Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Europei U19 a Canet Italia campione!

News Pallanuoto precedenti
images/joomlart/article/7e600b38e05fd01ed06bb5657fccd104.jpg

Gli azzurrini battono la Serbia 7-6 e tornano sul trono continentale dopo Stoccarda 2010 e l'argento di Rijeka 2011. Bronzo alla Croazia. I commenti del tecnico Pesci, del presidente Barelli e del cittì Campagna

CANET EN ROUSSILLON
L'Italia è campione d'Europa! Gli Azzurrini conquistano la medaglia d'oro ai campionati continentali juniores di Canet-en Roussillon, in Francia, dove hanno raggiunto la terza finale consecutiva dopo il successo di Stoccarda 2010 e l’argento a Rijeka 2011.
La Nazionale guidata da Nando Pesci batte 7-6 in finale la Serbia, finora capace di vincere cinque partite in altrettanti incontri con Ucraina, Turchia e Montenegro nel girone B, Ungheria nei quarti e Croazia in semifinale.
Gli Azzurrini - sotto 1-0, 2-1 e 3-2 - ottengono il primo vantaggio a 4'05 del secondo tempo con Vergano e poi raggiungono il massimo vantaggio di 7-4 a 3'11 dalla conclusione con due gol di Nicholas Presciutti - fratellino di Christian, campione del mondo e vice campione olimpico - e il rigore di Di Fulvio. 
Medaglia di bronzo alla Croazia, che supera la Spagna 8-7 (parziali 1-4, 3-1, 2-1, 2-1) coronando con il gol di Buha a 27" dalla fine una rimonta cominciata nel secondo tempo sul -3.
Per gli Azzurrini è la conferma di un cammino di crescita, maturato grazie ad una programmazione sinergica pianifica dala Federnuoto con società e Nazionale assoluta per garantire continuità di risultati internazionali ad ogni livello. Complimenti!
    
Italia-Serbia 7-6 TABELLINO 
Italia: Vespa, Di Fulvio 1 (rig.), Nicholas Presciutti 3 (1 rig.), Vergano 3, Fondelli, Salemi, Renzuto, Bruni, Velotto, Busilacchi, Cupido, Dolce, Vassallo. All. Pesci.
Serbia: Vitorovic, Tanaskvic, Obradovic, Vasic, Milicevic 1, Stojanovic 1, Mandic 2, Rasovic 1, Randelovic, Eskert, Matkovic 1, Stojcic, Gogov. All. Savic.
Arbitri: Simion (Rou) e Cisneros (Spa).
Note: parziali 1-2, 2-1, 2-1, 2-2. Nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Italia 3/7 + 2 rigori realizzati, Serbia 4/5. In tribuna Alessandro Campagna, cittì della Nazionale vice campione olimpica e campione del mondo.
 
IL CAMMINO DEGLI AZZURRINI AGLI EUROPEI
Italia-Romania 11-5 nel girone D
Italia-Olanda 15-8 nel girone D
Italia-Ungheria 8-7 nel girone D
Italia-Olanda 11-8 ai quarti di finale
Italia-Spagna 11-9 dtr (6-6, 7-7 dts) in semifinale
Italia-Serbia 7-6 in finale
     
IL COMMENTO DEL TECNICO NANDO PESCI. "Secondo oro in tre anni agli Europei juniores. Siamo orgogliosi. La Nazionale nati 1993 e seguenti ha percorso un cammino molto simile a quello della selezione assoluta, dimostrando qualità tecnica e di programmazione. Questa medaglia, che segue l'oro di Stoccarda e l'argento di Rijeka ai campionati europei juniores, è un premio al lavoro dei ragazzi e dello staff e un'ulteriore risorsa per società e movimento. La Federazione c'è sempre stata vicina, facendoci sentire il suo sotegno e mettendoci a disposizione il centro federle di Ostia e le migliori professionalità per preparare l'evento. La presenza del CT Sandro Campagna - sempre con noi nei momenti importanti - dimostra com le sinergie poste in atto possono garantire un futuro importante alle Squadre Nazionali di ogni livello".
    
I COMPLIMENTI DEL PRESIDENTE BARELLI. "Desidero congratularmi vivamente con il tecnico Nando Pesci, con lo staff e soprattutto con i ragazzi, protagonisti per il terzo anno consecutivo di un Europeo che conferma la validità dell'intero movimento pallanotistico italiano e lo attesta a livelli che sono consoni alla nostra tradizione. L'estate si era già tinta d'azzurro con la conquista dell’argento olimpico del Settebello a Londra e questa nuova medaglia arricchisce il momento di festa e premia il lavoro della Federnuoto votato alla crescita e allo sviluppo dei vivai in sinergia con le società. Le nazionali assolute hanno intrapreso un cammino di rinnovamento sostanziale che al centro prevede la stretta collaborazione tra tutte le componenti con programmi comuni e know-how condivisi. Queste prestazioni dimostrano la validità dei programmi impostati e fungono da stimolo per tutti e a tutti i livelli, avendo come obiettivo principale i grandi risultati internazionali di cui il Settebello è l’attore principale, motore di un volano che produce emozioni uniche e risultati che danno lustro alla Squadra Nazionale più titolata dello sport azzurro".
     
I COMPLIMENTI DEL CT DEL SETTEBELLO SANDRO CAMPAGNA: "La Nazionale under 19 ha espresso un gioco di alta qualità, basato sul gruppo, sulla forza mentale e sulla dinamicità, offrendo prestazioni che nascono da un metodo di preparazione comune con quello della Nazionale assoluta. Complimenti allo staff, agli atleti e alle società che li hanno formati con sacrifici e risorse. Ora si pensi a festeggiare, ma solo per stasera. Da domani bisogna tornare subito in vasca. Se i ragazzi vogliono affermarsi a livello senior dovranno scalare una montagna altissima come l'Everest, dovranno lavorare moltissimo. Li aspettiamo".
 
CONVOCATI E STAFF: Gli atleti sono Tommaso Busilacchi (Como Nuoto - 1994), Francesco Di Fulvio (RN Florentia - 1993), Lorenzo Bruni (1994), Nicholas Presciutti (1993), Luca Cupido (RN Camogli - 1995), Tommaso Vergano (RN Bogliasco - 1993), Gabriele Vassallo (1993) e Vincenzo Dolce (RN Salerno - 1995), Lorenzo Vespa (Roma Vis Nova - 1993), Alessandro Velotto (CC Napoli - 1995), Andrea Fondelli (Ferla Pro Recco - 1994), Vincenzo Renzuto Iodice (CN Posillipo - 1993), Paulo Salemi (Telimar Palermo - 1993). Lo staff è guidato dal team leader Gianfranco De Ferrari ed è composto dal tecnico federale Ferdinando Pesci, dall’assistente Cosimino Di Cecca, dal fisioterapista Alessandro Del Piero e dal medico Stefano Palazzo, operatore videoanalisi Francesco Scannicchio. Team leader Gianfranco De Ferrari. Arbitro al seguito Stefano Pinato.
    
consulta il riepilogo dei campionati europei maschili e femminili