Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Sfida tra i Campioni del Mondo ad Ostia mercoledì alle 19:30 su Rai Sport

Pallanuoto
images/large/CAMPIONIDELMONDO_GWUANGJI_201944ì4ì4ì4ìì4ì4ì.jpg

E' tutto pronto per la "Sfida tra i Campioni del Mondo" Frecciarossa. Mercoledì 29 luglio è in programma la partita-evento Italia "Shanghai 2011" contro Italia "Gwangju 2019". Fischio d'inizio alle 19.30 con diretta su Rai Sport + HD (telecronaca di Dario Di Gennaro e commento tecnico di Francesco Postiglione). Il risultato conterà poco rispetto all'entusiasmo e alla gioia di tornare a giocare tra amici-campioni e alla curiosità di rivedere in calottina i protagonisti di tanti successi in azzurro, adesso impegnati anche in altri ruoli, come Amaurys Perez, Maurizio Felugo, Arnaldo Deserti, Giacomo Pastorino e Deni Fiorentini.
Sarà un vero e proprio show celebrato, insieme al title sponsor Frecciarossa, in un clima di festa al centro federale di Ostia, la casa dove i Settebello che si sono avvicendati negli ultimi dieci anni hanno coltivato i propri sogni e cresciuto le proprie ambizioni conquistando, tra l'altro, l'oro mondiale nel 2011 e 2019, l'argento olimpico nel 2012 e il bronzo nel 2016, l'argento europeo nel 2010 e il bronzo nel 2014, l'argento in World League nel 2011 e nel 2017 e il bronzo nel 2012. "Con il Settebello abbiamo vinto molto - sottolinea il cittì Campagna - Però non considero la medaglia d'oro di Gwangju o il bronzo olimpico di Rio de Janeiro il risultato più prestigioso raggiunto, bensì la cultura del lavoro che siamo riusciti a trasmettere ai ragazzi, anche giovani, che si avvicendano in nazionale. Ricordo che quando tornai una decina di anni fa dalla Grecia tutti dicevano che mancavano i giocatori, che mancava una scuola italiana. In dieci anni abbiamo cambiato tutto e adesso siamo un esempio. Tutto ciò grazie anche alla collaborazione che abbiamo avuto e continuiamo ad avere dalle società, ai progetti sulla formazione e sull'aggiornamento degli allenatori, ai convegni e seminari che la Federazione promuove ed organizza. In generale è migliorata la cultura dell'allenamento attraverso delle linee guida che siamo riusciti a divulgare. Il risultato sono i bravi giocatori e adesso c'è l’imbarazzo della scelta per far entrare in squadra i tredici".
La prima partita della squadra nazionale dopo il lockdown segue i due mesi di collegiale a Siracusa conclusi con il Beach Polo Party, la gara in mare giocata con il coinvolgimento di atleti del CC Ortigia nello specchio d'acqua antistante il Circolo Unione venerdì scorso.
"E' stato un periodo di allenamento intenso dal punto di vista fisico e psicologico - racconta il cittì Campagna - Abbiamo preso i giocatori inevitabilmente condizionati dalla quarantena e li abbiamo riportati in uno stato quasi ottimale soprattutto dal punto di vista fisico. Gli allenamenti svolti sono stati molto utili. Ci hanno permesso di riprendere la nostra routine e serviranno molto sia individualmente sia al gruppo per essere ancora più forti al termine dell'emergenza. Peraltro noi abbiamo bisogno di lavorare con continuità e più degli altri perché le squadre più forti del mondo sono composte da atleti che ci danno dieci centimetri e dieci chili di muscoli e noi dobbiamo sopperire con una preparazione fisica di alto livello. Abbiamo bisogno di sostenere una preparazione tecnica e tenere una disciplina mentale che deve andare oltre i limiti fisici. Per la prima volta ci siamo trovati a dover affrontare un così lungo stop e non era scritto da nessuna parte quale tipo di allenamento svolgere per tornare in forma. Quindi abbiamo stilato una preparazione fisica generale con molto volume nella fase iniziale e via via abbiamo aumentato l'intensità. Questo lavoro di costruzione ce lo ritroveremo nei prossimi anni. La lunga sosta aveva portato ad un calo della velocità, della potenza fisica e del consumo massimo di ossigeno, ma soprattutto ci ha fatto perdere il ritmo partita. Dal punto di vista natatorio abbiamo recuperato abbastanza e la forza muscolare è tornata. Prossimamente dovremo recuperare soprattutto la velocità, la parte verticale e il gioco. Perché comunque una partita ufficiale non si disputa dai primi di marzo. Attenzione, velocità di pensiero, capacità cognitiva si sono abbassate e si riacquistano giocando. Anche i migliori giocatori sono molto lenti in questo momento. Per tornare come prima serviranno dieci/quindici partite. Intanto ne abbiamo organizzate due in pochi giorni. La prima nello straordinario scenario del mare di Siracusa, città che ci ha coccolato, insieme al Circolo Canottieri Ortigia, aiutando i ragazzi a sostenere i carichi di lavoro; un'altra al centro di Ostia che prende il posto di un quadrangolare impedito dalla pandemia. Due eventi per giocare, divertirsi, provare qualcosa e darsi appuntamento alla prossima stagione che sarà densa di impegni internazionali fino ai Giochi Olimpici di Tokyo che tutti ci auguriamo vengano svolti".

Convocati Settebello: Niccolò Figari, Nicholas Presciutti, Marco Del Lungo e Giacomo Cannella (AN Brescia), Michael Bodegas (Barceloneta), Lorenzo Bruni, Gianmarco Nicosia, Luca Damonte e Vincenzo Dolce (Sport Management), Francesco De Michelis e Matteo Spione (Roma Nuoto), Andrea Fondelli, Gonzalo Echenique, Edoardo Di Somma, Stefano Luongo, Vincenzo Renzuto Iodice, Francesco Di Fulvio, Alessandro Velotto e Pietro Figlioli (Pro Recco), Luca Marziali (CN Posillipo) ed Eduardo Campopiano (RN Savona).

Convocati Shanghai 2011: Stefano Tempesti e Valentino Gallo (CC Ortigia), Christian Presciutti (AN Brescia), Amaurys Perez (Latina Pallanuoto), Niccolò Gitto (Metanopoli), Maurizio Felugo, Arnaldo Deserti e Giacomo Pastorino (Pro Recco) e Deni Fiorentini (Lugano). Figari, Figlioli e l'indisponibile Matteo Aicardi sono bicampioni mondiali.

Lo staff unico, insieme al commissario tecnico Alessandro Campagna e al consigliere federale, nonché team leader Giuseppe Marotta, sarà composto dall'assistente tecnico Amedeo Pomilio, dal team manager Alessandro Duspiva, dal preparatore atletico Alessandro Amato, dal preparatore dei portieri Goran Volarevic, dal medico Dante Vittozzi e dal fisioterapista Luca Mamprin.

Italian Sportrait Awards 2020.  Prima dell'inizio della "Sfida tra i Campioni del Mondo"  la Confsport Italia consegnerà i premi ai vincitori delle categorie Team Top e Team giovani dell’ottava edizione degli Italian Sportrait Awards. A ricevere i premi saranno il Settebello campione del mondo nel 2019 per la categoria Top e la nazionale under 17 maschile, campione d’Europa a Tbilisi, per la categoria Team giovani. Premiatore d’eccellenza sarà il regista Fausto Brizzi che fa parte della giuria di giornalisti, atleti e personaggi dello spettacolo ogni anno chiamati a selezionare i finalisti del premio. Brizzi avrà l’onore di consegnare la preziosa statuetta, con una cerimonia atipica nel rispetto di tutte le regole vigenti per la salvaguardia della salute pubblica.
La Confsport Italia è la ideatrice e organizzatrice del riconoscimento che nasce per celebrare, nello spirito di uguaglianza tra atleti normodotati e con disabilità, i protagonisti dello sport italiano nel mondo grazie alla propria capacità di distinguersi nelle prestazioni e nei comportamenti, dentro e fuori dal campo.