Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Verso la WL. 7rosa quinto nella China Cup

Pallanuoto
images/joomlart/article/0e7d6152d2401f53a6211eb4a5c10ca7.jpg

Batte la Cina 10-5 e chiude al quinto posto il torneo a Kunshan, che precede di una settimana la superfinal di World League a Shanghai. Il bilancio azzurro è in parità: due vittorie e due sconfitte. Martedì Italia battuta 7-5 dal Canada, mercoledì vincente 11-9 con il Brasile, giovedì sconfitta 9-6 dall'Australia e oggi vittoriosa con la Cina. Per Fabio Conti & Co. si tratta del terzo successo con la squadra di Azevedo nella vasca di Kunshan negli utlimi 12 mesi. Quello di oggi si somma ai due della Superfinal 2014: 12-9 nella prima giornata il 10 giugno e 9-8 in semifinale il 14 giugno. La China Cup è stata vinta dagli Stati Uniti che in finale hanno battuto l'Olanda 18-9 e il terzo posto lo ha conquistato l'Australia cha ha superato 8-6 il Canada nell'altra finale. Ora le squadre si trasferiscono a Shanghai, dove si unirà la Russia, per la Superfinal di World League, in programma dal 9 al 14 giugno nello spettacolare impianto che ha ospitato i campionati del mondo nel 2011. 
Capocannoniere della squadra Tania Di Mario, capitano di lungo corso, con 8 gol in quattro partite; Tania che dal 1999, oro agli Europei di Prato, sta collezionando successi e medaglie con il Setterosa; l’ultima è quella d’argento nella finale di World League dello scorso anno proprio a Kunshan. Con la Cina sotto 1-0 dopo tre minuti, poi sempre avanti: 4-2 a fine primo tempo, 5-4 a metà gara, 8-4 a fine terzo e 10-4 a 3'23"dalla sirena con la doppietta della neo campionessa d'Italia Elisa Queirolo. Con l'Australia tre tempi alla pari (4-4 a fine terzo) e azzurre in vantaggio 5-4 dopo 1'13" del quarto periodo con Tania Di Mario. Parità, 5-5, a 5'21" dalla fine. Negli ultimi cinque minuti il sorpasso australiano. Venerdì l'Italia ha approfittato del turno di riposo per allenarsi. "Stiamo entrando nel torneo - aveva detto il ct Conti dopo la partita con l'Australia - e recuperando energie". Ha avuto ragione. "Con l'Australia si è era visto chiaramente - continua - abbiamo giocato tre tempi con grande intensità. Con la Cina la squadra si è mossa ancora meglio e insieme alla prestazione è arrivato anche il risultato. Per la World League saremo pronti". In questo momento un po' tutte le squadre europee sono in ritardo rispetto alle altre, Stati Uniti, Australia, Canada, che hanno disputato il torneo di quaificazione a maggio, concluso prima i campionati nazionali e sono andate in raduno prima. 
La squadra di Fabio Conti è arrivata in Cina con 24 ore di ritardo, a causa di un volo cancellato. Sarebbe dovuta partire da Roma-Fiumicino domenica, me è stata costretta a posticipare il viaggio lunedì. Il jet lag si è fatto sentire, soprattutto in vasca, ma il cittì azzurro lo aveva già preventivato. “Con il Canada non abbiamo fatto in tempo ad arrivare che ci siamo subito buttati in acqua. Eravamo ancora sconnessi – spiega Conti - Avremmo potuto far posticipare la partita ma abbiamo preferito giocare comunque. Anche oggi con il Brasile ci abbiamo messo un po’ prima di entrare in partita, ma con il passare dei giorni e delle partite ci riprenderemo. Sapevamo che all’inizio avremmo sofferto un po’ il cambio d’orario e di abitudini. Lo spirito del torneo è anche quello di prepararci alla superfinal. Proprio per questo stiamo alternando le ragazze in vasca; con il Brasile hanno giocato Teani e Palmieri, con il Canada Gorlero e Frassinetti, con l'Australia Palmieri e Frassinetti insieme, con la Cina Teani di nuovo tra i pali con Palmieri e Frassinetti davanti. Quando non giochiamo proseguiamo gli allenamenti regolarmente con palestra e nuoto”.
Il commissario tecnico Fabio Conti ha convocato per la lunga trasferta cinese 17 ragazze e comunicherà le 13 per la World League nella riunione tecnica a Shanghai. Roberta Bianconi, raggiunge il gruppo per la Superfinal. L’attaccante azzurra, dopo il successo in Coppa dei Campioni, domenica ha vinto lo scudetto del campionato greco con l'Olimpiakos battendo 10-4 il Vouliagmeni nella gara 5 al Pireo.


Il calendario della China Cup


1 giornata, 2 giugno


Italia-Canada 5-7 (0-2, 1-1, 2-4, 2-0)
Gol Italia: 3 Di Mario, Emmolo, Barzon; gol Canada: 2 Valin, 2 Eggens, Alogbo, Bekhazi, Robbinson
Australia-Brasile 14-4
Cina-Olanda 8-9
Risposa USA


2 giornata, 3 giugno


Australia-Canada 7-6
Italia-Brasile 11-9 (2-3, 1-3, 4-2, 4-1)
Gol Italia: 3 Di Mario, 3 Palmieri, 2 Emmolo, Garibotti, Pomeri, Barzon; gol Brasile: 4 Chiappini, Zablith, Canetti, Carvalho, Dias, Mantellato
USA-Olanda 10-3
Riposa Cina


3 giornata, 4 giugno


Italia-Australia 6-9 (1-1, 2-1, 1-2, 2-5)
Gol Italia: 2 Tabani, 2 Emmolo, Garibotti, Di Mario; gol Australia: 3 Knox, 3 Gofers, Buking, Halligan, Arancini
Canada-Brasile
USA-Cina 10-7
Riposa Olanda

Girone A: Australia 9, Canada 6, Italia 3, Brasile 0
Girone B: USA 6, Olanda 3, Cina 0


4 giornata, 5 giugno


Cina-Brasile 14-7
Australia-Olanda 10-12 semifinale 1
Canada-USA 8-10 semifinale 2
Riposa Italia


5 giornata, 6 giugno


finale quinto posto Cina-Italia 5-10 (2-4, 2-1, 0-3, 1-2)
Gol Italia: 3 Garibotti, 2 Queirolo, Di Mario, Tabani, Radicchi, Barzon, Emmolo; gol Cina: Xiachan, Weiwei, Cong, Zhan, Xinyan
finale 3 e 4 posto Australia-Canada 8-6 
finale 1 e 2 posto Olanda-USA 9-18

Classifica China Cup

1. USA
2. Olanda
3. Australia
4. Canada
5. Italia
6. Cina
7. Brasile

I gol delle azzurre

8 Di Mario
6 Emmolo
5 Garibotti
3 Barzon
3 Palmieri
3 Tabani
2 Queirolo
1 Pomeri
1 Radicchi