Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Final Six fem. Avanti Orizzonte e Bogliasco

Pallanuoto
images/joomlart/article/e0f8f8e597417f055b8f03e881ad4c36.jpg

L'Ekipe Orizzonte e la Bogliasco Bene si qualificano alle semifinali della Final Six scudetto del campionato femminile di pallanuoto, in corso alla piscina comunale "Il Poggiolino" di Rapallo.
Le siciliane battono all'ultimo respiro 10-9 un'ottima NC Milano che, nonostante i ventitre punti di differenza nella regular season, lotta e combatte per tutto il match e va addirittura sul 9-7 a metà quarto tempo grazie anche ad una tripletta della Zerbone e alle parate dell'azzurra Giulia Gorlero. Poi le reti di Marletta e la doppietta col mancino della baby catanese Riccioli, l'ultimo a 50 secondi dal termine, regalano la semfinale alle tredici di Martina Miceli che venerdì alle 17.15 giocheranno con la Waterpolo Messina. Per la NC Milano una sconfitta onorevole e la consapevolezza di potersela giocare la prossima stagione non più da outsider.
Meno equilibrato l'altro quarto di finale RN Bogliasco-Sis Roma che termina 14-8 per le liguri trascinate delle bogliaschine Dufour (tripletta), Millo e Frassinetti prossima alla chiusura della sconfinata carriera. Per la Roma, guidata in panchina da Rodriguez in sostituzione di Formiconi squalificato, troppe occasioni fallite in extraplayer con un deludente 3 su 14. Per il Bogliasco semifinale alle 16 contro le campionesse d'Italia uscenti della Plebiscito Padova.


Bogliasco Bene-SIS Roma 14-8 tabellino
Bogliasco Bene: Falconi, Viacava 2, Zimmerman 2 (1 rig.), Dufour 3 (1 rig.), Trucco, Giulia Millo 2, Maggi, Rogondino, Boero, Rambaldi Gudasci 1, Cocchiere 2, Frassinetti 2, Malara. All. Sinatra.
SIS Roma: Riccardi, Gual Rovirosa 2, Mirarchi, Marani, Giovannangeli 2, Tankeeva, Picozzi 1, Sinigaglia 1, Fabbri, Mandelli, Giachi 2, Rovetta, Brandimarte. All. Rodriguez.
Arbitri: Calabrò ed Ercoli.
Note: parziali 2-2, 5-2, 2-3, 5-1. Uscita per limite di falli Millo (B) nel quarto tempo. Espulse per reciproche scorrettezze Zimmerman (B) e Gual (R) nel quarto tempo. Ammonito l'allenatore Sinatra (B) per proteste. Superiorità numeriche: Bogliasco Bene 3/5 + 3 rigori, SIS Roma 3/14 + un rigore. Riccardi (R) para un rigore a Boero a 2'30 nel terzo tempo. Picozzi (R) fallisce un rigore a 7.50 nel quarto tempo (fuori). Spettatori 300 circa. In tribuna il cittì del Setterosa Fabio Conti.


CRONACA. La spagnola Gual apre le danze da fuori, ma il Bogliasco pareggia subito su rigore: fallo grave di Fabbri e Dufour segna l'1-1 spiazzando il portiere. Ancora il secondo fallo grave di Fabbri offre l'extraplayer alle "bianche" che passano in vantaggio di nuovo con Dufour (2-1). Ancora da fuori arriva il pareggio con Sinigallia che trova l'angolo giusto dai sette metri (2-2).
Capitan Giovannangeli regala subito il 3-2 giallorosso rifinendo da sotto una veloce controfuga; Bogliasco risponde con Millo che si alza dai 5 metri e piazza una pregevole colomba per il nuovo pari (3-3). Sinigallia fallisce sola soletta il vantaggio e dall'altra parte ancora Dufour (tripletta) finalizza la seconda superiorità numerica su tre tentativi per il 4-3. La Sis reagisce e trova sempre col capitano Giovannangeli (doppietta) il pareggio con un tiro che prende la traversa e tocca l'acqua senza dare la piena sensazione di aver superato la linea di porta. Le liguri però si scatenano: l'australiana Zimmerman segna il secondo rigore di giornata, poi l'ex centroboa azzurra Frassinetti con una magia dal centro segna il doppio vantaggio (6-4). La Sis si innervosisce e subisce ancora dal centro il 7-4, stavolta da una scaltra Cocchiere che si libera e fulmina Riccardi.
Nel terzo tempo Millo da sotto fa 8-4 e mette una seria ipoteca sul match. Ma la Sis Roma reagisce ancora e con una doppietta di Giachi (il secondo in extraplayer) accorcia fino al -2 (6-8). Riccardi para il rigore di Boero, poi cede su Zimmerman (9-6). Il tempo si chiude con il meno due della Gual che va in doppietta (9-7). 
La forbice si allarga nell'ultimo tempo. Il Bogliasco passa quattro volte in cinque minuti: Frassinetti lotta ancora come un leone e gira il 10-7 dal centro; Viacava centra una bomba dai sette metri; Rambaldi Guidasci rifinisce un'azione di controfuga; Cocchiere realizza il 13-7. Nel frattempo Zimmerman e Gual vengono espulse per scorrettezze. La rete di Picozzi (che sbaglia anche un rigore) e quella della Viacava chiudono referto e match.


L'Ekipe Orizzonte-NC Milano 10-9 tabellino
L'Ekipe Orizzonte: Jovetic, Sapienza, Garibotti, Eggens 2, Di Mario 2, Grillo, Palmieri 2, Marletta 2, Santapaola, Aiello, Riccioli 2, Lombardo, Schillaci. All. Miceli.
NC Milano: Gorlero, Zerbone 3, Crudele, Scialla 2, Pustynnikova 2, Incarnato, Ardovino, Comba 1, Cordaro 1, Zizzo, Magni, Di Lernia, Rosanna. All. Diblasio.
Arbitri: Collantoni e Frauenfelder.
Note: parziali 3-2, 2-2, 2-3, 3-2. Uscita per limite di falli Magni (M) nel terzo tempo. Superiorità numeriche: L'Ekipe Orizzonte 2/8, NC Milano 6/8. Ammoniti i tecnici Diblasio (M) e Miceli (O) per proteste. Spettatori 200 circa. In tribuna il cittì del Setterosa Fabio Conti.


CRONACA. Milano prova a scappare e passa con Zerbone (deviazione della difesa) e con l'uomo in più di capitan Cordaro (0-2). Immediata la reazione delle siciliane con Palmieri (beduina dal centro) e la canadese Eggens, che sfodera la palomba del pareggio. Ora le lombarde arrancano e l'Ekipe trova metri in attacco con l'evergreen Di Mario che mette nell'angolo giusto il gol del vantaggio (3-2).Il match resta in equilibrio anche nel secondo tempo. La russa Pustynnikova pareggia con una bella girata dal centro, ma Marletta risponde subito con l'uomo in più (4-3). Escono per fallo grave entrambe le n.3. Prima capitalizza il doppio vantaggio Palmieri (doppietta); poi concede il bis anche Zerbone che segna il ì1 (4-5) con un bel tiro no look. Magni commette secondo fallo grave e stavolta Eggens infila l'angolo giusto per l nuovo doppio vantaggio rossoblu (6-4). Milano c'è e mette pressione. Stavolta è Grillo fuori per tre falli e ancora Zerbone a piazzare da fuori la tripletta. Catania sbaglia due buone occasioni in extraplayer ma è Milano che passa ancora: Di Mario commette fallo grave e Comba pareggia dal centro per il 6-6 di metà tempo. Il capitano rossoblu però si riscatta subito e nel rovesciamento riporta in vantaggio le etnee con un bel gol dal perimetro (7-6). Le lombarde non demordono e pareggiano allo scadere ancora con l'uomo in più: Scialla rifinisce il sesto extraplayer per il 7-7 di fine terzo tempo. Sale la tensione nell'ultimo quarto con le milanesi che viaggiano sull'entusiasmo e si portano addirittura sul doppio vantaggio: prima Pustynnikova in extraplayer (6 centri su 8 tentativi) e poi Scialla danno il 9-7 per le tredici in calottina blu. L'Ekipe raccoglie le idee: prima accorcia con Marletta; poi pareggia con la mancina Riccioli. Riprese sul più bello le milanesi sbagliano tanto davanti e vengono punite a 50 secondi dal termine ancora dal mancino di Riccioli che, dopo il timeout della Miceli, sfrutta lo schema e regala le semifinali alle etnee.


Seguono le designazioni arbitrali e il programma completo.


GIurici arbitri: De Chiara Maurizio e Carannante Enzo


ARBITRI
Navarra Bruno
Ercoli Marco
Calabrò Massimo
Petronilli Arnaldo
Castagnola Luca
Collantoni Fabio
Frauenfelder Vittorio
D'Antoni Riccardo
Brasiliano Fabio


Final Six - Rapallo, 11-13 maggio


Quarti di finale - 11 maggio
L'Ekipe Orizzonte-NC Milano 10-9 trasmessa in diretta su Waterpolo Channel
Bogliasco Bene-SIS Roma 14-8 trasmessa in diretta su Waterpolo Channel


Semifinali - 12 maggio
Finale 5° posto alle 14 in diretta su Waterpolo Channel
NC Milano-SIS Roma
Plebiscito Padova-Bogliasco Bene alle 16 in diretta su Rai Sport + HD
Waterpolo Messina-L'Ekipe Orizzonte alle 17.15 in diretta su Rai Sport + HD


13 maggio
Finale 3° posto alle 13.30 in diretta su Waterpolo Channel
Finale Playout alle 15 in diretta su Waterpolo Channel
RN Bologna-Rapallo Pallanuoto
Finale scudetto alle 16.30 in diretta su Rai Sport + HD


ALBO D'ORO CAMPIONATO FEMMINILE
1985 Volturno, 1986 Volturno, 1987 Volturno, 1988 Volturno, 1989 Volturno, 1990 Volturno, 1991 Volturno, 1992 Orizzonte Catania, 1993 Orizzonte Catania, 1994 Orizzonte Catania, 1995 Orizzonte Catania, 1996 Orizzonte Catania, 1997 Orizzonte Catania, 1998 Orizzonte Catania, 1999 Orizzonte Catania, 2000 Orizzonte Catania, 2001 Orizzonte Catania, 2002 Orizzonte Catania, 2003 Orizzonte Catania, 2004 Orizzonte Catania, 2005 Orizzonte Catania, 2006 Orizzonte Catania, 2007 Fiorentina WP, 2008 Orizzonte Catania, 2009 Orizzonte Catania, 2010 Orizzonte Catania, 2011 Orizzonte Catania, 2012 Pro Recco, 2013 Rapallo Pallanuoto, 2014 Mediterranea Imperia, 2015 Plebiscito Padova, 2016 Plebiscito Padova.


foto di Francesco Grillone