Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Qualificazioni Olimpiche Settebello a Bratislava

News Pallanuoto precedenti
images/joomlart/article/f1d2f15736d6a0e1be1db2c4d649bffd.jpg

Domenica si apre il torneo riservato al continente europeo: Italia in vasca con il Montenegro, giovedì chiusura di girone con la Grecia. Ct Malara: "Partite decisive per centrare le semifinali". In palio un posto per i Giochi di Pechino

BRATISLAVA
Il Settebello è a Bratislava, capitale slovacca che sorge sulla riva sinistra del Danubio, ai piedi del castello omonimo che tra il I e il V secolo fu punto di frontiera dell'impero romano. Obiettivo: vincere il torneo di qualificazione olimpica riservato al continente europeo e strappare l'unico pass in palio per i Giochi di Pechino 2008 senza dover passare per il torneo di Oradea (2-9 marzo 2008), che metterà in palio gli ultimi tre posti disponibili su base mondiale.
Missione difficile, considerato l'alto livello tecnico di partenza. Le undici squadre europee al via - Croazia, Ungheria e Spagna già qualificate ai Mondiali di Melbourne, la Serbia con l'oro in World League - sono divise in due gironi. Nel gruppo A vi sono Romania, Germania, Russia, Slovacchia, Francia e Macedonia; nel girone B Italia, Montenegro, Grecia, Olanda e Slovenia.
L'Italia ha preparato il torneo con un lungo collegiale a Roma nel mese di agosto che ha seguito la World League chiusa nelle fasi eliminatorie a causa di numerose defezioni.
Il primo passo da compiere è l'accesso alle semifinali che gli azzurri si giocheranno con Montenegro e Grecia; difficile immaginare che l'Olanda e la Slovenia, decima e dodicesima agli Europei di Belgrado ed escluse dai recenti Mondiali, vi possano ambire.
Il Settebello debutterà domenica alle 20.30 proprio con il Montenegro e chiuderà il girone B giovedì alle 20 con la Grecia. Gli ultimi precedenti trasmettono fiducia e prospettano un labile equilibrio. 
Sono tre le partite giocate con il Montenegro da quando la squadra slava si è separata dalla Serbia: una sconfitta per 11-10 nell'amichevole di Trieste il 19 dicembre scorso, una vittoria per 13-11 a Novi Sad e un'altra sconfitta, ma solo ai rigori, per 12-11 (7-7 regolamentari, supplementari assenti) a Pescara in World League.
Con la Grecia, invece, l'Italia viene da cinque vittorie: 14-11 nel girone B e 11-10 ai supplementari nella finale per il quinto posto (8-8 regolamentari) agli Europei di Belgrado 2006, 16-15 ai rigori nella finale per il quinto posto (9-9 regolamentari, 11-11 supplementari) ai Mondiali di Melbourne 2007, 10-9 e 9-8 in World League a Novi Sad e Pescara.
"Non è per fare retorica, ma se giochiamo con determinazione, voglia e costanza, conquistare la qualificazione olimpica a Bratislava è possibile". Il Ct Paolo Malara è fiducioso e per centrare l'obiettivo ha scelto la via della continuità, confermando il gruppo che si è piazzato quinto ai Mondiali di Melbourne e agli Europei di Belgrado (in quell'occasione senza Postiglione). "La conferma del gruppo di Melbourne è stata una scelta molto difficile: la squadra è cresciuta nel complesso e vi sono alternative valide che avrei voluto premiare. Gran parte degli esclusi (Valentino Gallo, Matteo Aicardi, Christian Presciutti, Samuele Avallone, Tommaso Negri, Simone Antona, Giacomo Strafforello, Cesare Russo) avrebbero meritato di partecipare alle qualificazioni. Ciò dimostra che il lavoro svolto è positivo e che la Nazionale ha una base valida su cui lavorare e giovani su cui investire".
Determinanti le partite con Montenegro e Grecia. "Il sorteggio è stato molto severo - sottolinea Malara - considerati gli ultimi risultati internazionali credo che i gironi siano sbilanciati. Ci giocheremo la qualificazione alle semifinali con Montenegro e Grecia anche perché se perdessimo con Olanda e Slovenia sarebbe giusto restare a casa". Le ultime partite contro slavi ed ellenici hanno dimostrato che il risultato è impronosticabile. "I fattori per vincere sono tanti, ma credo che si rivelerà determinante la voglia di arrivare sino in fondo - continua Malara - Mi aspetto una squadra smaniosa di vincere, unita, solidale, responsabile nella gestione del gioco. Bandite scuse e polemiche arbitrali, l'Italia ha la forza e la testa per interpretare nel modo giusto le fasi di gioco risolutive. Le ultime partite ufficiali hanno dimostrato che nessun risultato ci è precluso, anche quando abbiamo perso non siamo mai stati sovrastati né tecnicamente né fisicamente. Abbiamo lavorato per ottimizzare le nostre potenzialità e non ripetere gli errori commessi".
Domenica primi punti in palio. Già molto pesanti.

QUALIFICAZIONI OLIMPICHE CONT. EUROPEO
STAFF TECNICO - SQUADRA - PROGRAMMA
Lorenzo Ravina Team leader
Francesco Attolico Team manager
Paolo Malara Commissario tecnico
Amedeo Pomilio Assistente tecnico
Alessandro Amato Preparatore atletico
Giovanni Melchiorri Medico federale
Massimiliano Sarti Fisioterapista
Massimo Gomez Arbitro

Stefano Tempesti Portiere
Fabio Violetti Portiere
Fabrizio Buonocore Difensore
Francesco Postiglione Difensore
Andrea Scotti Galletta Difensore
Maurizio Felugo Centrovasca
Federico Mistrangelo Centrovasca
Goran Fiorentini Attaccante
Alex Giorgetti Attaccante
Valerio Rizzo Attaccante
Luigi Di Costanzo Attaccante mancino
Fabio Bencivenga Centroboa
Alessandro Calcaterra Centroboa

GIRONI
Gruppo A: Romania, Germania, Russia,
Slovacchia, Francia, Macedonia
Gruppo B: Italia, Grecia, Olanda,
Slovenia, Montenegro

CALENDARIO
Prima giornata - domenica 2 settembre
11.30 Germania-Francia (A)
13.00 Grecia-Slovenia (B)
16.30 Romania-Macedonia (A)
19.00 Russia-Slovacchia (A)
20.30 Italia-Montenegro (B)

Seconda giornata - lunedì 3 settembre
11.30 Montenegro-Slovenia (B)
13.00 Italia-Olanda (B)
17.00 Francia-Russia (A)
18.30 Macedonia-Slovacchia (A)
20.00 Romania-Germania (A)

Terza giornata - martedì 4 settembre
11.30 Russia-Romania (A)
13.00 Germania-Macedonia (A)
17.00 Montenegro-Grecia (B)
18.30 Slovacchia-Francia (A)
20.00 Slovenia-Olanda (B)

Quarta giornata - mercoledì 5 settembre
11.30 Macedonia-Francia (A)
13.00 Slovenia-Italia (B)
17.00 Olanda-Grecia (B)
18.30 Romania-Slovacchia (A)
20.00 Germania-Russia (A)

Quinta giornata - giovedì 6 settembre
11.30 Romania-Francia (A)
13.00 Russia-Macedonia (A)
17.00 Olanda-Montenegro (B)
18.30 Slovacchia-Germania (A)
20.00 Grecia-Italia (A)

Semifinali - sabato 8 settembre
12.00 SF9° posto 6^A-5^B
14.00 SF5° posto 3^A-4^B
16.00 SF5° posto 3^B-4^A
18.00 SF1° posto 1^A-2^B
20.00 SF1° posto 1^B-2^A

Finali - domenica 9 settembre
nono posto alle 9 5^A contro vinc. 6^A-5^B
settimo posto alle 10.30
quinto posto alle 12.00
terzo posto alle 14
primo posto alle 16