Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

World League. Italia-Croazia. La vigilia

Pallanuoto
images/joomlart/article/a8f7b102fe8921683e98f9e19aee9952.jpg

Vigilia di Italia-Croazia con la conferenza stampa di presentazione all'Assessorato allo Sport della Città di Torino ed in veste di relatori l'assessore allo sport e tempo libero della Città di Torino Stefano Gallo, l'assessore allo sport della Regione Piemonte Giovanni Maria Ferraris, il presidente del comitato regionale Piemonte e Valle d'Aosta della Federnuoto Marco Sublimi, il presidente della commissione tecnica della Federation Internationale de Natation Gianni Lonzi, il cittì del Settebello Alessandro Campagna e il vice presidente della pallanuoto croata Perica Bukic.
La partita - valida per la quarta giornata del girone C europeo della World League di pallanuoto maschile - si giocherà al Palazzo del Nuoto di Torino martedì 20 gennaio in diretta su Rai Sport 1 alle ore 20. Arbitreranno lo spagnolo Ernest Inesta e il rumeno Nicolae Matache; il delegato è Gianni Lonzi.
Il Settebello - qualificato di diritto alla Super Final che si svolgerà a Bergamo dal 23 al 28 giugno e metterà in palio il primo pass olimpico per i Giochi di Rio de Janeiro 2016 - nelle prime due partite ha vinto in Francia 15-9 e in Montenegro 15-13 ai tiri di rigore. 
Domenica gli azzurri sono stati ospiti della Juventus FC in occasione del posticipo di campionato contro la Hellas Verona. Visita allo stadio e al museo e scambio di doni con la consegna alla dirigenza bianconera di alcuni cimeli da parte dei tifosi juventini Alessandro Campagna, Amedeo Pomilio e Francesco Di Fulvio. In acqua anche stamattina, l'Italia vi tornerà nel pomeriggio per un altro leggero allenamento. 


DICHIARAZIONI DEL CT CAMPAGNA. "Italia-Croazia è una partita di rilevanza storica. La si può paragonare ad Italia-Germania di calcio. Sia per l'antagonismo che c'è tra squadre, scuole e tradizioni, sia per le caratteristiche dei croati che sono molto simili a quelle dei tedeschi: forti fisicamente, tecnicamente solidi, coperti in tutti i reparti. Giocarci contro è sempre difficile. La partita rappresenta per la squadra un'altra verifica e la possibilità di accrescere in consapevolezza ed autostima. Del resto se vogliamo qualificarci alle Olimpiadi di Rio de Janeiro già nel 2015 dovremo superare la concorrenza di Serbia, Croazia, Ungheria e Montenegro. Pertanto più ci confronteremo con loro e più acquisiremo dati utili da analizzare per preparare gli scontri diretti che si presenteranno in futuro. Tornare a Torino dopo la positiva esperienza dello scorso anno è un piacere. C'è entusiasmo. Voglia di partecipare e di accompagnare l'Italia alla vittoria. Ringrazio il presidente della Juventus Andrea Agnelli per la vetrina che ci ha concesso domenica sera e l'assessore Stefano Gallo per l'ospitalità. La piscina è molto bella e l'atmosfera emozionante. Il top per giocare una partita di altissimo livello e per favorire la promozione della pallanuoto sul territorio, auspicando un celere ritorno della squadra di Torino in serie A1".


DICHIARAZIONI DI PERICA BUKIC. "La partita è molto importante in vista delle finali di Bergamo a cui l'Italia è qualificata di diritto mentre la Croazia dovrà lottare per conquistare il pass. Per noi, così come per tutti, qualificarci alle Olimpiadi attraverso la World League sarebbe molto importante, quindi mi aspetto una squadra concentrata e determinata. Siamo pronti per giocare una grande partita".


DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE TECNICA DELLA FINA GIANNI LONZI. "Italia-Croazia rappresenta uno dei test più significativi nel percorso sperimentale del gioco in vasca da 25 metri. Siamo particolarmente contenti di tornare a Torino a distanza di un anno e di poter offrire uno spettacolo di altissimo livello ad un pubblico competente e appassionato. Siamo certi che questo evento sportivo avrà un impatto mediatico importante e alimenterà l'interesse verso la pallanuoto sul territorio, le prossime partite di World League in Italia e la Super Finale di Bergamo che assegnerà il primo pass per le Olimpiadi di Rio de Janeiro".


DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE CR MARCO SUBLIMI. "Poter nuovamente ospitare la nazionale azzurra di pallanuoto è per noi un grande onore, specialmente nell'anno in cui Torino è Capitale europea dello sport. Dopo il grande spettacolo dell'anno passato, quando ospitammo la sfida tra Italia e Germania, è motivo d'orgoglio vedere da vicino una sfida ancor più ricca di pathos e tradizione come quella tra Italia e Croazia, nazioni che sono nell'elite mondiale di questa disciplina. Vorrei dare il benvenuto a nome della FIN Piemonte e Valle d'Aosta al CT Sandro Campagna e al Settebello e al CT croato Ivica Tucak e alla sua nazionale, e ringraziare il Presidente della FIN, Paolo Barelli, per averci concesso di ospitare questa partita, il Coni Piemonte e il suo Presidente Gianfranco Porqueddu, la Città di Torino e l'Assessore Stefano Gallo per aver sostenuto i nostri sforzi, oltre a Makers ed Eurelab per la collaborazione. Questo evento premia ulteriormente i nostri sforzi e sono convinto che sarà ancora una volta da stimolo per tutto il settore. Inoltre, poter ospitare nello splendido contesto del Palazzo del Nuoto anche il raduno della nazionale giovanile è un ulteriore motivo di soddisfazione".


DICHIARAZIONI DELL'ASSESSORE COMUNALE STEFANO GALLO. "Con una gara valida per la conquista della World League, torna a Torino, a distanza di un anno, la grande pallanuoto. Al Palazzo del Nuoto scenderanno in vasca le formazioni di Croazia e il “Settebello” allenato da Sandro Campagna. In qualità di Assessore allo Sport ringrazio a nome della Città la Federazione Italiana Nuoto e il Comitato Regionale Piemonte per aver nuovamente scelto Torino quale sede di quest’importante appuntamento sportivo. L’evento, oltre a dare lustro alla Città, fa parte del ricco calendario di Torino Capitale Europea dello Sport; sono certo che gli appassionati di questa disciplina non faranno mancare il supporto agli atleti che scenderanno in vasca. Martedì potremmo assistere a un incontro appassionante tra giocatori di fama mondiale i quali nella loro carriera hanno conquistato numerosi successi sia di squadre di club, che a livello di selezioni nazionali. Rivolgo quindi ai partecipanti un grandissimo “in bocca al lupo” ed un invito a disputare una gara corretta e leale, nel solco di uno sport che sa rispettare le regole e l’avversario. Che vinca il migliore!".


DICHIARAZIONI DELL'ASSESSORE REGIONALE GIOVANNI MARIA FERRARIS. "La Regione è al fianco del Comune di Torino per portare lo sport di eccellenza sul territorio e promuovere la vita sana. Come già avvenuto lo scorso anno, auspichiamo che il Settebello torni a vincere accompagnata dal nostro pubblico e dalla nostra passione. Questo è l'inizio di un percorso tracciato nell'ambito di 'Torino Capitale Europea dello Sport 2015'. La Regione farà sentire sempre il proprio sostegno". 


GIACOPPO PER BARALDI. I CONVOCATI. Il cittì Alessandro Campagna ha convocato 16 atleti per la partita contro la Croazia. Al posto dell'infortunato centroboa Fabio Baraldi è stato chiamato il difensore Massimo Giacoppo. Febbricitante Tommaso Busilacchi. I convocati sono Lorenzo Bruni, Marco Del Lungo e Alessandro Nora (AN Brescia), Alessandro Velotto (CC Napoli), Valentino Gallo e Vincenzo Renzuto Iodice (CN Posillipo), Stefano Luongo (Carpisa Yamamay Acquachiara), Tommaso Busilacchi (Como Nuoto), Francesco Di Fulvio, Niccolò Figari, Pietro Figlioli, Andrea Fondelli, Stefano Tempesti, Massimo Giacoppo e Niccolò Gitto (Pro Recco), Francesco Coppoli (RN Florentia). Lo staff è composto, oltre che dal cittì Alessandro Campagna, dall'assistente tecnico Amedeo Pomilio, dal preparatore atletico Alessandro Amato, dalla psicologa Bruna Rossi, dal medico responsabile di squadra Giovanni Melchiorri, dal fisioterapista Luca Mamprin e dal videoanalista Francesco Scannicchio.


PRECEDENTI. Ricco di fascino e tradizione il confronto coi croati. Gli ultimi scontri diretti più importanti sono i seguenti: quarto di finale europeo a Budapest 2014 vinto dagli azzurri 8-7; finale terzo posto ai mondiali di Barcellona 2013 vinta dai croati 10-8; finale olimpica a Londra 2012 vinta dai croati 8-6; semifinale mondiale a Shanghai 2011 vinta dagli azzurri 9-8; finale europea a Zagabria 2010 vinta dai croati 7-3.


DUE PASS VIP ALL'ASTA. A corollario del grande evento la Federnuoto, in collaborazione con Action Aid, mette in palio due pass vip per la partita e la possibiità di incontrare a fine match capitan Stefano Tempesti e ricevere la maglietta del Settebello autografata. Per partecipare all'asta e sostenere il progetto "Operazione Fame" fai la tua offerta dal sito ufficiale ed incrocia le dita, potrai essere il super fortunato!


SOSTEGNO ALLA RICERCA SUL CANCRO. In occasione dell’incontro Italia-Croazia, il Settebello sostiene la Fondazione Piemontese Per La Ricerca Sul Cancro dell'Istituto Oncologico di Candiolo. In partnership con ARENA verranno messe a disposizione 200 cuffie della Nazionale Italiana di Pallanuoto con il logo della Onlus, che verranno distribuite al pubblico in cambio di una donazione (info su www.italiacroazia.it).


BIGLIETTI SU TICKETONE. Torino risponde come sempre con entusiasmo ai grandi eventi sportivi: restano ancora pochissimi biglietti acquistabili su www.ticketone.it e nei punti vendita del circuito. Martedì i biglietti saranno anche disponibili presso la biglietteria del Palazzo del Nuoto a partire dalle ore 17.30.


UN SCATTO A FIOR D'ACQUA. In collaborazione con la Libra Concerti, lanciato anche la terza edizione del contest fotografico "Uno scatto a fior d’acqua", che premierà gli scatti migliori realizzati durante la manifestazione.


WORLD LEAGUE MASCHILE


Gruppo C: Croazia (3) 9, Italia (2) 5, Montenegro (2) 1, Turchia (1) e Francia (2) 0
Nb. si qualifica una squadra oltre l'Italia qualificata di diritto; tra parentesi le partite giocate


1^ giornata - 18 novembre
Francia-Italia 9-15
Croazia-Turchia 13-3


2^ giornata - 9 dicembre
Montenegro-Italia 13-15 dtr (11-11 regolamentari)
Francia-Croazia 7-14


3^ giornata
Croazia-Montenegro 14-8 giocata il 29 dicembre
Turchia-Francia il 2 febbraio


4^ giornata - 20 gennaio
Italia-Croazia a Torino
Montenegro-Turchia a Budva alle 17


5^ giornata - 17 febbraio 2015
Turchia-Italia
Montenegro-Francia
  
6^ giornata
Italia-Francia il 19 febbraio a Lodi alle 20
Turchia-Croazia il 20 febbraio 


7^ giornata - 17 marzo 2015
Italia-Montenegro a Genova alle 20
Croazia-Francia


8^ giornata - 20 marzo 2015
Francia-Turchia
Montenegro-Croazia


9^ giornata - 31 marzo 2015
Italia-Turchia a Siracusa alle 20
Francia-Montenegro


10^ giornata - 14 aprile
Turchia-Montenegro
Croazia-Italia


Super Final a Bergamo dal 23-28 giugno