Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

World League. Ungheria-Italia alle 20

Pallanuoto
images/joomlart/article/0457b9593941797f8d484d0dc043a117.jpg

Si gioca a Budapest nella piscina del Vasutas, in casa delle campionesse europee che il 21 gennaio 2016 a Belgrado vinsero 10-5 la semifinale continentale. E' il terzo turno della fase preliminare di World League, il secondo impegno per entrambe. Arbitrano il greco Andreas Moiralis e la russa Svetlana Dreval. Delegato FINA Aleksander Sostar. Con la Francia hanno stravinto tutte e due: 14-4 l'Italia e 16-6 l'Ungheria. La partita è già uno spareggio qualificazione; con una vittoria da tre punti si può ipotecare il passaggio del turno, ma anche una vittoria ai rigori o solo un pareggio al termine dei tempi regolamentari regalerebbero punti pesanti. Così come pesante e decisivo per la qualificazione all'ultima Superfinal si è rivelato il punto ottenuto dalle azzurre a Budapest il 27 ottobre 2015, alla Alfred Hajos, all’Isola Margherita, nell'andata del preliminare di World League, quando l'Ungheria vinse 17-15 dopo i tiri di rigore (13-13 alla fine dei quattro tempi). L'Italia vinse 10-7 al ritorno il 23 febbraio 2016 a Novara scavalcando così le magiare nel girone.
Ad Atene, nel gruppo A, la Grecia batte la Russia 8-7 (3-2, 2-2, 1-2, 2-1) e passa al comando della classifica. Gara diretta dall'italiano Filippo Gomez in coppia con la francese Anne Grandini. 

Le formazioni ufficiali


22 NOVEMBRE 2016. A Firenze l'Italia batte la Francia 14-4 nella prima partita di World League 2016/17. Quello è stato anche il giorno dell'investitura ufficiale di Elisa Queirolo con i gradi di capitano; eredità ricevuta da Tania Di Mario che dopo 16 anni di successi con la calottina numero 7 della Nazionale (1 oro e 1 argento ai Giochi Olimpici - 1 oro, 1 argento e 1 bronzo ai Mondiali - 3 ori, 2 argenti e 1 bronzo agli Europei - 2 medaglie d'argento e una di bronzo in World League, una d'argento e una di bronzo in Coppa FINA) e la splendida avventura di Rio ha lasciato la Nazionale proseguendo l'attività soltanto con il club di appartenenza, l'Ekipe Orizzonte. Tania Di Mario, che a Catania riveste anche il ruolo di direttore sportivo, è stata capitano del Setterosa per cinque anni: ai Mondiali di Roma 2009 ricevette il testimone da Martina Miceli, oggi presidente e allenatore dell'Ekipe Orizzonte e nel 2013, dopo la partesi di due anni, lo riprese da Elisa Casanova.
 
24 GENNAIO 2017. A due mesi di distanza Elisa Queirolo - 4 scudetti in carriera con Recco, Rapallo e Padova (2) - torna a guidare le compagne. E' la sua prima trasfrerta da capitano. Ha esordito in prima squadra agli Europei di Zagabria 2010 con la calottina numero 4 del nuovo Setterosa che stava nascendo (quell'anno Italia quarta). Nel 2011 la prima medaglia d'argento in World League, nel 2012 il successo agli Europei di Eindhoven, dopodichè è stato un crescendo di emozioni e risultati: ancora argento in World League nel 2014, il bronzo ai Mondiali 2015 e la tripletta del 2016 con il bronzo agli Europei di Belgrado, il secondo posto nel torneo preolimpico a Gouda e l'argento ai Giochi di Rio. 
Alessia Millo, compagna di club di Queirolo, torna ad indossare la calottina del Setterosa dopo un anno e mezzo. L'ultima partita con la Nazionale l'aveva disputata il 19 luglio 2015 ad Atene contro la Cina nella Thetis Cup con una selezione composta da atlete che avevano partecipato ai Giochi Mondiali Universitari e dell'under 20. Per lei - unica novità rispetto alla squadra che ha battuto la Francia due mesi fa a Firenze - l'Ungheria rappresenta un ricordo particolare: a Szentes il 16 dicembre del 2014 fece l'esordio in World League e disputò la sua seconda partita con la Nazionale maggiore, dopo l'amichevole del 13 dicembre a Roma con la Cina. A Szentes l'Italia vinse 11-9 e anche in quell'occasione Alessia indossava la calottina n 7. Con la Cina, invece, era finita 9-9 con una sua doppietta.


Programma e risultati della fase preliminare


Gruppo A
Grecia 4, Russia 3, Olanda 2,  
Gruppo B
Italia e Ungheria 3, Francia 0


1^ giornata – 29 novembre 2016
Grecia-Olanda 5-7 dtr (4-4)
Francia-Ungheria 6-16


2^ giornata – 20 dicembre 2016
Olanda-Russia 12-15
Italia-Francia 14-4 (anticipo 22 nov)


3^ giornata – 24 gennaio 2017
Grecia-Russia 8-7
Budapest, 20.00 Ungheria-Italia


4^ giornata – 21 febbraio 2017
Olanda-Grecia e Ungheria-Francia


5^ giornata – 28 marzo 2017
Russia-Olanda e Francia-Italia


6^ giornata – 18 aprile 2017
Russia-Grecia e Italia-Ungheria