instagram

World League 2008<br>Italia-Spagna 8-9

News Pallanuoto precedenti
images/joomlart/article/1d6465c1d474ed064e40d6f6977fb04c.jpg

Gli azzurri si fermano a un passo dai rigori. Gli iberici iniziano meglio e difendono il vantaggio fino alla fine. Staffetta tra i portieri: Violetti-Tempesti e Pinedo-Garcia. Domani sera c'è il Montenegro

GENOVA
Questa volta la rimonta non è riuscita. L'Italia ha perso 9-8 con la Spagna dopo aver recuperato tre dei quattro gol di svantaggio che aveva a sei minuti dalla fine. Anche oggi i portieri sono stati tra i migliori in acqua: Violetti nel primo e secondo tempo, Tempesti nel terzo e quarto. Sono piaciute la grinta di Felugo (diversi recuperi in difesa) e la sua freddezza dai cinque metri (tre rigori, tre gol) e la determinazione di Gallo che anche oggi ha segnato l'ultimo gol.
Il Commissario Tecnico Paolo Malara spiega così la partita. "E' una sconfitta bruciante - dice il CT della Nazionale - noi eravamo molto stanchi e loro hanno meritato di vincere. Forse l'approccio non è stato lo stesso di ieri e a questi livelli non esistono partite facili. Quando inizi male, vai sotto e non hai la concentrazione giusta finisci per disunirti. Alla fine la squadra si è ricompattata ma si è anche innervosita per qualche decisione arbitrale ma non dobbiamo mai perdere la testa. Dispiace perdere e domani proveremo a rifarci".
LA PARTITA. L'Italia parte contratta. All'inizio non è la stessa vista con gli Stati Uniti. I primi due tempi sono appannaggio della Spagna che si porta avanti 6-3. Gli iberici chiudono 3-2 il primo quarto, arrivano fino al 5-2 con Fernandez e Espanyol, replica Gallo per gli azzurri con la deviazione di un giocatore spagnolo ma gli iberici tornano sul +3 con la rete di Mallarach a poco più di tre secondi dalla fine. Staffetta nelle due porte. Violetti lascia il posto a Tempesti e Pinedo a Garcia. Il parziale del terzo perido è di parità, 1-1. Al gol di Felgo replica Mallarach. Gli azzurri si scuotono nel quarto periodo e si rivede la grinta di ieri. Recuperano fino all'8-9 ma quando segna Gallo mancano soltanto due secondi alla fine. Domani sera si gioca con il Montenegro alle 19.00 in diretta su Rai Sport Più e lItalia ha la possibilità di salire al primo posto.
 
Italia-Spagna 8-9 (A)
Italia: Violetti, Presciutti, Binchi, Gallo 2, Giorgetti, Felugo 3 (3 rig.), Mangiante 2, Angelini, Bencivenga 1, Calcaterra, Sottani, Mistrangelo, Tempesti. All. Malara.
Spagna: Garcia, Snaz, Artola, De Grado, Marsal, Codina, Espanyol 2, Roca 1, Minguez, Fernandez 1, Mallarach 4, Rodriguez 1, Pinedo. All. Suarez.
 
Arbitri: Ciric (Srb) e Patelli (Bra).
Delegato Fina: Whitehouse (Aus).
Note: parziali 2-3, 1-3, 1-1, 4-2. Usciti per limite di falli Roca (S), Sanz (S) e Mangiante (I) nel quarto tempo. Espulso per gioco violento Calcaterra (I) nel quarto tempo. In porta per l'Italia Violetti nel primo e secondo tempo e Tempesti nel terzo e nel quarto. In porta per la Spagna Pinedo nel primo e secondo tempo e Garcia nel terzo e nel quarto. Superiorità numeriche: Italia 3/11, Spagna 4/11. Spettatori 400 circa.
 
Vai ai tabellini e al riepilogo 
 
Vai allo Speciale sul nostro sito