Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Mondiali di Melbourne Settebello quinto

News Pallanuoto precedenti

Superata la Grecia di Campagna 16-15 ai rigori. Migliorato l'ottavo posto di Montreal 2005. Decisiva la parata di Tempesti sul tiro di Santa. Il Ct Malara: "Abbiamo disputato un buon torneo"

MELBOURNE
Anche il Settebello chiude al quinto posto i XII Campionati Mondiali di pallanuoto. Fatica di piu' rispetto al Setterosa contro il Canada ma merita altrettanto la vittoria e migliora decisamente l'ottavo posto ottenuto nel 2005 a Montreal.
All'Aquatic Sport Centre di Melbourne la Nazionale di Paolo Malara batte la Grecia 16-15 dopo i tiri di rigore. Merito di Stefano Tempesti che alza oltre la trasversa la conslusione di Stefanos Santa e di tutta la squadra che in ottanta secondi (tanti ne mancavano alla fine del secondo tempo supplementare) raggiunge il pareggio rimontando due gol. Prima Postiglione in superioritia' numerica a 1'02'" dalla fine e poi Fiorentini su passaggio di Felugo quando erano rimasti soltanto 17" da giocare.
Partita lenta ma piacevole. La stanchezza si fa sentire. L'Italia difende meglio della Grecia confermando la tradizione e il rendiemento delle partirte precedenti. Nel terzo tempo dà l'impressione di avere il pieno controllo del gioco (finisce 8-6 con tiro vincente di Buonocore da oltre cinque metri) e a meta' del quarto sembra aver chiuso la partita (9-6 con prodezza di Felugo che guadagna una palla persa al centro e la gira in porta di destro) ma poi si ferma e permette alla Grecia di rientrare. Comincia un'altra partita, piu' difficile per l'Italia sotto l'aspetto emotivo.
La Grecia ci crede. Mazis e poi Ntoskas su rigore portano i compagni a -1 con ancora due minuti scarsi da giocare. Il pareggio arriva a 1'12" dalla sirena per mano di Kokkinakis che fulmina Tempesti con un tiro a schizzo. Quando mancano 52" Campagna chiama il timeout ma la successiva conclusione e' alta. Anche l'Italia ha un buon timeout da sfruttare negli ultimi 33" ma non riesce a concretizzare. Si va ai supplementari dove inizialmente la Grecia e' piu' concreta. Vantaggio di Vlontakis nel primo e raddoppio di Mylonakis nel secondo per l'11-9 che sembra chiudere l'incontro. Ma non è finita. Il Ct Malara dispensa consigli mantenendo la calma. In vasca Francesco Postiglione dà la carica giusta e Goran Fiorentini ci mette il braccio vincente.
Si va ai rigori. Dai cinque metri segnano tutti ma non Santa che si presenta per l'ultimo tiro della serie trovando davanti a sé un super Tempesti. Al n.1 fiorentino mancava soltanto la gemma del rigore decisivo per completare la sua prestazione "mondiale". Resta alto sull'acqua fino all'ultimo e quando parte il tiro manda la palla in cielo a mani unite. La panchina e' gia' tutta in piedi.
"Abbiamo disputato un buon mondiale - commenta soddisfatto Paolo Malara - Abbiamo giocato alla parti con tutti. Oggi non abbiamo brillato. Nel quarto tempo credevamo di aver chiuso la partita e ci siamo addormentati ma dopo siamo stati bravissimi a reagire. Sono contento. Rispetto alla Coppa Fina e agli Europei abbiamo compiuto un passo in avanti".
E' contento anche il Vicepresidente della Fin Lorenzo Ravina. "Con due quinti posti il mondiale della pallanuoto si puo' ritenere soddisfacente. Mi sono piaciuti tutti, e voglio dire bravi, ma in modo particolare Giorgetti e Rizzo, due giovani che hanno giocato da veterani". 
L'ultimo ad uscire dagli spogliatoi, accompagnato dall'altro portiere azzurro Fabio Violetti, e' proprio l'eroe della giornata, Stefano Tempesti. "E' andata bene. Intuire un rigore e' difficile. Si cerca di studiare l'avversario, provare a ricordare dove tira. Santa nel secondo tempo mi aveva gia' segnato su rigore. Questo quinto posto conferma che il gruppo e' cresciuto molto bene".
Fabio Violetti gli fa i complimenti. "Stefano ha disputato un ottimo mondiale ed e' stato il miglior giocatore. Sono contento per lui. Non avrebbe potuto fare di meglio".    


XII CAMPIONATI DEL MONDO
RISULTATI DEL SETTEBELLO A MELBOURNE 2007
Girone A
Italia-Giappone 20-6
Italia-Serbia 3-6
Italia-Germania 8-3

Ottavi di finale
Italia-Australia 12-11 dts

Quarti di finale
Italia-Spagna 5-7

Semifinale per quinto posto
Italia-Germania 6-5

Finale quinto posto
Grecia-Italia 15-16 dtr

Grecia: Deligiannis, Schizas, Mazis 2,
Santa 2 (1 rig), Chatzitheodorou, Kokkinakis
2, C. Afroudakis 1, Ntoskas 2 (1 rig), G.
Afroudakis, Miteloudis, Vlontakis 1,
Mylonakis 1, Reppas.
All. Campagna

Italia: Tempesti, Postiglione 1,
Giorgetti, Buonocore 2, Scotti
Galletta, Felugo 4 (1 rig), Mistrangelo, Rizzo 1,
Bencivenga, Calcaterra 1, Di Costanzo
1, Fiorentini 1, Violetti.
All. Malara

Arbitri: Margeta (Slo) e Njegouan (Srb)
delegato Fina: Tan Eng Bok (Sin)
Parziali: 3-3, 2-2, 1-3, 3-1
Supplementari: 1-0, 1-2
Sequenza rigori: Fiorentini gol, Mazis
gol, Felugo gol, Mylonakis gol,
Calcaterra gol, Vlontakis gol,
Giorgetti gol, Ntoskas gol, Buonocore
gol, Santa parato da Tempesti.
Note: Espulsi Rizzo a 7'50" del secondo
tempo per proteste e C. Afroudakis a
2'01" del terzo tempo per gioco violento.
Superiorita' numeriche: Grecia 5/9 +
2 rigori e Italia 4/9 + 1 rigore.
Spettatori: 500 circa.

Cicerchia, Passariello
Nostri Inviati