Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Qualificazioni Olimpiche L'Olanda ferma l'Italia

News Pallanuoto precedenti
images/joomlart/article/ed4b166fb36e2c27e16d3f79160bb2ac.jpg

Le azzurre perdono 11-7 in semifinale e domani giocano per il terzo posto con la Spagna. Maugeri: "Noi sottotono, loro piu' brillanti. Ci rifaremo a febbraio". La finalissima e' Russia e Olanda

KIRISHI
L'Italia si ferma in semifinale. Con l'Olanda perde 11-7 e domani mattina alle 9 italiane affronta la Spagna, battuta 12-8 dalla Russia, nella finale per il terzo posto del torneo di qualificazione olimpica. Alle 10.30 Russia e Olanda si giocano l'ingresso a Pechino 2008.
Oggi azzurre sottotono. Soltanto Manuela Zanchi si e' confermata ai suoi livelli. La prima palla e' di Tania Di Mario, il primo tiro di Valkay sul palo, il primo gol della de Bruijn dopo 54 secondi. L'Italia fatica dall'inizio. L'Olanda fa 2-0 con Cabout dopo sei minuti di gioco. Gigli blocca la palomba di Guichelaar e Di Mario accorcia le distanze sfruttando la prima superirota' numerica. All'inizio del secondo tempo c'e' il pareggio di Manuela Zanchi, l'Italia continua a rincorrere il risultato e a meta' gara e' sul 4-4. Una disattenzione in difesa permette all'Olanda di tornare subito in vantaggio nel terzo periodo: l'azione era finita ma van Belkum ha ripreso la palla e ribattuto in gol con un po' di fortuna. L'Italia subisce due break di 3-0 nel terzo e nel quarto tempo. Il primo lo recupera parzialmente, il secondo e' piu' difficile perche' manca anche Di Mario, uscita per limite di falli. 
Mauro Maugeri e' un fiume in piena. "Abbiamo cominciato subito male - dice il Ct - senza fare le cose che avevamo detto e provato. Oggi loro sono state superiori nel ritmo e nella forza e sono state piu' brillanti. Andavano in gol facilmente, mentre noi faticavamo molto. L'Olanda ha dimostarto di essere la squadra piu' in forma del momento, dopo aver battuto l'Ungheria e pareggiato con la Russia nel girone B. Noi l'avevamo battuta 7-6 ai Mondiali ma avevamo giocato sicuramente meglio".
Ha molte cose da dire il tecnico azzurro. "Abbiamo fatto il nostro solito gioco - continua - adeguandolo come sempre alle caratteristiche della squadra avversaria, cercando in questo caso di limitare il centroboa van Belkum, ma la loro condizione e la loro forza hanno sfaldato lentamente la nostra difesa. Anche nel secondo tempo, quando eravamo 4-4, faticavamo a tenere il passo e il ritmo".
Il Commissario Tecnico parla di risultato giusto ma vuole precisare che "non eravamo campioni ieri ma neanche asini oggi. Questo torneo ha confermato l'equilibrio che esiste tra le sei squadre eurupee e come tutti sanno alle Olimpiadi partecipano una squadra per continente piu' tre ripescate e mi sembra chiaro che l'Europa sia il continente piu' impegnativo. Complimenti all'Olanda perche' ha meritato di andare in finale. Noi ci rifaremo in Italia, dove spero di giocare in una piscina piena di tifosi come qui in Russia, ma prima voglio onorare l'impegno fino in fondo".   
Nella finale per il settimo posto la Germania ha superato la Repubblica Ceca 21-6 (5-2, 6-1, 5-2, 5-1) e nella finale per il quinto posto l'Ungheria ha battuto la Grecia 6-3 (2-0, 1-1, 1-1, 2-1). L'Ucraina ha chiuso al nono posto, dopo aver perso lo spareggio di ieri con la Repubblica Ceca.
 
Il tabellino di Italia-Olanda
 
Italia: Gigli, Colaiocco, Casanova, Bosurgi, Valkai, Zanchi 3, Di Mario 3 (2 rigori), Ragusa, Bosello, Pavan, Musumeci 1, Frassinetti, Gay. All. M. Maugeri
Olanda: van der Meijden, Smit 1, Cabout 2, Harhverdian, vanden Ham 2 (1 rigore), de Bruijn 1, van Belkum 3, Klein, Van den Berg 1, Sijbring, Guichelaar 1, Koot, de Nooy. All. van Galen 
Arbitri: Fekete (Hun) e Taylan (Tur)
 
Note: parziali 1-2, 3-2, 2-4, 1-3. Uscite per limite di falli Di Mario e Sijbring nel quarto tempo. Nel terzo tempo, a 4'59", van der Meijden ha parato un rigore a Di Mario. Superiorita' numeriche: Italia 3/7 + 3 rigori. e Olanda 4/11 + 1 rigore. Spettatori 500. 
 
Vai al sito ufficiale 


TORNEO DI QUALIFICAZIONE PER SQUADRE EUROPEE
Kirishi, 19-26 agosto 2007
Domenica 19 agosto

Girone B
Ungheria-Germania 13-7
Russia-Repubblica Ceca 31-7

Lunedì 20 agosto

Girone B
Repubblica Ceca-Germania 8-16
Russia-Olanda 9-9

Martedì 21 agosto

Girone B
Germania-Olanda 7-11
Repubblica Ceca-Ungheria 6-15

Girone A
Italia-Grecia 8-8
Spagna-Ucraina 18-7

Mercoledì 22 agosto

Girone B
Olanda-Ungheria 7-4
Germania-Russia 10-13

Girone A
Ucraina-Grecia 5-26
Italia-Spagna 9-6

Giovedì 23 agosto

Girone B
Olanda-Repubblica Ceca 23-2
Ungheria-Russia 8-10

Girone A
Italia-Ucraina 22-5
Grecia-Spagna 8-9

Classifica girone B

Russia 10
Olanda 10
Ungheria 6
Germania 3
Rep Ceca 0

Classifica girone A

Italia 7
Spagna 6
Grecia 4
Ucraina 0

Venerdì 24 agosto

11.00 Spareggio 5B-4A
Repubblica Ceca-Ucraina 13-11

Sabato 25 agosto

Finale 7/8 posto
Rep. Ceca-Germania 6-21

Finale 5/6 posto
Grecia-Ungheria 3-6

14.00 1^ Semifinale
Italia-Olanda 7-11

15.30 2^ Semifinale
Russia-Spagna 12-8

Domenica 26 agosto

11.00 Finale 3/4 posto
Italia-Spagna

12.30 Finale 1/2 posto
Russia-Olanda

Massimo Cicerchia
Nostro Inviato