Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Torneo di Rotterdam. Italia doppio urrà e Queirolo fa 200

Pallanuoto
images/large/QUEIROLO_Elisa_1LUGLIO.jpg

Dopo due giorni di common traning a Rotterdam, scatta il triangolare con Spagna e Olanda, ultimo test premondiale del Setterosa vice campione olimpico di Fabio Conti. Le azzurre si aggiudicano il match di questa mattina con la Spagna 11-9 ma la festa è tutta per il capitano Elisa Queirolo, che raggiunge 200 peresenze con la calottina della Nazionale. Elisa, 28 anni, nata a Santa Margherita Lugure e punta di diamante del Plebiscito Padova con il quale ha vinto 4 scudetti e 2 coppe Italia, col Setterosa, dal 2010 ad oggi, ha conquistato la medaglia d'oro agli Europei di Eindhoven 2012, il bronzo ai Mondiali di Kazan 2015 e agli Europei di  Belgrado 2016, l'argento ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro 2016 ed ai Giochi del Mediterraneo di Tarragona 2018 e tre medaglie d'argento in World League (2011, 2014 e 2019). "Sono felice e onorata di aver raggiunto questo traguardo - commenta Elisa, capitano della Nazionale dal novembre 2016 - al quale non pensavo di arrivare. Spero di poter festeggiare molte altre partite e soprattutto vittorie e condividerle con le mie compagne di squadra. Ci stiamo avvicinando al mondiale con entusiasmo, un bel gioco e tanta voglia di cominciare". Doppio turno per l'Italia che in serata batte anche l'Olanda 13-11 che, invece, aveva vinto 10-8 il 26 giugno alla Diapolo Cup a Budapest e soprattutto si era imposta 17-11 il 30 marzo a Torino in semifinale di Europa Cup. Martedì 2 luglio alle 11.30 le azzurre affrontano di nuovo l'Olanda e alle 19.00 è in programma Olanda-Spagna. Mercoledì 3 luglio alle 10.30 Spagna-Italia e alle 16.00 Spagna-Olanda.

ITALIA-SPAGNA 11-9
ITALIA. Gorlero, Tabani 2, Garibotti 2, Avegno, Queirolo 2, Aiello 1, Picozzi, Bianconi 1, Emmolo 2, Palmieri, Chiappini 1, Viacava, Marcialis. All. Conti.
SPAGNA. Ester, Bach, A. Espar, Ortiz 2, Tarrago 3, Lloret 1, C. Espar, Pena, Forca 2, Gonzalez 1, Crespi, Leiton, Aznar. All. Oca 
Note: parziali 1-2, 3-2, 4-5, 3-0. Nessuna è uscita per limite di falli. Per l'Italia in tribuna Lavi e Marletta.

OLANDA-ITALIA 11-13
OLANDA. Koenders, Megens 4, Genee 1, Van Der Sloot, Wolves, Stomphorst, Rogge, Sevenich 2, Keuning 1, Koolhaas 1, Van De Kraats 2, Voorvelt, Buis. All. Havenga
ITALIA. Gorlero, Tabani 1, Garibotti 4, Avegno, Queirolo 1, Aiello, Picozzi 1, Bianconi 1, Emmolo 1, Palmieri 2, Chiappini, Marletta 2, Lavi. All. Conti.
Note: parziali 3-5, 4-4, 3-2, 1-2. Uscita per limite di falli nel quarto tempo Tabani. Per l'Italia in tribuna Viacava e Marcialis.

ROAD TO GWANGJU. Lunedì 8 luglio è prevista la partenza per la Corea del Sud. L'Italia esordirà con l'Australia il 14 luglio alle 20.30 locali (le 13.30 italiane), poi affronterà il Giappone il 16 luglio alle 17.50 locali (le 10.50 italiane) e la Cina il 18 luglio alle 12.30 di Gwangju (quando i Italia saranno le 5.30 del mattino). Ottavi di finale il 20 luglio ma la vittoria del girone consentirebbe alle azzurre di qualificarsi direttamente ai quarti di finale del 22 luglio. Il 24 si giocheranno le semifinali e il 26 le finali. La squadra campione del mondo si qualificherà alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Gli Stati Uniti sono già qualificati ai Giochi Olimpici in virtù del sucesso in World League - dove hanno battuto 10-9 l'Italia in finale il 9 giugno scorso a Budapest - quindi nel caso in cui raggiungessero la finale anche l'altra finalista staccherebbe automaticamente il pass per Tokyo.