Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

WL. Italia-Grecia 7-11, poker Serbia

Pallanuoto
images/joomlart/article/e2e616cb727d00de5892d8f43d4a2d79.jpg

L'Italia perde 11-7 contro la Grecia e conclude al quarto posto la Superfinal della World League in svolgimento a Huizou. Il Settebello però era stato in vantaggio 6-1. Lo 0-0 lo sblocca l'ellenico Kolomovos dopo 2'03'' poi è solo Settebello: due volte Figlioli, Nicholas Presciutti e Di Fulvio superano Flegkas per il 4-1 azzurro di fine primo tempo. L'Italia allarga la forbice in apertura di secondo periodo con Nora 0'38'' e Nicholas Presciutti a 1'24''(6-1) la partita sembra indirizzata. La Grecia reagisce: una doppietta di Genidounias, Gounias e Kolomovos la riportano in scia (6-5) all'intervallo lungo.
La squadra di Vlachos completa la rimonta ed opera il sorpasso: Kolomonos e Vlachopoulos superano Del Lungo (7-6). Di Fulvio interrompe il digiuno azzurro (7-7) ma la Grecia torna avanti con il gol in superiorità di Fountoulis dell'8-7 e poi allunga con Mourikis a cinque secondi dalla chiusura della terza frazione (9-7). L'abbrivio del match è mutato; il Settebello accusa la fatica delle tante partite giocate in pochi giorni, oltre a una condizione atletica non ancora ottimale. La Grecia, che aveva battuto l'Italia (15-4) anche nella seconda partita della fase a gironi, chiude definitivamente i conti nell'ultimo quarto con i gol dell'11-7 di Dervisis e Gounias.
"Una brutta sconfitta - spiega, con la consueta onestà, il CT Alessandro Campagna - che mette a nudo le nostre debolezze: c'è poco d'aggiungere". Nella finalissima, diretta dall'arbitro italiano Daniele Bianco, vittoria della Serbia 10-6 contro gli Usa. Per i campioni del mondo e d'Europa si tratta del quarto successo consecutivo nella World League (Chelyabinsk 2013, Dubai 2014 e Bergamo 2015) , il decimo della sua storia (due come Serbia&Montenegro nel 2005 e nel 2006).


ITALIA-GRECIA 7-11
Italia: Del Lungo, Di Fulvio 2, Gitto, Figlioli 2, Fondelli, Bodegas, Giacoppo, Nora 1, Presciutti C., Luongo, Figari, Presciutti N. 2, Vassallo. All. Campagna
Grecia: Flegkas, Mylonakis, Dervisis 1, Genidounias 2, Fountoulis 1, Pontikeas, Afroudakis, Delakas, Mourikis 1, Kolomvos 3, Gounias 2, Vlachopoulos 1, Galanopoulos. All. Vlachos
Arbitri: Naumov (rus), Peris (cro)
Note: parziali 4-1, 2-4, 1-4, 0-2. Espulso per gioco violento Fountoulis (G) nel quarto tempo. Nessun giocatore uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Italia 3/13 e Grecia 7/12. Spettatori 700 circa


Il calendario della Superfinal a Huizhou (6 ore avanti rispetto all'Italia)


 
Girone A: Australia, Grecia, Giappone e Italia
Girone B: USA, Serbia, Brasile e Cina


Fase preliminare, orari locali


1^ giornata - 21 giugno
Serbia-Brasile 14-10
Grecia-Giapppone 14-7
Australia-Italia 7-14
USA-Cina 12-6


2^ giornata - 22 giugno
Australia-Giappone 13-7
Grecia-Italia 15-4
USA-Brasile 10-7
Serbia-Cina 20-5


3^ giornata - 23 giugno
Serbia-USA 10-8
Grecia-Australia 10-5
Giappone-Italia 10-17
Brasile-Cina 15-13 dtr


Quarti di finale - 24 giugno
Italia-Brasile 12-6 
Australia-Usa 15-16 dtr
Grecia-Cina 15-5
Giappone-Serbia 10-19


Semifinali - 25 giugno
Italia-Serbia 4-7
Usa-Grecia 17-16 dtr


Finali il 26 giugno
3° posto Italia- Grecia 7-11
1° posto Serbia-Usa 10-6


consulta il sito ufficiale


Albo d'oro della World League


2002 Patrasso 
1. Russia, 2. Spagna, 3. Ungheria
Italia eliminata nel girone di qualificazione
2003 New York
1. Ungheria, 2. Italia, 3. USA
2004 Long Beach
1. Ungheria, 2. Serbia&Montenegro, 3. Grecia
Italia quarta, battuta in finale per il 3° posto dalla Grecia per 12-9
2005 Belgrado
1. Serbia&Montenegro, 2. Ungheria, 3. Germania
Italia eliminata nei gironi di semifinale
2006 Atene
1. Serbia&Montenegro, 2. Spagna, 3. Grecia
Italia eliminata nei gironi di qualificazione
2007 Berlino
1. Serbia, 2. Ungheria, 3. Australia
Italia eliminata nei gironi di qualificazione
2008 Genova
1. Serbia, 2. USA, 3. Australia
Italia settima, battuta la Grecia nella finale 7°-8° posto per 11-7
2009 Podgorica
1. Montenegro, 2. Croazia, 3. Serbia
Italia quinta, battuta l'Australia nella finale 5°-6° posto per 11-10
2010 Nis
1. Serbia, 2. Montenegro, 3. Croazia
Italia eliminata nei gironi di qualificazione
2011 Firenze
1. Serbia, 2. Italia, 3. Croazia 
2012 Almaty
1. Croazia, 2. Spagna, 3. Italia
2013 Chelyabinsk
1. Serbia, 2. Ungheria 3. Montenegro
2014 Dubai
1. Serbia, 2. Ungheria, 3. Montenegro
Italia eliminata nei gironi di qualificazione
2015 Bergamo
1. Serbia, 2. Croazia, 3. Brasile
Italia settima, battuta la Cina nella finale 7°-8° posto per 16-9
2016 Huizou
1. Serbia 2. Usa 3. Grecia 4. Italia


Foto Deepbluemedia.eu