Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Coppa Italia. Trofeo alla Plebiscito Padova, 10-8 all'Ekipe

Pallanuoto
images/large/padova_7_12_19.jpg

Solo la Plebiscito Padova sa battere l'Ekipe Orizzonte. Lo dimostra anche nella finale della coppa Italia che conquista per la terza volta (dopo il 2015 e il 2017), vincendo per 10-8 una partita sofferta nei primi 14 minuti e poi dominata. Dopo LEN Trophy, scudetto e supercoppa, la squadra siciliana, a punteggio pieno in campionato, si ferma quando sembrava avviarsi verso un altro successo. Brava la Plebiscito Padova a crederci sempre anche sotto 3-0 dopo 11 minuti e lo 0/4 in superiorità numerica. Le venete tornano in scia in 90 secondi con Dario e Centanni (2-3) e nel terzo tempo mettono per la prima volta la testa avanti: 5-4 con due rigori realizzati da Ranalli per contatti con Ioannou, nell'occasione uscita per limite di falli. Da quel momento l'Ekipe insegue solo (6-6), ma perde definitivamente il contatto con la Plebiscito quando fallisce tre superiorità numeriche consecutive nel quarto tempo. Nel frattempo Padova raggiunge il 9-6 con un break di Cetanni, Millo e Queirolo. Ranalli, autrice di una tripletta cone Marletta, poi realizza il 10-7 a 90 secondi dalla fine e chiude il match.
La final six della nona edizione della coppa Italia - disputata per il quinto anno consecutivo al centro federale di Ostia - è firmata dalla Plebiscito, unica squadra in stagione già capace di battere l'Ekipe (4-3 nel turno preliminare di coppa giocato a Padova; poi sconfitta casalinga in campionato per 10-9). In precedenza, nella finale per il terzo posto, la SIS Roma aveva sconfitto la Kally Milano per 14-12.

Plebiscito Padova-L'Ekipe Orizzonte 10-8
Plebiscito Padova: Teani, Martina Savioli, Ilaria Savioli, Gottardo, Queirolo 1, Casson 1, Millo 2, Dario 1, Cocchiere, Ranalli 3 (2 rig.), Meggiato, Centanni 2, Giacon. All. Posterivo.
L'Ekipe Orizzonte: Gorlero, Ioannou 1, Garibotti 1, Viacava 1, Aiello 2, Spampinato, Palmieri, Marletta 3, Emmolo, Leone, Riccioli, Santapaola. All. Miceli
Arbitri: Colombo e Calabro'
Note: parziali 0-1, 2-2, 5-3, 3-1. Superiorità numeriche: Plebiscito Padova 2/8 + 3 rigori, Ekipe Orizzonte 8/15. Gorlero (C) para un rigore a Queirolo a 1'30 del primo tempo, sullo 0-0. Uscite per limite di falli Ioannou (C) a 5'10 del terzo tempo, Dario (P) a 3'49 e Ilaria Savioli (P) a 5'37 del quarto tempo. Espulso per proteste il tecnico Posterivo (P) a 3'47 del quarto tempo. Ekipe Orizzonte con 12 giocatrici a referto. In tribuna, tra gli altri, il coordinatore del settore Fabio Conti, il cittì del Setterosa Paolo Zizza, il tecnico delle nazionali giovanili Giacomo Grassi, il dirigente Gianfranco De Ferrari e il presidente del comitato regionale Lazio Gianpiero Mauretti. 

Finale 3° posto /

Kally Milano-Lifebrain SIS Roma 12-14
Kally Milano: Imperatrice, Apilongo 2, Crudele, Mandic, Anna Repetto, Laura Repetto, Carrega 2, Bianconi 3, Gragnolati 2, Vukovic 1, Di Lernia, De Vincentiis 2, Tamborrino. All. Binchi.
Lifebrain SIS Roma: Sparano, Tabani 1, Galardi 1, Avegno 1, Motta 1 (rig.), Chiappini 5, Picozzi 2 (1 rig.), Sinigaglia 3, Nardini, Di Claudio, Storai, Tori, Brandimarte. All. Capanna.
Arbitri: Castagnola e Centineo.
Note: parziali 2-3, 3-2, 6-5, 1-4. Uscite per limite di falli Laura Repetto (M) a 1'30 e Picozzi (R) a 7'02 del terzo tempo, Vukovic (F) a 3'45 e Morra (R) a 5'30 del quarto tempo. Superiorità numeriche: Kally Milano 9/13, Lifebrain SIS Roma 7/13 + 2 rigori.

Cronaca. Decidono le reti di Sinigaglia e Chiappini negli ultimi tre minuti di gioco al termine di una partita equilibrata, caratterizzata da 28 falli gravi. Il primo strappo è della Kally Milano, che con Carrega e De Vincentiis si porta sull'11-9 sul finire del terzo parziale. La Lifebrain SIS Roma rientra due volte con Avegno (11-11) e Galardi (12-12) e poi chiude i conti. La migliore marcatrice dell'incontro è l'italobrasiliana Chiappini, autrice di 5 reti.

foto di Pasquale Mesiano / deepbluemedia.eu

Giovedì 5 dicembre
Quarto di finale 1
L'Ekipe Orizzonte-RN Florentia 13-5 live su Waterpolo Channel
Quarto di finale 2
Rapallo-Kally Milano 7-10 live su Waterpolo Channel

Venerdì 6 dicembre
Finale 5° posto
RN Florentia-Rapallo 9-10
Semifinale 1
Plebiscito Padova-Kally Milano 8-5 live su Waterpolo Channel
Semifinale 2
Lifebrain SIS Roma-L'Ekipe Orizzonte 11-12 dtr (6-6) live su Waterpolo Channel

Sabato 7 dicembre
Finale 3° posto
Kally Milano-Lifebrain SIS Roma 12-14
Finale 1° posto
Plebiscito Padova-L'Ekipe Orizzonte Catania 10-8 live su Rai Sport + HD

Giudici arbitri: Filippo Rotunno e Michele Ingannamorte; direttori di gara: Bruno Navarra, Raffaele Colombo, Luca Castagnola, Giuseppe Fusco, Gianluca Centineo, Vittorio Frauenfelder, Massimo Calabrò e Antonio Guarracino.

Albo d'oro
2012 Orizzonte Catania
2013 Orizzonte Catania
2014 Rapallo Pallanuoto
2015 Plebiscito Padova
2016 Bogliasco Bene
2017 Plebiscito Padova
2018 L'Ekipe Orizzonte
2019 SIS Roma
stagione 2019-2020 Plebiscito Padova

Finali
2012 final four a Sori / Venosan Catania-NGM Firenze 13-12
2013 final four a Ostia / Geymonat Orizzonte Catania-Rapallo 8-7
2014 final four a Rapallo / Rapallo-Orizzonte Catania 11-10
2015 final four a Messina / Plebiscito Padova-Despar Messina 12-6
2016 final six a girone a Ostia: 1. Bogliasco Bene 13, 2. Rapallo 10, 3. Plebiscito Padova 9, 4. Mediostar Prato 6, 5. Città di Cosenza 6, 6. L'Ekipe Orizzonte 0
2017 final six a Ostia / Plebiscito Padova-Waterpolo Messina 14-5
2018 final six a Ostia / SIS Roma-L'Ekipe Orizzonte 6-12
2019 final six a Ostia / SIS Roma-Rapallo Pallanuoto 6-5
stagione 2019-2010 final six a Ostia / Plebiscito Padova-L'Ekipe Orizzonte 10-8