Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

World League. Australia-Italia 7-14

Pallanuoto
images/joomlart/article/d2b50225ac78df3b77fe5e7b88945f10.jpg

Esordio con vittoria per il Settebello nella Superfinal della World League 2016, che si è aperta oggi a Huizhou. Gli azzurri hanno battuto 14-7 l'Australia in una partita che ha visto l'Italia sempre avanti nei primi due tempi chiusi con due reti di vantaggio; poi la forbice s'è aperta e nella seconda parte del match il Settebello ha allungato grazie alle triplette del mancino Nora e Christian Presciutti, migliori marcatori dell'incontro. Domani alle 10.20 italiane si torna in vasca contro la Grecia che oggi ha sconfitto 14-7 il Giappone nell'altro incontro del Girone A.
"Abbiamo giocato una partita di grande intensità difensiva e i ragazzi hanno applicato bene le direttive con un ottimo pressing alternato ad una buona zona. Dopo i primi tre gol subiti all'inizio consecutivamente e dovuti ai piccoli dettagli, abbiamo registrato alcune cose e la difesa con l'uomo in meno ha lavorato bene dando pochi sbocchi offensivi agli avversari - dichiara soddisfatto il Cittì Campagna che oggi ha raggiunto le trecento presenze da head coach azzurro - In avanti siamo partiti contratti all'inizio ma poi ci siamo sciolti. Abbiamo giocato con un solo centro di ruolo come Bodegas, alternando in avanti vari schemi e giocatori. Allla fine sono venute anche belle giocate, che sono state apprezzate dal pubblico di casa".


tabellino Australia-Italia 7-14
Australia: Dennerley , Campbell 2, Ford , Cotterill 1, Power 2, Gilchrist , Roach 1, Younger , Edwards , Kayes 1, Howden , Martin , Stanton-french . Coach. Fatovic.
Italia: Del Lungo , Di Fulvio F. 1, Gitto N. , Figlioli 1, A. Fondelli 1, Bodegas 2, Giacoppo , Nora 3, C. Presciutti 3, Luongo S. 1, N. Figari , N. Presciutti 2, Vassallo . Coach. Campagna.
Arbitri: Peris (Cro), Rakovic (Srb)
Note: parziali 2-3, 2-3, 2-4, 1-4. Spettatori 700 circa. Figlioli ha fallito un rigore (parato) a 4.04 nel primo tempo. Superiorità nuneriche: Australia 5/12, Italia 6/11 +1 rigore. Uscito per limite di falli Figari nel quarto tempo.


I convocati per la Superfinal. Marco Del Lungo, Alessandro Nora, Christian e Nicholas Presciutti (AN Brescia), Gabriele Vassallo e Alessandro Velotto (CC Napoli), Stefano Luongo (Carpisa Yamamay Acquachiara), Matteo Aicardi, Massimo Giacoppo, Andrea Fondelli, Michael Bodegas, Francesco Di Fulvio, Niccolò Gitto, Niccolò Figari e Pietro Figlioli (Pro Recco).
Nello staff, con il commissario tecnico Alessandro Campagna, l'assistente tecnico Amedeo Pomilio, il team manager Alessandro Duspiva, il videoanalista Francesco Scannicchio, la psicologa Bruna Rossi, il preparatore atletico Alessandro Amato, il fisioterapista Luca Mamprin e il medico Nicola Arena. Aggregato l'arbitro internazionale Daniele Bianco.   


Il calendario della Superfinal a Huizhou (6 ore avanti rispetto all'Italia)
 
Girone A: Australia, Grecia, Giappone e Italia
Girone B: USA, Serbia, Brasile e Cina


Fase preliminare, orari locali


1^ giornata - 21 giugno
Serbia-Brasile 14-10
Grecia-Giapppone 14-7
Australia-Italia 7-14
ore 19.00 Cerimonia di apertura
ore 19.30 USA-Cina


2^ giornata - 22 giugno
ore 15.00 Australia-Giappone
ore 16.20 (le 10.20 italiane) Grecia-Italia
ore 17.40 USA-Brasile
ore 19.00 Serbia-Cina


3^ giornata - 23 giugno
ore 15.00 Serbia-USA
ore 16.20 Grecia-Australia
ore 17.40 (le 11.40 italiane) Giappone-Italia
ore 19.00 Brasile-Cina


Quarti di finale - 24 giugno
ore 15.00 2A-3B
ore 16.12 3A-2B
ore 17.40 1A-4B
ore 19.00 4A-1B


Semifinali e finali il 25 e 26 giugno


consulta il sito ufficiale


Albo d'oro della World League


2002 Patrasso 
1. Russia, 2. Spagna, 3. Ungheria
Italia eliminata nel girone di qualificazione
2003 New York
1. Ungheria, 2. Italia, 3. USA
2004 Long Beach
1. Ungheria, 2. Serbia&Montenegro, 3. Grecia
Italia quarta, battuta in finale per il 3° posto dalla Grecia per 12-9
2005 Belgrado
1. Serbia&Montenegro, 2. Ungheria, 3. Germania
Italia eliminata nei gironi di semifinale
2006 Atene
1. Serbia&Montenegro, 2. Spagna, 3. Grecia
Italia eliminata nei gironi di qualificazione
2007 Berlino
1. Serbia, 2. Ungheria, 3. Australia
Italia eliminata nei gironi di qualificazione
2008 Genova
1. Serbia, 2. USA, 3. Australia
Italia settima, battuta la Grecia nella finale 7°-8° posto per 11-7
2009 Podgorica
1. Montenegro, 2. Croazia, 3. Serbia
Italia quinta, battuta l'Australia nella finale 5°-6° posto per 11-10
2010 Nis
1. Serbia, 2. Montenegro, 3. Croazia
Italia eliminata nei gironi di qualificazione
2011 Firenze
1. Serbia, 2. Italia, 3. Croazia 
2012 Almaty
1. Croazia, 2. Spagna, 3. Italia
2013 Chelyabinsk
1. Serbia, 2. Ungheria 3. Montenegro
2014 Dubai
1. Serbia, 2. Ungheria, 3. Montenegro
Italia eliminata nei gironi di qualificazione
2015 Bergamo
1. Serbia, 2. Croazia, 3. Brasile
Italia settima, battuta la Cina nella finale 7°-8° posto per 16-9


Foto Deepbluemedia.eu