Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Europa Cup. Giovedì Italia-Ungheria

Pallanuoto
images/joomlart/article/e29d5ef6d75ec67003f0481c9cb5e5ad.jpg

Nazionale arrivata a Volos, dopo il common training a Perth con l'Australia, per la prima fase dell'Europa Cup (1-4 febbraio). Setterosa di Fabio Conti inserito nel gruppo B con le padrone di casa della Grecia, Germania, Israele ed Ungheria contro cui debutterà giovedì alle 19.00 ora locale (-1 in Italia). Si gioca alla piscina "Nea Lonia" e tutti i  match saranno tramessi dalla Len in diretta streaming.


Il punto del commissario tecnico Fabio Conti. "Torniamo da Perth con eccellenti indicazioni dopo nove giorni di allenamenti intensi a contatto e contro un avversario fisicamente importante: tutte le ragazze hanno risposto bene alle mie sollecitazioni, dimostrandomi abnegazione e attaccamento alla squadra. Adesso ci tuffiamo nella prima fase dell'Europa Cup e subito incontreremo l'Ungheria: l'avversario più ostico sulla carta. Sono convinto che tireremo fuori una pretazione di livello". 


Capitan Queirolo indossa la cinque. Cambio di calottina per il capitano del Setterosa Elisa Queirolo che lascia la calottina numero 4 per indossare la cinque. "E' stato sempre il mio numero fin dalle giovanili - spiega la 27enne ligure, attaccante della Plebiscito Pd - e in un modo o nell'altro negli ultimi anni, sia nel mio club che in nazionale, per la presenza rispettivamente di Martina Savioli e Federica Radicchi, non potevo averla. Si è liberata sia a Padova che con l'Italia e ho chiesto di porterla indossare". 


Le azzurre per Volos: Elisa Queirolo, Sara Dario (Plebiscito Padova), Giulia Emmolo (Olympiacos), Agnese D'Amico (Waterpolo Messina), Rosaria Aiello, Arianna Garibotti, Valeria Palmieri e Roberta Bianconi (L'Ekipe Orizzonte), Agnese Cocchiere (Bogliasco Bene), Arianna Gragnolati, Federica Lavi, Silvia Avegno (Rapallo Pallanuoto), Chiara Tabani, Giuditta Galardi, Domitilla Picozzi (SIS Roma) e Giulia Gorlero (Cosenza Pallanuoto).
Nello staff insieme al commissario tecnico Fabio Conti, l'assistente Paolo Zizza, il medico federale Gianluca Camillieri, la psicologa Flavia Sferragatta, la fisioterapista Simona Tozzetti, il preparatore atletico Simone Cotini e il team manager Barbara Bufardeci.


Europa Cup: primo round con due gironi da cinque squadre dall'1 al 4 febbraio con la formula del concentramento unico e incontri di sola andata; final six dal 23 al 25 marzo 2018, cui accedono le migliori tre di ciascun girone.


GIRONE A in Olanda
Olanda, Spagna, Russia, Francia e Croazia
GIRONE B in Grecia
Grecia, Italia, Ungheria, Germania e Israele


Calendario girone B
Ora italiana (in Grecia +1)


1^ giornata - giovedì 1 febbraio
18.00 Italia-Ungheria
19.30 Grecia-Germania


2^ giornata - venerdì 2 febbraio
8.30 Italia-Israele
10.00 Ungheria-Germania


18.00 Israele-Germania
19.30 Grecia-Ungheria


3^ giornata - sabato 3 febbraio
18.00 Italia-Germania
19.30 Grecia-Israele


4^ giornata - domenica 4 febbraio
7.30 Israele-Ungheria
9.00 Grecia-Italia


ITALIA-UNGHERIA PRECEDENTI. Negli ultimi cinque anni Italia e Ungheria, tra Europei, Mondiali e Olimpiadi si sono affrontate quattro volte. Il bilancio pende totalmente dalla parte delle magiare, vere e proprie bestie nere del Setterosa, che si sono imposte 10-4 nella fase preliminare ai campionati del mondo di Barcellona 2013; 10-9 nella finale per il bronzo ai campionati europei di Budapest 2014; 10-5 nella semifinale della rassegna continentale ad Eindhoven 2016; e 10-7 nella finale per il sesto posto ai Mondiali di Budapest lo scorso mese di luglio.  Italia e Ungheria si sono affrontate otto volte in World League, tra il 2013 e il 2017, e in questo caso i precedenti sono in perfetta parità. Quattro vittorie azzurre e altrettante magiare nei gironi eliminatori: 9-7 il 14 dicembre 2013 a Catania , 11-9 il 16 dicembre 2014 a Szentes, 12-9 il 24 marzo 2015 a Imperia e 10-7 il 23 febbraio 2016 a Novara per l'Italia; a Budapest 15-12 il 13 marzo 2014, 17-15 il 27 ottobre 2015 e 13-11 (dopo i tiri di rigore) il 24 gennaio e ad Avezzano 12-10 il 19 aprile 2017 per l'Ungheria. Per la nazionale ungherese, mai sul podio olimpico, nove medaglie tra Europei e Mondiali: spiccano gli ori iridati a Roma 1994 e Montreal  2005 e quello continentale ad Atene nel 1991.


ITALIA-GRECIA PRECEDENTI. Sotto gli occhi di tutti è la finale olimpica di Atene 2004 vinta dal Setterosa di Formiconi 10-9 con un gol di Melania Greco ai tempi supplementari. Più di recente Italia e Grecia, tra Mondiali, Olimpiadi ed Europei, si sono incontrate tre volte, per altrettante vittorie delle azzurre, e sempre ai quarti di finale: 11-9 il 22 luglio ai campionati europei di Budapest 2014 e 10-4 il 20 gennaio a Belgrado 2016; 9-6 ai campionati del mondo di Kazan 2016. Nel palmares della nazionale ellenica, mai medagliata ai campionati europei, l'oro ai Mondiali di Shanghaii 2011.


ITALIA-GERMANIA PRECEDENTI. Recenti, entrambi nel 2016, tra le due squadre e tutti dominati dal Setterosa che vinse 16-3 il 21 marzo a Gouda nel torneo preolimpico e 22-3 nella fase preliminare dei campionati europei di Belgrado. Miglior risultato per la nazionale tedesca il bronzo ai primi campionati europei della storia, quelli del 1985, conquistato dalla Germania Ovest. Dopo la riunificazione ha partecipato a tutte le altre edizioni della rassegna continentale e a sette Mondiali, senza mai riuscire a ritornare sul podio


ITALIA-ISRAELE PRECEDENTI. Non ci sono precedenti tra Italia e Israele a livello assoluto, con la nazionale medio orientale che non si è mai qualificata per Europei, Mondiali e Olimpiadi.


Vai al sito ufficiale della LEN