0-3, 2-5. Petkovic (Sport Management) fallisce un rigore per esecuzione irregolare nel secondo tempo. Usciti per limite di falli Siani (Ortigia) nel secondo tempo e Abela (Ortigia) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Ortigia 1/7 e Sport Management 5/9 + 3 rigori. Spettatori 400 circa


La Bpm Sport Management è una montagna troppo alta per l'Ortigia che affiderà il proprio destino agli spareggi salvezza. I veneti dominano fin da subito il match e i gol di Coppoli, Di Somma e Jalaca li portano sul 7-2 di metà gara che spezza gli equilibri. I ragazzi di Baldinetti accelerano ulteriormente nella terza frazione, andando in rete per tre volte consecutive con doppietta di Petkovic e Vergano per il 10-2 che introduce l'ultimo parziale e chiude definitivamente l'incontro. Tra gli ospiti quaterna di Petkovic


CARISA SAVONA - BOGLIASCO BENE 9-9


carisasavonabogliasco140520162


CARISA SAVONA: Antona, Alesiani 2(1 rig.), Pesenti, Colombo 1, Bianco L., Cesini, Mistrangelo 1, Milakovic 3(1 rig.), Bianco G., Agostini, Mensi , Sadovyy 2, Zerilli. All. Angelini
BOGLIASCO BENE: Prian, De Trane 1, Di Somma, Gavazzi 3, Guidaldi 1, Ravina 2, Gambacorta 2, Puccio, Guidi, Fracas, Monari, Giordano, Pellegrini. All. Bettini
Arbitri: Paoletti e Piano
Note: parziali 3-1, 1-2, 2-2, 3-4 Usciti per limite di falli Mensi (Savona) nel terzo tempo e Di Somma (Bogliasco) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Savona 3/10 + 2 rigori e Bogliasco 7/16. Spettatori 400 circa.


Un punto che per la Carisa vuol dire Final Six scudetto e per il Bogliasco Bene permanenza in serie A1. I padroni di casa si trovano quattro volte con il doppio vantaggio (3-1, 4-2, 5-3 e 6-4), Gavazzi segna il 6-5 con cui le squadre arrivano all'ultimo parziale. Gavazzi e Guidi portano, a inzio del quarto tempo, la squadra di Bettini avanti 7-6; poi la squadra di Angelini realizza tre gol consecutivi (doppietta di Milakovic e Sadovyy) per il 9-7 che sembra chiudere ogni discorso ma De Trane e Gambacorta regalano ai bogliaschini il punto che serve per la matematica salvezza


CARPISA YAMAMAY ACQUACHIARA - PRO RECCO 6-11


acquachiaraprorecco140520162


CARPISA YAMAMAY ACQUACHIARA: Volarevic, Perez, Rossi, Korolija, Scotti Galletta, Lanzoni, Marziali 1, Tozzi, Gitto M., Luongo S. 3, Valentino 1, Luongo M. 1, La Moglia. All. Brancaccio
PRO RECCO: Tempesti, Di Fulvio F., Fondelli 1, Figlioli 2, Giorgetti, Sukno 2, Giacoppo 2, Aicardi 1, Figari, Bodegas, Ivovic 3, Gitto N., Pastorino. All. Pomilio
Arbitri: Scappini e Taccini
Note: parziali 1-2, 3-2, 0-4, 2-3. Nessun giocatore uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Acquachiara 4/7 e Recco 3/7. Spettatori 100 circa
La speranza di qualificarsi alla Final Six scudetto dell'Acquachiara si spegne contro lo strapotere della Pro Recco che passa 11-6, confermandosi in testa al campionato e a punteggio pieno. L'equilibrio regge per i primi sedici minuti: le squadre, infatti, vanno all'intervallo sul 4-4. Nel terzo tempo i Campioni d'Italia fanno la voce grossa andando a segno con Ivovic, Figlioli, Aicardi e Giacoppo per l'8-4 che manda in frantumi i sogni della squadra di Brancaccio. I ragazzi di Pomilio amministrano il match negli ultimi otto minuti alla sirena finale il punteggio è 11-6. Prima della partita è stato premiato Perez che dice addio alla pallanuoto.


PN TRIESTE-RN SORI 12-5


PNTRIESTERNSORI140520162


PN TRIESTE: Jurisic, Podgornik, Petronio 1, Ferreccio 1, Giorgi 1, Giacomini , Popovic 2, Rocchi 1, Elez 2, Berlanga 1, Spadoni 1, Mezzarobba 2, Vannella. All.Picardo
RN SORI: Massaro, Ferrero 1, Gandini 1, Barattini, Viacava 1, Bianchetti, Stagno, Percoco, Penco, Manzi 2, Frodà, Gualdi, Benvenuto. All. Temellini
Arbitri: Petronilli e Severo
Note: Parziali 3-0, 2-1, 5-1, 2-3. Nessun giocatore uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: PN Trieste 4/6 e RN Sori 3/8. Spettatori 700 circa


Senza storia il match alla Bianchi, con la RN Sori presentatasi con l'under 20. Giuliani che, con la doppietta di Mezzarobba e il gol di capitan Giorgi, chiudono la prima frazione avanti 3-0. Gli uomini di Picardo allungano ulteriormente le distanze nel secondo tempo con la rete di Elez per il 5-1 con cui le squadre arrivano all'intervallo lungo. Il terzo parziale è un assolo dei padroni di casa che violano per cinque volte la porta di Massari con Ferreccio, Elez, Rocchi, Berlanga e Popovic; per i liguri c'è gloria per Manzi. Si va al quarto periodo sul 10-2. Negli ultimi otto minuti i triestini frenano e i ragazzi di Temellini riescono a rendere la sconfitta meno pesante: 12-5 il risultato finale


RN FLORENTIA-ROBERTOZENO POSILLIPO 7-9

POSILLIPO

RN FLORENTIA: Mugelli, Colombo, Generini, Dani, Panerai F. 1, Vasic 1, Brancatello 2, Bruni 1, Bosazzi, Gobbi, Astarita 2, Panerai L., Cicali. All. Minetti
ROBERTOZENO POSILLIPO: Caruso, Cuccovillo 2, Marinic Kracig, Foglio, Klikovac 3 (1 rig.), Russo, Briganti 1, Iodice, Buslje 1, Saviano, Dolce 1, Saccoia 1, Negri. All. Occhiello
Arbitri: Rovida e Savarese
Note: parziali 2-3, 3-1, 2-3, 0-2. Usciti per limite di falli Colombo (F) nel secondo, Generini (F) e Foglio P) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Florentia 5/14 e Posillipo 5/16 + 1 rigore. Spettatori 100 circa

Alla vigilia sembra un impegno morbido per il Robertozeno Posillipo. Invece la trasferta a Firenze diventa più difficile del previsto per la squadra di Mauro Occhiello, che chiude il primo tempo avanti 3-2 e subisce il ritorno dei fiorentini nel secondo periodo. Si arriva all’intervallo lungo con la Florentia avanti 5-4, grazie ai gol di Astarita, Cuccovillo e Federico Panerai. Parità, 7-7, alla fine del terzo tempo; tra il 19’ e il 20’34” Posillipo prova il break con Briganti in più e Klikovac su rigore (fallo di Gobbi) e Vasic rimedia per la Florentia a 21’55” sfruttando un’altra superiorità numerica. La partita si risolve a metà del quarto tempo, decisivo l’uno-due firmato Klikovac-Cuccovillo in 34 secondi, che vale il 9-7 napoletano.


Ecco il calendario della Final Six Scudetto e dei playout retrocessione della serie A1 maschile, che si terranno alla Piscina Comunale di Sori dal 25 al 27 maggio.


Mercoledì 25 maggio


Ore 19.00 Quarto di finale 1
Ore 20.45 Quarto di finale 2


Giovedi 26 maggio


Ore 12.30 Finale 5°/6° posto
Ore 14.30 Semifinale playout
Ore 16.30 Semifinale playout
Ore 18.30 Semifinale 1
Ore 20.30 Semifinale 2


Venerdì 27 maggio 


Ore 14.00 Finale 3°/4° posto
Ore 16.00 Finale playout
Ore 20.30 Finale 1°/2° posto